Il TEATRO CARCANO presenta a Milano la STAGIONE 2011/2012

0
241
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Diciannove spettacolitredici titoli di prosa, due balletti, un’operetta e tre Iniziative Culturali – compongono il ricco cartellone 2011/2012 del Teatro Carcano, che, per il secondo anno sotto la direzione artistica di Marina Bonfigli, rispetta la  vocazione che da tempo lo caratterizza e identifica come il Teatro della Grande Prosa.

 

Tra le proposte più stimolanti, alcuni titoli di autore contemporaneo (Trappola per topi di Agatha Christie; Arie di Lella Costa; L’arte del dubbio dal libro di Gianrico Carofiglio; Guida alla sopravvivenza delle vecchie signore dell’americano Mayo Simon, nuova produzione Carcano); la rilettura di grandi classici (il Sogno shakespeariano; una rarità goldoniana, L’uomo prudente; due atti unici di Pirandello; Progetto Antigone tra Sofocle e Anouilh); uno straordinario esempio di teatro civile e morale (Per non morire di mafia di Pietro Grasso); la favola musicale Pierino e il lupo in forma di balletto.

 

IL CARTELLONE

Inaugurazione all’insegna dei festeggiamenti per il 150° dell’Unità d’Italia con VIVA L’ITALIA!, presentazione multimediale del libro di Aldo Cazzullo, giornalista del Corriere della Sera, che, partendo da tre momenti storici importanti, dolorosi e controversi quali il Risorgimento, la Grande Guerra e la Resistenza, ricerca ed evidenzia i motivi per cui dobbiamo essere orgogliosi della nostra Nazione e degli ideali che giustificano il sacrificio della vita. Dal libro è nato uno spettacolo coraggioso e coinvolgente, con letture e commenti a cura dell’autore (Teatro Stabile di Verona, 4 ottobre ore 20,30) (Iniziative Culturali).

 

26 ottobre -6 novembre SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE di Shakespeare interpretato da un’ottima compagnia tutta di giovani diretta da Andrea Battistini: una favola cinica e spietata tra verità e menzogna, realtà e sogno . Compagnia Lavia Anagni, 12-23 ottobre).

 

(

Paolo Bonacelli è protagonista di un Goldoni raramente rappresentato, L’UOMO PRUDENTE, una commedia con un’impronta forte e risvolti che si tingono di giallo, un ritmo vorticoso e momenti di grande comicità. La regia è di Franco Però (Pragma, 26 ottobre- 6 novembre).

 

9- 20 novembre Nel BERRETTO A SONAGLI di Pirandello Sebastiano Lo Monaco disegna un Ciampa apparentemente grottesco, ma in realtà straziante e pieno di umanità, commovente nel difendere con forza la propria infelicità coniugale contro la società ridicola del tempo. La regia è di Mauro Bolognini (Sicilia Teatro, 9-20 novembre).

 

21 novembre- 4 dicembre TRAPPOLA PER TOPI di Agatha Christie è lo spettacolo più replicato della storia del teatro, vantando, dal suo debutto nel 1952, ben cinquantacinque anni di repliche a Londra, oltre agli allestimenti in varie parti del mondo con traduzioni in venticinque lingue. La Compagnia Attori & Tecnici, specializzata in teatro umoristico anglosassone (Rumori fuori scena il suo più acclamato successo) ne è produttrice e protagonista. Regia di  Stefano Messina (21 novembre- 4 dicembre).

 

12- 22 dicembre L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA e SGOMBERO di Pirandello, Enzo Vetrano e Stefano Randisi raccolgono i fili di un lungo percorso pirandelliano intrecciandoli – in un gioco di contaminazioni e sovrapposizioni – a dialoghi surreali e citazioni attinte dal lavoro Totò e Vicè dello scrittore siciliano Franco Scaldati, componendo una riflessione umoristica e struggente sull’attesa, il rifiuto e l’accettazione della fine. (Teatro de Gli Incamminati-Diablogues, 12-22 dicembre).

 

31 dicembre -1 gennaio Il Balletto di Mosca – La Classique presenta GALA CIAIKOVSKIJ con i brani più celebri da Il lago dei cigni, La bella addormentata e Lo schiaccianoci coreografati da Alexander Vorotnikov. (Fondazione Arteatro, 31 dicembre e 1 gennaio).

