“La Bohème” di Puccini, dirige il maestro James Conlon

0
405
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Con Ramòn Vargas e Hibla Gerzmava

torna La Bohème  al Teatro dell’Opera

Dieci repliche sino al 26 giugno per soddisfare le molte richieste

Torna all’Opera di Roma La Bohème di Giacomo Puccini: giovedì 16 giugno, alle 20.30, debutta al Costanzi, dopo quasi dieci anni di assenza. Il cast offre al pubblico il carisma vocale di Ramòn Vargas e Hibla Gerzmava (che si alterneranno con Stefano Secco e Maria Josè Siri) nel ruolo degli innamorati e tormentati protagonisti, Rodolfo e Mimì; accanto a loro Vito Priante/Guido Loconsolo (Schaunard), Franco Vassallo/Luca Salsi (Marcello), Marco Spotti/Giovanni Battista Parodi (Colline), Patrizia Ciofi/Ellie Dehn (Musetta). L’allestimento è quello storico – di grande bellezza visiva e forte fascino nella ricostruzione degli ambienti – firmato da Pierluigi Samaritani (scomparso nel 1994) e ripreso con la regìa di Marco Gandini; i costumi sono di Anna Biagiotti. Maestro del Coro dell’Opera Roberto Gabbiani. Sul podio del l’Orchestra del Teatro dell’Opera, il Maestro

newyorkese James Conlon, nome di prestigio nel panorama internazionale, che vanta un vastissimo repertorio lirico e sinfonico eseguito in tutti i più importanti teatri del mondo.

Per soddisfare le richieste per una delle opere più amate dal pubblico, il cartellone del Teatro dell’Opera prevede dieci rappresentazioni:  dopo il debutto del 16 giugno, La Bohème verrà replicata, venerdì 17 giugno (20.30), sabato 18 giugno (ore 18.00), domenica 19 giugno (ore 17.00), martedì 21 giugno (ore 20.30), mercoledì 22 giugno (ore 20.30), giovedì 23 giugno (ore 20.30), venerdì 24 giugno (ore 20.30), sabato 25 giugno (ore 18.00), domenica 26 giugno (ore 17.00).

Durante l’inverno del 1892-1893 Puccini decide di scrivere un’opera basata sul romanzo picaresco di Henry Murger, Scènes de la Vie de Bohème, di cui affida la stesura del libretto a Luigi Illica e Giuseppe Giacosa. La prima rappresentazione dell’opera va in scena il 1° febbraio 1896 al Teatro Regio di Torino, con la direzione del Maestro Arturo Toscanini.

LEAVE A REPLY