“Ho visto Nina volare”

0
231
Condividi TeatriOnline sui Social Network

“Forse c’è un legame curioso tra questo luogo  e Fabrizio De André. Le OGR, cuore pulsante delle celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’Italia, accolgono i pensieri, gli scritti, le canzoni di uno dei poeti del ‘900.  I suoi personaggi, le sue storie “riparano” ancora oggi, quotidianamente,  le ferite e le incongruenze della nostra società, come qui un tempo si riparavano le meraviglie tecnologiche dell’uomo.”

HO VISTO NINA VOLARE è un viaggio nel mondo di De Andrè raccontato con parole sue  alle quali Laura Curino presta volto e voce. Ad accompagnarla, costruendo tappeti sonori che evocano musiche e canzoni alle quali ognuno di noi ha affidato ricordi indelebili, la chitarra di Gigi Venegoni e la voce di Bruno Maria Ferraro.
Proprio Ferraro ritorna sul tema del “riparare”.
“Entrando in questo luogo industriale, dove ogni mattone racconta della fatica del corpo e della mente dell’uomo, ci ha incuriosito questo tema della GRANDE RIPARAZIONE  e abbiamo pensato che la cultura, la poesia, la canzone spesso siano proprio strumenti che servono per “riparare” l’uomo, ricollegare la sua sensibilità alla  coscienza di appartenere ad una comunità, ad un insieme”.  E De Andrè sicuramente è stato uno degli artisti che nell’ultima parte del novecento più è riuscito a parlare alle nostre coscienze, avvicinando mondi lontani e dando diritto di cittadinanza a chi vive ai margini della nostra società.  Una società che avrebbe davvero, oggi più che mai,  bisogno di “grandi riparazioni”.

Laura Curino  ci conduce per mano in un viaggio delicato alla ricerca dei luoghi deandreiani.  Il mare, la “sua” Genova, la Sardegna,  le campagne del Piemonte dove Nina volava, fino all’ipotesi  suggestiva e straordinaria del “non-luogo”.  Il nomadismo come ricchezza dell’umanità e come unica via di salvezza perché l’uomo ritrovi un tempo un rapporto più giusto con se stesso e con gli altri.
Forse una provocazione poetica, forse uno sguardo capace di oltrepassare il presente di un artista che ci ha lasciato gocce di poesia con le quali sognare e riflettere.

Tutto questo porta in scena  HO VISTO NINA VOLARE, spettacolo che nasce  da un evento unico che Tangram teatro aveva prodotto per MITO SETTEMBRE MUSICA  in occasione del decennale della scomparsa di De Andrè e che oggi diventa spettacolo compiuto nelle mani e nella voce di una straordinaria Laura Curino.

La scelta è di fare parlare direttamente De André attingendo dal materiale che la Fondazione De Andrè e la famiglia aveva reso pubblico qualche anno fa. Scritti, appunti, brevi pensieri affidati a biglietti o scritti sulle pagine di libri, progetti per il futuro e ricordi dell’infanzia.

LEAVE A REPLY