“Panariello non esiste”

0
229
Condividi TeatriOnline sui Social Network

In Sardegna e in particolare a Cagliari, Giorgio Panariello viene sempre volentieri. A distanza di tre anni dal gran pienone nell’agosto del 2008 all’Anfiteatro Romano con lo spettacolo “Del mio meglio live”, l’attore e comico nato a Firenze, ma versiliese d’adozione, si ripresenta di fronte al pubblico cagliaritano con il nuovo pezzo forte del suo repertorio: “Panariello non esiste” in programma sabato 30 luglio alle ore 21,30 all’Anfiteatro in Fiera in Viale Diaz.

Dopo i primi due appuntamenti riservati alla grande musica italiana con Alessandra Amoroso e Zucchero, Spettacoli&Musica per il cartellone dell’estate 2011, ritaglia un importante intermezzo con il teatro cabaret e riporta in città il comico toscano protagonista di indimenticabili e spensierate serate in allegria.

E questa nuova performance di Giorgio Panariello all’Anfiteatro in Fiera, la moderna struttura realizzata quasi in tempi record per salvare la stagione, si preannuncia un altro grande successo di pubblico perché a pochi giorni dallo spettacolo, la vendita dei biglietti prosegue a gonfie vele.

Un trionfo atteso a Cagliari, ma confermato nelle numerose piazze d’Italia toccate dal tour estivo dello spettacolo “Panariello non esiste” e soprattutto ribadito l’11 luglio scorso nella città Scaligera dove Giorgio Panariello ha ricevuto il prestigioso premio “Arena di Verona” nell’ambito dei Wind Music Awards.

Artista molto amato dal pubblico per l’aria scanzonata dei personaggi interpretati, ma soprattutto per la sua carica espressiva e il trasformismo, del quale è maestro, Giorgio Panariello – archiviata la sfida con il suo penultimo progetto il Radio show “Ogni maledetta domenica”, che nel 2010 per otto settimane lo ha tenuto impegnato a radio RTL e al teatro The Club di Roma – si dedica al progetto di “Panariello Non Esiste”, spettacolo inedito scritto in team con Riccardo Cassini, Sergio Rubino, Walter Santillo ed Alessio Tagliento.

Con la regia curata insieme a Gaetano Triggiano, in questa nuova prova d’artista che nella sua lunga carriera annovera indimenticabili passaggi in teatro, cinema, televisione ma anche libri, pubblicità e radio, Giorgio Panariello porta di nuovo in scena alcuni tra i suoi vecchi personaggi. Però non è solo un revaival di vecchi cavalli di battaglia come il PR, la Signora Italia, Merigo, il ricchissimo Naomo, l’anziano e tenerissimo Raperino.

“Panariello non esiste” è a tutti gli effetti un vero e proprio varietà itinerante con una band di sette elementi tra ballerine e un cantante, dove Giorgio Panariello intrattiene la platea con i suoi monologhi inediti ispirati all’attualità, i variopinti nuovi personaggi che si alternano sul palcoscenico: Il Vaia, il singolare commentatore da bar dei fatti della vita, oppure Luingi, il maestro di ballo finto-brasiliano e le altre novità da scoprire di uno spettacolo di gran successo.