13- 15 gennaio PIERINO E IL LUPO, favola musicale di Sergej Prokofiev, è annoverato fra le opere classiche più importanti dedicate ai giovani. Il nuovo allestimento del Balletto di Milano, compagnia tra le migliori del panorama italiano, è frutto di un laboratorio degli artisti della compagnia e, pur in una concezione giovane e attuale, segue fedelmente struttura e vicenda originali. La vivacità delle coreografie, i costumi dai toni accesi e la bravura dei danzatori e del narratore non potranno che, ancora una volta, conquistare tutti gli spettatori. Lo spettacolo è dedicato al pubblico di tutte le età. (13-15 gennaio).

 

18- 29 gennaio Torna Lella Costa con il nuovo spettacolo ARIE, da lei scritto insieme a Massimo Cirri e Giorgio Gallione: la recente assegnazione del premio “Una vita per la musica” ha ispirato all’attrice milanese la rilettura dei copioni dei suoi spettacoli, per verificarne la contiguità con la musica, presente effettivamente non solo come colonna sonora, ma come voce interlocutrice e comprimaria all’interno di  testi costruiti a somiglianza più spartito di che di copione, più di assolo che di monologo. La regia è di Giorgio Gallione (IRMA Spettacoli, 18-29 gennaio).

 

31 gennaio- 5 febbraio In PROGETTO ANTIGONE ovvero UNA STRATEGIA DEL RITO, partendo da Antigone di Sofocle, tragedia di contrasti insanabili  come quello che oppone l’eroina e la sua pietas di donna e sorella che reclama sepoltura per il fratello Polinice all’inflessibile rigore di Creonte, uomo e sovrano, e approdando alla struggente analisi psicologica piena di poesia e compassione dell’Antigone di Jean Anouilh, Elena Bucci e Marco Sgrosso – interpreti e registi – riflettono sulla necessità di mantenere il mito e credere nella strategia del rito come comunicazione. (CTB Teatro Stabile di Brescia – Le Belle Bandiere, 31 gennaio- 5 febbraio).

 

8-19 febbraio LA BOTTEGA DEL CAFFE’, prodotta dal Teatro Carcano nella scorsa stagione con la regia rigorosa e discreta di un esperto goldoniano come Giuseppe Emiliani; la recitazione dell’affiatata compagnia in cui risaltano i nomi di Antonio Salines, un Don Marzio campione di maldicenza e pettegolezzo, Marina Bonfigli, Virgilio Zernitz e Massimo Loreto; le scene di Guido Fiorato ispirate a quelle create dal suo maestro Emanuele Luzzati per l’indimenticata edizione del 1989 al Teatro Romano di Verona, che vide protagonista Giulio Bosetti diretto da Gianfranco De Bosio (Compagnia del Teatro Carcano, 8-19 febbraio).

Consueto appuntamento con l’operetta e la Compagnia Corrado Abbati, che presenta la nuova produzione

 

24-26 febbraio CAN CAN di Cole Porter, prima edizione originale in italiano a ispirarsi al musical di Broadway del 1953 (InScena, 24 – 26 febbraio).

29 febbraio- 11 marzo L’ARTE DEL DUBBIO, versione teatrale di Stefano Massini del libro omonimo di Gianrico Carofiglio sulle tecniche di interrogatorio, è uno spettacolo che tratta di “storie” –  ridicole, avvincenti, drammatiche o tragiche – e del dubbio, ovvero l’ambivalenza, la ricerca, la possibilità, incarnate in vicende di tribunale e in interrogatori dall’esito imprevedibile. Protagonisti Ottavia Piccolo e Vittorio Viviani diretti da Sergio Fantoni (coproduzione La ContemporaneaTeatro Carcano, 29 febbraio-11 marzo).

 

15- 18 marzo Torna al Carcano per la nona volta, ormai uno spettacolo di culto, IL PICCOLO PRINCIPE di Antoine de Saint-Exupéry, diretto da Italo Dall’Orto (Entr’Arte, 15-18 marzo).

