“Castello in Movimento”

0
175
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Castello in Movimento è un programma di residenze per artisti visivi e scrittori, ideato da Maddalena Fossombroni e Pietro Torrigiani Malaspina.

La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, si tiene in estate (da maggio a settembre) nel Castello Malaspina di Fosdinovo, monumento simbolo di quella zona della Toscana racchiusa tra le coste del Tirreno, le colline della Lunigiana e le Alpi Apuane. I primi documenti riguardanti il Castello risalgono al XII secolo, ma la struttura originaria è probabilmente antecedente. Oggi lo stesso si presenta come una particolarissima combinazione di gusti e di architetture medievali, rinascimentali, neogotiche e romantiche.

Castello in Movimento nasce dall’idea di rendere il Castello di Fosdinovo, celebre per aver ospitato Dante durante il suo esilio, luogo di produzione e d’incontro fra artisti e scrittori, centro di condivisione di differenti linguaggi contemporanei. Il Castello diventa così uno spazio ideale, un “luogo caro a chi pensa” dove il contesto interagisce con gli ospiti in un continuo e reciproco scambio di suggestioni.

Residenza per scrittori

Un comitato di suggeritori, formato da Stefano Salis, Massimo Onofri, Gianpaolo Serino, Loredana Lipperini e Paolo di Stefano, ha indicato per la residenza del prossimo 23 giugno 5 scrittori under 40. La rosa degli scrittori selezionata è composta da Cristiano Cavina, Fabio Genovesi, Alessandro Mari, Sacha Naspini  e Giorgio Nisini. Gli scrittori avranno a loro disposizione una stanza all’interno del castello, e sarà a tutti possibile entrare in ogni momento in contatto con gli altri, nonché con gli artisti presenti al castello. Gli scrittori italiani lavoreranno nella notte del 23 giugno a un racconto scritto nel Castello, che sarà l’oggetto di una lettura pubblica, il 24 giugno alle ore 19, e di un incontro con i rispettivi suggeritori. L’insieme dei racconti andrà a formare il terzo quaderno di Castello in Movimento. Castello in Movimento è convinto che la vocazione all’incontro, alla condivisione e allo scambio, siano tutte condizioni psicologiche possibili soltanto all’interno di una autentica sospensione del “tempo della produzione” coi suoi corollari di individualismo, competizione e non riflessività, in favore di una disposizione comune all’ozio – inteso come “tempo della creazione”, come fare libero, come fare aperto. Questo momento di produzione e di condivisione di idee si apre al pubblico attraverso la creazione di un evento-intervento sulla rete.

Ci sarà anche un ospite internazionale: arriva dal Texas, ed è Victor Lodato, vincitore del Pen literary Usa Award, drammaturgo e scrittore, autore dell’opera prima Matilda (Bompiani, 2010). La sua residenza inizierà il 20 giugno e finirà il 20 agosto.

Residenza per artisti

A cura di Alberto Salvadori, il programma di residenza per artisti visivi prevede ogni anno l’invito di un artista residente e di un artista ospite. Da quest’anno si avvale di un comitato formato da Stefano Collicelli Cagol, Luigi Fassi e Maddalena Fossombroni

Artista residente scelta per questa edizione è la filmmaker Anna Franceschini (Pavia, 1979), presente in molte mostre e premiata in numerosi Festival nazionali e internazionali. Al termine della sua residenza, domenica 10 luglio alle ore 12.00, presenterà il lavoro frutto di questa sua permanenza al castello, iniziata a maggio.

La modalità di approccio ai luoghi peculiari dell’artista sono in perfetta sintonia con lo ‘spirito del Castello’ e dei suoi ideatori. “Concentrarmi sui luoghi, oggetti e procedimenti mi è sempre sembrato in effetti, la maniera migliore per indagare l’enigma dell’esistenza – così racconta in una recente intervista -. …Scegliere un luogo, rimanerci il tempo necessario a stanare il giusto punto di vista e poi usare questo cuneo visivo come un grimaldello per far saltare la crosta delle cose e liberarne la natura. Poi inizia il viaggio delle immagini, l’esplorazione cinematografica dell’ambiente intorno a me. È una traversata in solitaria, è vero, ma quello che mi serve è un campo libero, un mondo fatto dagli uomini, ma senza persone che ne celino la vera essenza. … Cerco di accarezzare gli spazi e gli oggetti per farli sentire a loro agio, per fare in modo che mi parlino ed esaudiscano i miei desideri, come la lampada di Aladino. O forse sono io che esaudisco i loro, ma questo non mi è ancora dato di sapere”.

L’opera di Anna Franceschini andrà a far parte della collezione del Castello assieme a quelle di Emanuele Becheri e Flavio Favelli, che, con Riccardo Benassi, l’hanno preceduta, nel progetto di residenza.

Artista ospite è invece Alberto Tadiello (Vicenza 1983), vincitore del Premio Furla 2009, che grazie alla profonda conoscenza della teoria e pratica della fisarmonica, ha trasferito la propensione per la musica nelle sue opere, dal forte impianto concettuale. Conosciuto per le sue installazioni e performance incentrate sul rapporto tra suono e visione, è già noto come una delle figure più profonde e spiazzanti nell’attuale panorama internazionale. Anche Alberto Tadiello produrrà un lavoro per l’occasione che sarà presentato sempre il 10 luglio, alle ore 12.00.

Altri eventi

L’8 e il 9 luglio, alle ore 21, al Castello sarà presentato per progetti speciali il lavoro di Zapruder filmmakersgroup è un gruppo composto da  David Zamagni, Nadia Ranocchi, Monaldo Moretti, impegnati nella ormai infrequente pratica della produzione di pellicole fuori formato. Oltre a una costante presenza del gruppo nei cartelloni dei principali festival europei di nuovo cinema, e alla Mostra del cinema di Venezia (prima con Spring Roll e poi Morning Smile), Zapruder coopera alle realizzazioni della compagnia teatrale Fanny & Alexander, curandone le tracce filmiche. L’artigianalità raffinata di Zapruder ha dato vita alla singolare esperienza di dispositivi e ambienti performativi che sono allo stesso tempo teatro incorporeo e cinema incarnato.

Chiuderà la terza edizione di Castello in movimento, il concerto di Tempo Reale con David Moss,  che si terrà il 27 luglio, ore 21, in occasione del programma del Festival Lunatica

 

La rassegna/festival è promossa dal Castello di Fosdinovo con il patrocinio del Comune di Fosdinovo, della Provincia di Massa Carrara e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara.

Per il bando delle residenze: www.castelloinmovimento.com/pdf/BandoCIMletteratura.pdf

Ufficio Stampa Davis & Franceschini

Tel +39 055 2347273 – e.mail: davis.franceschini@dada.it – www.davisefranceschini.it

 

Castello Malaspina di Fosdinovo
Via Papiriana, 2 – 54035 Massa-Carrara

+39 0187/680013 – 0187/68891

info@castelloinmovimento.com – www.castelloinmovimento.com

LEAVE A REPLY