Giorgio Panariello inizia la sua carriera nelle tv private toscane a fianco di Carlo Conti e si dedica al teatro con l’amico e regista Giampiero Solari. Alla fine degli anni ’90, Maurizio Costanzo lo fa debuttare al Teatro Parioli di Roma con il one-man show “Boati di silenzio”, con cui ottiene uno straordinario successo di pubblico e di critica. L’affermazione è tale che si assicura l’attenzione del mondo del cinema, infatti, la Cecchi Gori Group gli offre la possibilità di lavorare come attore nel primo film “Finalmente soli”, e di sceneggiare e dirigere “Bagnomaria”, scritto a sei mani con i padri della commedia brillante italiana, De Bernardi e Benvenuti. Nel 2000 esce “Al momento giusto”, il film scritto a quattro mani con il comico Carlo Pistarino. Nello stesso anno gli viene affidato “Torno Sabato”, varietà in prima serata su Raduno e l’anno dopo Giorgio Panariello torna al teatro con un nuovo spettacolo “Panariello…chi?”, diretto da Giampiero Solari. A settembre ottiene la conduzione dello show televisivo itinerante “Torno sabato, la lotteria”, il varietà del sabato sera di Raiuno legato alla Lotteria Italia.  Grazie a questo programma, si aggiudica ben tre premi Oscar Tv e il Telegatto per il “Varietà dell’anno”. Nel mese di luglio 2002 è la volta di “Panariello d’estate” e da novembre a febbraio 2003 porta in scena “Chissà se sarà uno show” con circa 70 repliche in giro per l’Italia. Nell’estate 2003 riprende lo spettacolo di successo “Chissà se sarà uno show”, toccando questa volta le principali località turistiche del centro Italia, per testare il lavoro svolto in attesa di “Torno sabato… e tre” l’impegno televisivo del sabato sera abbinato alla lotteria Italia 2003/2004, che lo consacra campione di ascolti. Dopo essere stato scelto dalla Rai in qualità di testimonial per la campagna abbonamenti al canone televisivo, nel gennaio 2004 interpreta Monsieur Jourdain per una breve ripresa de “Il Borghese Gentiluomo” di Molière, prima di volare negli Stati Uniti, dove ad aprile si esibisce a New York e in Connecticut con il “One man Show”. Nell’estate 2004 presenta al pubblico con “Giorgio in scena”, uno spettacolo itinerante che racconta “il dietro le quinte” di uno show: davanti allo specchio di un camerino, il comico toscano prova nuovi costumi, dà vita ai suoi personaggi, mostra come nascono le battute memorabili e i tormentoni televisivi.Terminato il programma televisivo “Ma il cielo è sempre più Blu” (prima serata di Raiuno), a marzo del 2005 è impegnato nelle riprese di “Matilde”, una fiction (in onda su Raiuno) in cui si cimenta in un ruolo drammatico al fianco di Sabrina Ferilli.
Il natale dello stesso anno è segnato dal ritorno al cinema con “Ti amo in tutte le lingue del mondo”, di Leonardo Pieraccioni. Il 2006 è l’anno del Festival di Sanremo e dopo la conduzione nella più importante manifestazione canora italiana, torna nei teatri con “Faccio del Mio Meglio”.  Ad ottobre del 2006 la Nintendo sceglie il comico toscano come primo testimonial italiano per la campagna pubblicitaria televisiva in onda sulle reti Mediaset, Rai, Sky e La7 oltre che sui principali network radiofonici italiani. Nel 2007 escono nelle sale due film: “Notte prima degli esami” e – oggi “Sms Sotto Mentite Spoglie”, diretto da Vincenzo Salemme. Dal 2008 Naomo e La Signora Italia, due personaggi cult del comico toscano, diventano i protagonisti insieme a Vanessa Incontrada degli spot di una delle più grandi compagnie di telefonia mobile: Wind. Il 14 luglio 2008 debutta all’Arena di Verona con il tour “Del mio meglio” a cui segue l’uscita, del primo libro del comico toscano “Non Ti Lascerò Mai Solo” (Mondadori). Con Diego Abatantuono, Sabrina Ferilli, Claudio Bisio, Angela Finocchiaro e Carlo Buccirosso è tra i protagonisti del film “I Mostri Oggi”. Nel giugno dello stesso anno la Mondadori pubblica il secondo libro”Guardami negli occhi (quando mi abbandoni)”, un libro fotografico voluto dal comico toscano come strumento di riflessione e di denuncia contro la pratica dell’abbandono dei cani. Il 2010 realizza il radio show “Ogni maledetta domenica”, un progetto che unisce teatro e radio, ancora il prequel di “Amici miei”, “Amici miei… come tutto ebbe inizio”. Finite le riprese di quel film inizia le riprese di “Natale in Sud Africa”, diretto da Neri Parenti.  Alla sfida radiofonica e quella cinematografica segue poi la realizzazione del nuovo spettacolo “Panariello Non Esiste”.

 

 

I biglietti sono disponibili:

Cagliari: Box Office, Viale R. Margherita 43, tel. 070 657428;

e mail: info@boxofficesardegna.it

Vendite Online:  www.ticketone.itwww.boxofficesardegna.itwww.greenticket.itwww.boxol.it

 

Organizzazione:

Soc. Coop. Spettacoli&Musica

e-mail: info@spettacoliemusica.it

www.spettacoliemusica.it

 

Ufficio Stampa per Spettacoli&Musica

Antonio Rombi

Mobile: +39 3924650631

E mail: ant.rombi@gmail.com

 

 

LEAVE A REPLY