“Zio Birillo” (Storie di acide amenità)

0
213
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Proseguono le proposte di teatro e musica di Fantastiche Visioni 2011 che, dopo l’evento con Alessio Boni, continua il 29 luglio con uno spettacolo fresco e intelligente con uno degli attori italiani più interessanti e poliedrici: Alessandro Benvenuti con il suo ZIO BIRILLO (Storie di acide amenità).

Un racconto che si articola in 15 canzoni scritte, musicate e cantate dall’attore e regista toscano, accompagnato dalla sua band per fissare, nel tempo, un percorso di appartenenza, alla sua terra e alle sue origini. Ovvero a San Francesco, la piccola frazione del comune di Pelago in provincia di Firenze, dove è nato.

Un percorso di crescita verso una maturità artistica piena di sfaccettature che “oggi- spiega Benvenuti- mi permetterà con serenità di ricordare a me stesso di essere stato in un lontano passato un perfetto Zio Birillo”.

Da un po’ di tempo oltre a scrivere per il teatro, recitare e dirigere, Alessandro Benvenuti ha riportato alla luce il suo primo amore, quella vena cantautorale che da sempre in lui si agita. In questo spettacolo fa ridere e fa pensare, propone brani scritti da lui, versi messi in musica che grondano di autobiografia. Narra storie che dal paese dove è nato, arrivano a raccontare l’Italia intera. Lo fa nei panni di “ Zio Birillo”, il suo soprannome da ragazzo.

Fantastiche Visioni continua così a portare ad Ariccia proposte teatrali interessanti e originali, con grandi nomi del panorama italiano.

Appuntamento ad Ariccia, Belvedere di Piazza Mazzini,

il 29 luglio con Fantastiche Visioni e ZIO BIRILLO (Storie di Acide amenità), di e con Alessandro Benvenuti.

Ingresso gratuito

Fantastiche Visioni è organizzato dall’Associazione Culturale ARTEIDEA.

Ufficio Stampa MARTA VOLTERRA marta.volterra@gmail.com 340.96.900.12

LEAVE A REPLY