Nel Nome del Padre

0
206
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Primi anni Sessanta. Dopo la morte prematura del padre, Carmela trascorre la sua adolescenza con una madre frustrata e severa.
Gli anni passano e Carmela, ventisette anni, viene sedotta e violentata da un giovane forestiero.
Condizionata dai pettegolezzi di paese, si convince che denunciare quell’uomo potrebbe risultare sconveniente. E così la violenza subita si trasforma improvvisamente in una “buona occasione” per prendere marito. Il matrimonio di Carmela si rivela però un fallimento e la nascita della piccola Lucia non migliora le cose. La bambina troppo presto imparerà a capire la differenza fra il bene e il male “ma certe cose non si possono dimenticare…”

INTERGEA, nata nel ’97, si occupa di progettazione, produzione e gestione di progetti teatrali (Nel nome del padre, Amore e Psiche, Libertà è partecipazione, Closer, Donna de Paradiso), musicali (Francesco Sossio Sacchetti, Michele Giuliani) e cinematografici (La misteriosa fiamma della regina Loana, L’ascensore, Roots, Non credea mirarti, Uno di noi, Il cielo non cade, Genesi).

Terry Paternoster dopo il Diploma d’Arte Drammatica si laurea in Arti e Scienze dello Spettacolo – Teatro e Arti Performative – alla Sapienza di Roma. Inizia la sua carriera professionale occupandosi principalmente di teatro. Riceve numerosi riconoscimenti come migliore attrice. Fra gli ultimi: Premio Radio RAI Microfono di Cristallo; Premio Imola per il Teatro, Chiave d’Argento consegnata dal presidente di giuria Roberto Herlitzka; Premio “In Breve” Teatro Puccini di Firenze. Nel 2010 con “Nel nome del padre” è finalista al Premio Calcante per la Drammaturgia (Siad). Nel 2011 pubblica con Arduino Sacco Editore “Lo Pozzo Magico”.

Domenico Laddaga, attore e regista. Dopo il diploma d’Arte Drammatica fonda, insieme ad altri giovani attori e sotto la guida del maestro Vito Cipolla (allievo di Orazio Costa) la compagnia teatrale “Le Vignacce” con la quale gestisce il Teatro “Maurizio Fiorani” di Canale Monterano.Firma la prima regia in uno spettacolo dedicato a Giorgio Gaber e continua da allora la sua carriera in teatro e nel cinema.

LEAVE A REPLY