 

21  marzo- 1 aprile Tra le opere di teatro sociale di Henrik Ibsen spicca, insieme a I pilastri della società e Casa di bambola, IL NEMICO DEL POPOLO, testo di grandissima attualità che tocca temi quali la responsabilità civile, la corruzione, la costruzione della conoscenza come passo obbligato per la costruzione delle coscienze. Protagonista Gianmarco Tognazzi, regia di Armando Pugliese (Pragma, 21 marzo-1 aprile).

 

12- 22 aprile Dopo il debutto nella stagione 2008/2009 e la ripresa in quella successiva, torna la produzione del Teatro Carcano SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE di Pirandello: un’opera che, edizione dopo edizione, continua ad affascinare il pubblico, stregato dalla sua misteriosa teatralità. Con Antonio Salines (il Padre), Edoardo Siravo (il Direttore-Capocomico), Silvia Ferretti (la Figliastra), Nora Fuser (la Madre) e Marina Bonfigli (Madama Pace). Regia di Giulio Bosetti (Compagnia del Teatro Carcano,12-22 aprile).

 

2- 13 maggio Chiude la stagione la nuova produzione del Teatro Carcano, una commedia scritta dall’americano Mayo Simon nel 1991. GUIDA ALLA SOPRAVVIVENZA DELLE VECCHIE SIGNORE narra di Nitty, un’ anziana signora che vive in perfetta autonomia finché non inizia ad accusare seri problemi alla vista. Pragmaticamente Nitty adotta Spritzy – che ha con lei in comune l’età avanzata ma non la spiccata indipendenza – come suoi “occhi surrogati”. Il loro rapporto riserverà più di una sorpresa. Questo ritratto sincero e onesto della vecchiaia, alla ricerca del difficile equilibrio tra senso di sé ed egoismo, dipendenza e relazione, è un eccezionale banco di prova per due attrici brillanti e sensibili del calibro di Marina Bonfigli e Isa Barzizza , dirette da un altro attore di grande talento artistico come Giuseppe Pambieri (Compagnia del Teatro Carcano, 2-13 maggio).

 

LE INIZIATIVE CULTURALI

Seconda Iniziativa Culturale, dopo Viva l’Italia! di Cazzullo, PER NON MORIRE DI MAFIA del Procuratore Nazionale Antimafia Pietro Grasso: un monologo vibrante di un uomo contro, un progetto/spettacolo contro il silenzio, per far parlare, discutere, reagire e, soprattutto, sollecitare le coscienze dei più giovani. Fortemente voluto – e interpretato – da Sebastiano Lo Monaco, lo spettacolo verrà preceduto alle 17,30 da un incontro con il pubblico con l’intervento del procuratore Grasso e altre personalità impegnate nella lotta alla mafia (Sicilia Teatro, 8 novembre, ore 20,30). Nel periodo 9-20 novembre si terranno delle repliche in orario diurno dedicate al mondo della scuola.

Continua, dopo il successo delle ultime tre stagioni, TεatroinMatεmatica, a cura di Maria Eugenia D’Aquino, una originale creazione drammaturgica nata per diffondere la cultura scientifica con gli strumenti della cultura umanistica e l’uso del linguaggio teatrale. Quattro i titoli in cartellone: la novità Metti, una serie a cena (21 novembre) ispirato a una delle più affascinanti successioni numeriche, quella del matematico Leonardo Fibonacci definita rapporto della sezione aurea, e i già noti L’irrazionale leggerezza dei numeri (28 novembre), Parallelismi: geometrie euclidee e non (16 gennaio), I numeri primi e la crittografia (30 gennaio). Tutti gli incontri si terranno di lunedì alle ore 11, alle ore 15 e alle ore 20,30 e saranno preceduti alle 19,30 dall’Aperitivo con la scienza, una conversazione tra il consulente scientifico e un personaggio del mondo della scienza o dell’economia o della letteratura su temi di grande attualità (PACTA. dei Teatri-ScienzaInScena).

PER ABBONAMENTI, PREZZI E PROMOZIONI

.

Biglietteria Teatro Carcano 0255181377 – 0255181362

www.teatrocarcano.cominfo@teatrocarcano.com

LEAVE A REPLY