Il respiro dell’alba – Camminata all’alba sul Pianalto della Melotta

0
193
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Camminata all’alba sul Pianalto della Melotta

condotta da Enzo Cecchi

solo su prenotazione, massimo 70 partecipanti

Iniziamo con il respiro del fiume, vogliamo terminare con la visita ad uno degli spazi più belli ed unici dell’intero territorio. Il pianalto della Melotta – Romanengo. Orario previsto per il sorgere del sole ore 5,58. Noi partiamo alle ore 5 dividendo poi la colazione che ogni partecipante porterà. Prenotazione obbligatoria, massimo 60 partecipanti. Le regole e il luogo di partenza saranno comunicati solo alle persone prenotate.

ENZO G. CECCHI

Regista, attore e drammaturgo, fondatore con GianMarco Zappalaglio nel 1981 di Piccolo Parallelo. E’ autore di 43 fra testi teatrali originali o riscritture da Jean Genet, Rainer Werner Fassbinder, Feodor Dostoewskj e Yukio Mishima, tutti rappresentati.

Laureato in sociologia, nella propria formazione ha partecipato a Laboratori internazionali di teatro e teatro/danza con Lindsey Kemp (Bologna 1979), Tom Fjordefalk (Odin Teatret, Bologna 1981) Roberto Sechi, allievo di Demetrio Stratos (Bologna 1983). Ha partecipato come allievo al progetto di pedagogia teatrale “Maestri e Margherite” (Bologna 1980-1981).

In qualità di attore ha partecipato a molti spettacoli di Piccolo Parallelo, e ad alcuni spettacoli del Teatro delle Moline di Bologna. Dal 1980 al 1985 ha partecipato in qualità di attore e regista  agli spettacoli della manifestazione Se in Trentino d’Estate un Castello e come attore protagonista al Festival Il Canto delle Pietre di Como.

Come drammaturgo ha ricevuto:

– il Premio Narni Opera Prima – 1987 con lo spettacolo Martèn delle onde

– il Premio Drammaturgia Riccione A.T.E.R. per il Teatro – 1994 con lo spettacolo Il giardino delle arance e degli Angeli che piangono

– con lo stesso spettacolo il Premio Riccione A.T.E.R. per la messa in scena – 1995

– il Premio Vetrine E.T.I. ’95 con lo spettacolo Caravaggio…i furori rappresentato nei più importanti teatri italiani e all’estero fra i quali: Teatro del Museo Hermitage (San Pietroburgo), Montreal, Londra, Stoccolma, Monaco, Amburgo, Colonia, Malta, Bruxelles, Amsterdam, Lubiana.

Ha ideato e realizzato il progetto sulla Memoria del territorio cremasco creando gli spettacoli Contadini, Servi, Famei (1996) e Scarpe di gomma (1997).

Ha condotto Laboratori teatrali di formazione dell’attore a Bologna, Forli, Cagliari, Sassari, Lecce, Imola. Nell’inverno 2004 è stato docente presso la Scuola di Teatro di Fondazione A.I.D.A di Verona. Nel  2008 ha condotto un laboratorio intensivo per il Parco Adda Nord e l’Eco-Museo della Valle Imagna (BG) su corpo e linguaggi del corpo. Conduce annualmente Laboratori per adulti in Provincia di Cremona e di Bergamo.

Come regista ha curato le messe in scena di tutti gli spettacoli di Piccolo Parallelo oltre che di diversi spettacoli della manifestazione Se in Trentino d’estate un Castello (1990-1994).

Dal 2001 è ideatore con GianMarco Zappalaglio della manifestazione Odissea – Festival della Valle dell’Oglio, il più esteso festival della Lombardia che coinvolge le 4 Province bagnate dal Fiume Oglio, numerosi Comuni e 2 Parchi naturali.

Dal 2005 è impegnato in un progetto lungo il Fiume Oglio in Lombardia che pone l’ambiente e le tecniche teatrali al centro di una riflessione sul rapporto teatro e natura. Un progetto pluriennale che incrociando altre discipline come psicologia, sociologia e antropologia ha portato alla crezione di eventi particolari come le “camminate notturne” Il respiro del Fiume (2006-2007) e gli spettacoli Meditazioni verso Eva nascente (2008) e Il Poema di Gilgamesh (2009).

Nel 2009 è ideatore con GianMarco Zappalaglio della Stagione Teatri di Pianura che si svolge in più Comuni delle Province di Cremona e Brescia.

Nel 2010 è ideatore con Sergio Paolazzi del  festival “Masi In-Visibili”  che si svolge in Val di Cembra in Trentino e ha curato la regia di tutti gli spettacoli prodotti per il Festival.

LEAVE A REPLY