“La vita che ti diedi” di Luigi Pirandello

0
443
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Regia: Aldo Paladino
Aiuto regia, audio e luci: Luigi Bartoli
Scenografia: Aldo Paladino e Lucio Giudice
Produzione Arca Onlus

Interpreti: Maria Enrica Fermini, Lucia Mita, Iris Grassi, Anna Borri, Lucio Giudice,
Margherita Caravello, Ivano Presta, Lorenza Sacchetto e Stefano Nicolai.

Note di Regia

“La vita che ti diedi” rappresenta il dramma della solitudine.
La vita non esiste in sè e per sè, ma nella misura in cui noi
la “inventiamo” giorno per giorno. La persona che vive la sua
vita quotidianamente vicino a noi,vive la nostra vita.
La persona che vive la sua vita lontana da noi, la vive “inventata”
nel nostro pensiero, nel ricordo e nell’immagine che ci ha lasciato.
La persona poi torna diversa, trasformata da come ricordavamo.
Dopo sette anni di assenza, torna malato da Donn’Anna il Figlio
Fulvio che, dopo pochi giorni, muore.
Impazzita dal dolore, la madre si rifiuta di riconoscere nella persona morta
il proprio figlio, perchè tornato diverso, trasformato.Tenta disperatamente
di “mantenerlo vivo” nel pensiero, nel ricordo e nelle immagini che le restano
di lui del tempo in cui vivevano insieme. Solo alla fine del terzo atto,
Donn’Anna esprime la consapevolezza della morte del figlio e del dramma
della solitudine, tragica condizione di coloro che restano:
“E io, qua? – E’ ben questa la morte – cose da fare, si voglia o non si voglia –
e cose da dire … – siamo i poveri morti affaccendati – martoriarsi – consolarsi
– quietarsi – E’ ben questa la morte.”

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

ARCA ONLUS
Tel. e Fax 06.3058731 – Cell. 339.5980527

WWW.TEATROLESALETTE.IT
Tel. 06.68809478

INGRESSO
Biglietto unico Euro 12,00

Il ricavato è devoluto all’Associazione “Arca Onlus”
nell’ambito delle proprie attività pro assistenza sociale
agli anziani ed ai portatori di handicap.
Sede Arca Onlus:
Via Castelbianco, 12/14 – 00168 – Roma

Presidente responsabile: Aldo PALADINO

LEAVE A REPLY