Rosa Rosso: in scena le attrici detenute

0
196
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Martedì 12 luglio alle 21 alla Casa Circondariale Femminile di Empoli andrà in scena Rosarosso, uno spettacolo realizzato dalle donne detenute, che segna il termine di un percorso teatrale realizzato da Maria Teresa Delogu e Rossella Parrucci, operatrici di Giallo Mare Minimal Teatro, nell’ambito del progetto regionale Teatro Carcere.

« Il teatro nelle carceri toscane non è più un fatto isolato o episodico- spiega Delogu- ma si è andato sempre più consolidando come strumento di crescita culturale per tutti i soggetti che ne vengono toccati: dai detenuti che partecipano e realizzano tali attività, alle istituzioni che vengono coinvolte, ai cittadini che hanno modo di creare, anche solo per la durata della rappresentazione, un ponte possibile di sensibilizzazione e di relazione con la realtà detentiva. Fra le ragioni forti di un’esperienza teatrale, la più rilevante è senz’altro la constatazione del senso di consapevolezza che questa opportunità dà alla persona che la pratica, persona intesa nella sua interezza. L’attività teatrale, e la sua restituzione in forma di spettacolo, non si riferiscono tanto al “modello” del detenuto, quanto piuttosto alla persona, indipendentemente dal suo ruolo e condizione sociale, e per questo riteniamo che rappresenti anche un valore importante di civiltà».

Lo spettacolo vede in scena un nutrito gruppo di detenute, le quali attraverso un linguaggio corale, a volte scanzonato e comico, a volte più poetico, racconteranno a modo loro le storie di due figure di donne protagoniste delle opere teatrali “Mariana Pineda” e “Donna Rosita Nubile” di Federico Garcia Lorca. Mariana Pineda e Donna Rosita Nubile sono donne opposte  per natura e temperamento, ma che hanno in comune, come molte figure femminili di Lorca, il fatto di trovarsi spesso imprigionate dietro sbarre fatte e costruite con le loro stesse mani. In un caso l’attesa, nell’altro la speranza mal riposta nell’amore sbagliato, entrambe in qualche modo “recluse” nel proprio mondo.

 

Lo spettacolo è ad invito. Per informazioni rivolgersi a Giallo Mare Minimal Teatro, via della Repubblica 41 a Empoli, telefono 0571 81629   e-mail info@giallomare.it.

LEAVE A REPLY