L’Italia si Canta

0
206
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Il festival di Langa che tra fine agosto e inizio settembre ha colorato le colline negli ultimi 15 anni con musica e spettacoli, cambia pelle ancora una volta, sin dal titolo quest’anno dedicato al 150enario dell’Unità d’Italia. In un gioco continuo di sperimentazione e innovazione, l’aratro culturale di Assemblea Teatro segna un nuovo “solco” nel terreno per rimarcare la tradizionale linea che divide in due le Langhe: da un lato la “bassa”, quella conosciuta attraverso il paesaggio, il vino, la gastronomia e – anche grazie a spettacoli e manifestazioni – divenuta apprezzata meta turistica, e dall’altra la Langa “alta”, non ancora sufficientemente valorizzata forse, ma non per questo meno bella e ricca di attrattive. Proprio questa sarà la sorpresa che Assemblea Teatro riserba per gli spettatori di quest’estate 2011.

Un’avventura che la compagnia Assemblea Teatro condivide con la Regione Piemonte, l’Associazione Quaranta e il sostegno offerto dalla Fondazione CRT. L’Italia si canta è uno dei Festival Piemonte dal Vivo – In viaggio con i festival alla scoperta di una regione.

L’altra Langa, quella “alta”, è al confine con l’Appennino. Segnata da temperature più rigide, boschi e pascoli che ne determinano un maggiore isolamento. Niente a che fare con la Langa alla quale siamo abituati a pensare, fatta di barolo e di vigneti, di castelli e di grandi cascine. Sicuramente però è una terra da riscoprire, fatta di scorci mozzafiato, paesi spesso sconosciuti ma non meno ricchi di storia, monumenti e architetture.

Porte d’ingresso Dogliani a nord e Ceva a sud, e da lì, lungo la dorsale di colline e impervi saliscendi, si attraversano Murazzano, Paroldo, Sale San Giovanni, Priero e San Benedetto Belbo. Un incrocio turistico/culturale per offrire ancora una volta un’idea, un progetto che sappia legare territorio, arte e tradizione, buona cucina, teatro, musica e spettacolo.

Il cartellone si muove in 150 anni d’Italia tra canto tradizionale e canzone popolare, cercando di offrire le diverse sfaccettature di una cultura eterogenea e variegata qual è quella italiana. Sul palco le parole e la musica che rappresentano varie stagioni, al fine di dedicare attenzione al folto pubblico, anche tedesco e olandese, che ha scoperto questa terra e oggi la abita. Quattro serate che vedranno salire sul palco Ricky Gianco con il debutto del nuovo spettacolo/concerto IL CASO MIGLIAVACCA, Teatro Cargo e LA STREGA che andrà in scena proprio a Paroldo, il paese delle masche, Progetto Khorakhanè con la musica dedica ai tre grandi e indimenticati FABRIZIO DE ANDRE’, MIA MARTINI e GIORGIO GABER, e poi Camerata Corale La Grangia, Betti Zambruno, Piercarlo Cardinali, Angelo Scarafiotti, Manuela Massarenti e Luca Occelli per un percorso tra STORIE E CANTI DAL RISORGIMENTO E DALLA RESISTENZA con le parole di Pavese, Lajolo e Fenoglio e Assemblea Teatro nel racconto di lotta e d’amore di ERA PEGGIO CHE PER VOI.

 

Informazioni

ASSEMBLEA TEATRO tel. 011/3042808 / www.assembleateatro.com

Sui siti dei diversi Comuni in cartellone

 

Visita www.regione.piemonte.it/piemontedalvivo

LEAVE A REPLY