“Scusate se parlo d’amore”

0
403
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Piccoli e grandi amori quotidiani in scena sabato 23 luglio 2011 alle 21,30 nella piazzetta di Montecchio (Peccioli – Pisa), in seno al festival di cene e teatro “Utopia del Buongusto” che presenta lo spettacolo ironico “Scusate se parlo d’amore”.  Di e con Manola Nifosì che cura la regia con Sergio Aguirre.

Una produzione Attodue/Centro di Iniziative Teatrali e Laboratorio Nove.

“Scusate se parlo d’amore” racconta di amori che non hanno la pretesa di farsi raccontare e che si consumano sotto i nostri occhi per strada, nei supermercati, nell’appartamento accanto al nostro o in una camera d’ospedale. “Il mio amore per le storie – spiega Manola Nifosì – nacque quando ero ancora molto piccola. Ascoltavo estatica la voce della nonna che, mentre instancabile lavorava a maglia, non smetteva di creare storie per me. Io ascoltavo e mi nutrivo di quelle storie, io ascoltavo e sentivo crescere dentro di me quel seme selvaggio”. Manola è un’attrice  bravissima ed affascinante  con una carriera fatta di grandi esperienze e progetti. Un piacere vederla in scena. Scusatela se parla d’amore con ironia e tenerezza, sarcasmo, nostalgia e stupore. Scusatela se si domanda ancora: “Ma di cosa parliamo quando parliamo d’amore?”

Alle 20 cena in luogo. Informazioni e prenotazioni: 0587608533 / 3203667354. Ingresso allo spettacolo (con sorpresa gastronomica): euro 7,00. Cena con ingresso allo spettacolo (più sorpresa gastronomica): euro 19,00. A fine serata ci sarà il racconto della mezzanotte. Cinque minuti di poesia accompagnati da bevande e dolci.

Da non perdere il paesino di Montecchio, splendido esemplare di antico borgo toscano.

Utopia questa settimana prosegue domenica 24 luglio nella Piazza della Chiesa di Soiana (Terricciola – Pisa), dove Sergio Staino presenta “Controvento” con il Leo Brizzi Quartet. Ovvero Leonardo Brizzi (pianoforte), David Domicili (percussioni), Amedeo Ronga (contrabbasso), Maria Grazia Campus (voce). In scaletta un repertorio straordinariamente ricco, godibile e condivisibile dei canti di protesta, dei canti “Contro”, dai canti popolari del secolo scorso, alle canzoni civili e politiche cantautorali di qualche decennio fa.

Il festival di cene e teatro Utopia del Buongusto di Teatro Guascone (Pontedera – Pisa) torna per l’edizione 2011 promettendo un pieno di serate a base di cene e Teatro. Lo fa con il suo quattordicesimo atto, ovvero 14 anni di scorribande per il primo esperimento internazionale di vita godereccia. Oltre quaranta appuntamenti, disseminati per tutta la Toscana da giugno fino ad ottobre in quindici comuni tra le province di Livorno, Pisa ed Arezzo.

Il motto è sempre quello Si può solo godere o soffrire , godicchiare non è serio”, ma tagli e sforbiciate a contributi e bilanci hanno imposto un sottotitolo che spiega tutto: si salvi chi può, bambole, non c’è una lira.

“Utopia del Buongusto” (oltre 850 serate in quattordici anni) è tornata, ci prova lo stesso e anche quest’anno sarà un viaggio teatral – gastronomico per aie, frantoi, cortili e sagrati, sempre pronto a sedurre il pubblico con cibi ancora un po’ più buoni e spettacoli ancora un po’ più belli. Una promessa per chi incontra solo adesso la manifestazione diretta da Andrea Kaemmerle. L’atmosfera informale e birbante dei primi anni c’è sempre, ancora la stessa voglia di incontrare persone, accompagnarsi nelle notti di estate e coltivare semi di umanità.

 

Informazioni e prenotazioni

Telefono 0587/608533 – mobile 328/0625881

Tutto il programma delle iniziative su www.guasconeteatro.it / e-mail: info@guasconeteatro.it

Ingresso allo spettacolo (con sorpresa gastronomica): euro 7,00.

Cena con ingresso allo spettacolo (più sorpresa gastronomica): euro 19,00

(Non è possibile partecipare alla sola cena)

Le cene iniziano alle 20,00. Gli spettacoli 21,30.

E’ necessario prenotare la cena almeno con un giorno di anticipo telefonando direttamente ai numeri dell’organizzazione.

Presso la biglietteria saranno inoltre disponibili informazioni con le indicazioni per raggiungere i luoghi degli spettacoli. Si possono reperire posti per il pernottamento, presso i centri agrituristici, nei luoghi e nelle date degli spettacoli chiedendo informazioni all’organizzazione.

Da questo anno si può prenotare anche per SMS indicando cognome , numero dei prenotati, spettacolo e data dell’evento. Importante: la prenotazione sarà valida solo quando confermata dagli organizzatori con sms di risposta da mostrare poi alla biglietteria.

 

________________________________________________________________________________

Ufficio stampa Fabrizio Calabrese, mobile 347 5119013 – e-mail fabriziocalabrese@tiscali.it

LEAVE A REPLY