Teatro a Corte – Il Teatro Europeo in scena nelle dimore sabaude dal 14 al 18 luglio

0
228
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Secondo week end di festival, dal 14 al 18 luglio con

Balletboyz e 9 giovani talenti made in UK

Theatre du Centaure con 7 cavalli e 250 pecore alla Reggia di Venaria

Berlin con un grandissimo naso rosso per raccontare la Russia

Catherine Marnas e uno spettacolo-banchetto da Guido a Pollenzo

Volge al secondo week end di programmazione il festival torinese Teatro a Corte e dal 14 al 18 luglio, tra i vari spettacoli in programma spiccano quattro eventi in particolare:

Balletboyz in The Talent, venerdì 15 e sabato 16 luglio, Teatro Astra:

Anticonformosti e pioneri nel rendere la danza accessibile al grande pubblico Michael Nunn e William Trevitt nel 2001 creano i Balletboyz ed è subito un successo.  Nel 2011, per festeggiare i 10 anni di lavoro Nunn & Trevitt stupiscono il loro pubblico passando il testimone ai giovani e danno una nuova vita ai Balletboyz. Nasce così un nuovo corso, The Talent, 3 coreografie per 9 giovani rivelazioni della danza inglese: Adam, Anthony, Ed, Jesús, Kai, Leon, Matt, Miguel & Taylor. Si parte con una rivisitazione di “Torsion” per 3 coppie, realizzata sempre con Maliphant, e il risultato è una sfida con la gravità e una con il proprio partner alla ricerca dell’intesa simbiotica. Poi è la volta di “Alpha” con la coreografia di Paul Roberts e per chiudere è di scena l’adrenalinico “Void” del giovane coreografo ceco Jerek Cemerek, definito dalla stampa britannica un “nuovo grande talento”.

Berlin in #Moscow, venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 luglio, Piazzetta Reale:

Il collettivo belga Berlin presenta in prima nazionale #4 Moscow, l’ultima tappa del progetto Holocene. “Mosca è un circo”? è la domanda leitmotiv che scorre attraverso le immagini e le parole di questo sconcertante viaggio nella città in cui ogni clichet è negato e confermato, in cui vive il maggior numero al mondo di miliardari per chilometro quadrato, in cui la vodka non si ordina a bicchieri ma in grammi e in cui tutte le strade portano, davvero, al Kremlino. In una tenda disegnata per l’occasione, una sorta di bizzarro chapiteau rosso come il naso di un clown, metafora del circo e ricordo delle colorate cupole delle chiese ortodosse, il pubblico incontra Mosca attraverso 6 schermi video mentre un quartetto d’archi e un pianista eseguono musiche dal vivo.

Théâtre du Centaure, sabato 16 e domenica 17 luglio, Reggia di Venaria Reale:

Hanno fatto sognare il pubblico di Teatro a Corte con spettacoli indimenticabili, da “Cargo” a “Flux”, sono i “centauri”, mezzi uomini e mezzi cavalli, Manolo e Camille di Théâtre du Centaure che in occasione dei 150 dell’Unità d’Italia realizzano un progetto speciale alla Reggia di Venaria Reale. Si chiama “Risorgimento!” ed è la tappa italiana di un percorso sulle migrazioni dell’umanità che culminerà nel 2013 in occasione di Marsiglia Capitale della Cultura. Nel parco lo spettatore si immerge nella natura e in una visione potente: 250 pecore, dei pastori maremmani e gli splendidi cavalli della compagnia, Darwin, Graal, Silence, Tao, Toshiro, Yudishtira, autentici attori capaci di dominare la scena con poesia, umorismo e passione.

Catherine Marnas in Il Convivio, domenica 17 e lunedì 18 luglio a Pollenzo:

Il gusto è il protagonista indiscusso de Il Convivio diretto da Catherine Marnas che riunisce intorno a un grande tavolo spettatori e attori per nutrire l’anima e il corpo grazie allo splendido connubio tra cibo e poesia, filosofia e prosa. Un incontro di certo fuori del comune perchè la cucina è quella del paradisiaco ristorante Guido, sito nientemeno che nell’Agenzia del Gusto di Pollenzo, sede anche dell’Università di Scienze Gastronomiche e della Banca del Vino, mentre l’universo culturale è quello del mito, delle fiabe e delle leggende tramandati grazie alla forza del racconto e della carica epica e simbolica del teatro. Seguendo l’intramontabile modello greco del simposio, la compagnia d’attori italo-francesi, in un armonico pastiche linguistico, va alla riscoperta di quelle memorie collettive che da sempre, al di qua e al di là delle Alpi, hanno nutrito l’immaginario invitando al sogno.

 

Informazioni per il pubblico:

tel. +39 011.5119409 – info@teatroacorte.itwww.teatroacorte.it

 

UFFICIO STAMPA NAZIONALE

iagostudio

Mara Serina cell. +39 338.3246269 e-mail: maraiagostudio@gmail.com

Silvia Coggiola cell. +39 347.1308271 e-mail: silvia.coggiola@gmail.com

Giovanna Palmieri e-mail: palmieristampa@tiscali.it

LEAVE A REPLY