VALENTINIANO CHRISTIAN LEOTTA INTERPRETA BEETHOVEN al Festival Internazionale

0
237
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Dopo il grandissimo successo del concerto della violinista coreana Dami Kim, protagonista di un’esibizione che sabato scorso ha incantato il numerosissimo pubblico del Ridotto del Mancinelli di Orvieto, il programma del Festival Internazionale Valentiniano organizzato dal M° Carlo Frajese, che si protrarrà fino al 30 ottobre prossimo, prosegue sabato 8 ottobre alle ore 17 con il concerto del pianista CHRISTIAN LEOTTA che, sempre al Ridotto del Teatro Mancinelli, presenterà musiche di Beethoven (Sonata op. 10, n. 2 in Fa Maggiore – Sonata op. 2, n. 3 in Do Maggiore – Sonata op. 57 “Appassionata” in Fa Minore).

Allievo di Karl Ulrich Schnabel, Christian Leotta nasce a Catania dove comincia lo studio del pianoforte all’età di sette anni. Ha studiato al Conservatorio “Verdi” di Milano con Mario Patuzzi, alla Fondazione Internazionale Theo Lieven per il pianoforte sul Lago di Como, con Rosalyn Tureck alla “Tureck Bach Research Foundation” di Oxford e alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Statale di Milano.
Nell’aprile del 2004 il Presidente della Repubblica italiana, on. Carlo Azeglio Ciampi, premia Christian Leotta con la sua prestigiosa Medaglia per l’esecuzione dell’integrale delle trentadue sonate per pianoforte di Beethoven effettuata dal giovane interprete in Italia, Europa e nelle Americhe. Questo importante riconoscimento, il più alto conferito grazie ad un evento artistico, segue una serie di indiscutibili successi ottenuti da Christian Leotta in veste di solista e di solista con orchestra, sia in Italia, sia nei più di quaranta paesi di Europa, Americhe, Asia, Oceania e Africa che hanno visto il giovane interprete esibirsi.
Presentando per la prima volta nel 2002 a Montréal, all’età di soli 22 anni, l’integrale delle 32 sonate per pianoforte di Beethoven, Christian Leotta
è il più giovane pianista al mondo, dai tempi del giovane Daniel Barenboim, ad aver mai affrontato in pubblico, nell’arco di meno di un mese, l’eccezionale impresa musicale. Leotta è stato da allora protagonista di tredici esecuzioni del ciclo completo delle 32 sonate beethoveniane, interpretando con straordinario successo l’intero corpus, oltre che a Montréal, in importanti capitali musicali internazionali quali Città del Messico, Lima, Madrid, Rio de Janeiro, Vancouver, Venezia, Ville de Québec, ecc.

LEAVE A REPLY