Alla ricerca della romanità perduta

0
207
Condividi TeatriOnline sui Social Network

SERATA EVENTO IN ONORE DI ROMA E  DELLA ROMANITA’, con Francesco Venditti, Anna Foglietta, Max Paiella, Elda Alvigini Fabrizio Sabatucci, Riccardo Scarafoni, Alessandro Di Carlo, Jonis Bascir, Cristiana Vaccaro, Sveva Alviti, Antonella Alessandro, Lola Pagnani.

Ingresso Gratuito

Poesie, aforismi, sonetti, brani tratti da film, testi di canzoni che rievocano la grande tradizione romana. Omaggi ai cantori di Roma di ieri e di oggi, come Cesare Pascarella, Giuseppe Gioachino Belli, Trilussa, Ettore Petrolini, Alberto Sordi, Anna Magnani, Aldo Fabrizi, Monica Vitti, Paolo Panelli, Renato Rascel, Franca Valeri, Gigi Proietti e Gabriella Ferri.

Si svolgerà lunedì 24 Ottobre 2011 al Teatro Quirino Vittorio Gassman alle ore ore 21, la manifestazione “Alla ricerca della romanità perduta”, una serata evento gratuita ideata e promossa dall’Associazione Culturale Formi4, di Fabrizio Sabatucci assieme a Francesco Venditti, Riccardo Scarafoni e Veruska Rossi dedicata a Roma, alla sua tradizione, a quel senso di appartenenza che ci lega alla nostra amata città.

Lo spettacolo: Tanti giovani attori, romani doc o d’adozione, si alterneranno sulla scena. Anna Foglietta darà vita ad un dissacrante monologo di Franca Valeri, Francesco Venditti leggerà poesie di Gigi Proietti, Alessandro di Carlo si cimenterà in un monologo sulla Repubblica Romana del 1849, Riccardo Scarafoni leggerà “Er Fattaccio” di Americo Giuliani, Elda Alvigini declamerà poesie di Pascarella e Trilussa, Fabrizio Sabatucci e Cristiana Vaccaro riproporranno un dialogo tratto dal film “Amore mio aiutami” con Alberto Sordi e Monica Vitti, Jonis Bascir porterà in scena il monologo “Lulù” di Aldo Fabrizi, Antonella Alessandro proporrà il monologo “La Voce Umana” di Anna Magnani, Sveva Alviti si esibirà in un monologo di Monica Vitti. L’attore e musicista Max Paiella farà da contrappunto musicale, con i suoi stornelli romani, ai vari momenti della serata.

 

L’Evento: “L’obiettivo primario del progetto è quello di conservare quanto ci hanno lasciato e insegnato i grandi maestri romani: poeti, scrittori, attori, suonatori. Un passaggio di consegna ai giovani talenti romani che, interpretando brani scelti, rivivranno, scopriranno e diffonderanno la preziosa eredità lasciata dai maestri”, spiega Fabrizio Sabatucci, curatore del progetto. Personaggi romani rimasti nella storia della Città Eterna soprattutto per i consensi popolari riscossi. Gli artisti della Roma passata, verranno ricordati per le gesta eroiche, le melodie, le rappresentazioni o anche per semplici e brevi frasi, capaci però di veicolare lo spirito di un’intera comunità e di trasformarsi rapidamente in tratto distintivo dell’universo romano.

La Romanità attraverso i sensi: Nella cornice del Tetro Quirino, storico teatro romano dove si sono esibiti artisti del calibro di Ettore Petrolini, Eduardo De Filippo, Vittorio Gassman, Carmelo Bene, Carlo Giuffrè, Giorgio Strehler, Paolo Stoppa, Paola Borboni, Luca Ronconi e molti altri, si rievocherà un’ atmosfera eterna, non solo attraverso lo spettacolo ma anche con immagini, sapori e suoni. Una serie di iniziative nel foyer del teatro avranno il compito di introdurre lo spettatore ad un concetto di romanità a tutto tondo, anche attraverso i sensi. Nel foyer infatti sarà allestita una mostra fotografica dedicata alla Roma di ieri nella Roma di oggi che ritrarrà scorci, momenti e atmosfere tipicamente romane; attimi intimi dell’essenza di questa città. Al pubblico inoltre sarà offerto un aperitivo romano con la degustazione di prodotti tipici di Roma e dintorni. Il tutto sottolineato da un accompagnamento musicale che rimanderà alle atmosfere dei famosi stornelli.

INFORMAZIONI

Alla ricerca della Romanità perduta

Lunedì 24 ottobre 2011 ore 21.00

Teatro Quirino Vittorio Gassman – via delle Vergini, 7 00187 Roma

numero verde 800.013.616

biglietteria tel 06.67.94.585

mail info@teatroquirino.i

 

LEAVE A REPLY