SENZA RADICI

0
221
Condividi TeatriOnline sui Social Network

SENZA RADICI
“Il meticcio è il migrante perpetuo, sempre in bilico fra più mondi. E quando sei in bilico o stai cadendo o stai danzando”. Ashai

Sempre a metà fra più mondi, diviso tra molteplici identità, il meticcio è il migrante perpetuo. Questo spettacolo nasce dalla volontà di raccontare la storia di chi deve sentirsi straniero a casa sua, nel luogo dove vive, lavora, si innamora e cresce i suoi figli; e per raccontare questa storia c’é la necessità di un linguaggio universalmente compreso: la musica, la danza. Senza Radici è il percorso di un ipotetico viandante, che dall’Italia all’Africa nera va alla ricerca della terra di mezzo.
L’idea di Senza Radici nasce nell’ottobre 2008, come progetto musical-coreutico, dopo la partecipazione del gruppo di musicisti al Festival delle Culture di Bologna e, la richiesta da parte del National Geographc di girare un video per il loro canale Sky. Nasce dalla volontà di Ashai Lombardo Arop, performer italo-sudanese, di raccontare la sua storia di straniera in patria, di migrante perpetua, attraverso un linguaggio universalmente compreso, la musica, la danza. Già dopo pochi mesi di vita, lo spettacolo ha avuto l’onore di partecipare al 18° Festival del Mediterraneo di Genova, condividendo il palco con Faraualla, Maria Joao, Yungchen Lhamo, Dobet Gnahoré e molte altre donne della musica del mondo. Nel 2010 Senza Radici diventa un video documentario ed uno spettacolo di teatro danza multimediale, che vince il premio BIANCO&NERO Giovani Realtà del Teatro, assegnatogli dall’Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine. Nel 2011 il concerto e il video si uniscono, dando vita ad uno spettacolo completo, che ambisce all’utilizzo di più linguaggi possibili, per esprimere la condizione del meticciato culturale del nostro tempo e del meticcio, come individuo molteplice. Un concerto/spettacolo, che unisce musica d’autore e musica tradizionale, danza, momenti teatrali e video proiezioni. Un modo di intendere lo spettacolo a 360°, dando voce al corpo e corpo alla voce, in cui entrambi parlano tutte le lingue del mondo.

Il gruppo di SENZA RADICI:
ASHAI LOMBARDO AROP -danze e voce
MATTEO AGOSTINI – saxofoni
LOREDANA CARANNANTE – voce
COSTANZA CRUILLAS – basso elettrico
DIANA DE ROSA – danze popolari
LAURA FABRIANI – tamburi a cornice
MARNA FUMAROLA – violino
FRANCESCO MEGLIOCCA – danza e mimo
SAMBA MBAYE – afro-batteria
ANDREA TRABUCCO – chitarra e percussioni
AZZURRA FRAGALE – fonica
con la partecipazione di MARCO LAZZARI al pianoforte

Ingresso 10 euro tessera associativa (per chi ancora non la ha) 3 euro

LEAVE A REPLY