Stefanaccio

0
188
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Evento itinerante per scoprire la vita e le avventure di un personaggio

incredibile che ha lasciato il suo patrimonio a Firenze.

Tante sono le storie che sono accadute a Firenze. E molte sono state purtroppo dimenticate. Ma questa vale la pena di essere raccontata e rivissuta. E chi meglio di Alessandro Riccio, ideatore de IL MESE MEDICEO, che ha fatto ritornare alla luce le vicende più insolite della casata fiorentina, poteva raccogliere questa nuova sfida.

Stefano Bardini era un antiquario che visse a cavallo fra l’800 e il ‘900. Ma non fu un antiquario qualsiasi: dal niente riuscì a creare un vero e proprio impero del commercio di opere d’arte e di manufatti artistici di ogni foggia, diventando il primo in Italia tanto da guadagnarsi l’appellativo di “principe degli antiquari”.

E dopo una vita passata a comprare e vendere, a distribuire nel mondo i capolavori della cultura italiana, a restaurare e conservare pezzi preziosi, ha lasciato gran parte del suo patrimonio proprio alla città di Firenze che ha aperto, nel palazzo che fu di sua proprietà, un Museo che porta il suo nome.

Ma detta così è troppo facile: il percorso di quest’uomo, fra le mille difficoltà di un mondo difficile, in una Firenze che veniva sventrata per diventare capitale, attraverso la guerra e le battaglie politiche, è stato molto più ampio e travagliato. Ed è necessario approfondire per evitare che una vita sia risolta in una frase troppo semplice. Bardini non era solo un antiquario, ma era un uomo che sapeva riconoscere il valore delle cose e, cosa ancor più rara, sapeva farlo comprendere agli altri.

Alessandro Riccio impersonerà, con la sua solita verve comica e rispettosa, i panni dell’antiquario e il pubblico si sposterà con lui nei grandissimi saloni del museo, fra opere del Pollaiolo, di Donatello, del Della Robbia e fra mille altri capolavori.

A fianco di Alessandro Riccio, la bravissima Silvia Paoli già apprezzata in coppia con Riccio in numerosi altri spettacoli, e l’eclettico Gianluca Minari in un terzetto che farà rivivere tutto quel mondo che girava attorno a colui che era chiamato dai fiorentini “Stefanaccio”.

Un trio di attori bravissimi. Un luogo defilato e bellissimo. Una storia mai sentita. Tre elementi che sono  più che sufficienti per correre al Museo Bardini e godersi un altro evento che resterà ben impresso nei cuori del pubblico.

Dopo il tutto esaurito della precedente edizione a Marzo 2011 con più di 1200 presenze, questo evento viene nuovamente riproposto per dare al possibilità a tutto il pubblico di godere sempre di più di un patrimonio artistico e culturale inestimabile.

Prenotazione consigliata per limitazione di posti allo 055/23.42.42.7. (dal mart. al ven. dalle 8 alle 14 – sab. dom. lun. dalle 8 alle 17). Ingresso: € 12.

Il 27 – 29 – 30 settembre

4 –5 –6 – 7 –8 –13 -14 -15 ottobre ore 21.15

16 ottobre ore 17

 

MUSEO STEFANO BARDINI

Via dei Renai, 37 – FIRENZE

http://www.tedavi98.it/stefanaccio_-_museo_bardini.htm

 

LEAVE A REPLY