LA CLAQUE

0
236
Condividi TeatriOnline sui Social Network

 

 

 

 

 

 

 

 

Giovedì 1 dicembre 2011  

 

Ore 22.30

LA Claque

Thank you (USA)
My Right Of Frost
Non è sempre facile riuscire a portare in città i gruppi i cui dischi hai consumato fino alla malattia. Ma quando succede sono fuochi d`artificio. Già visti dal vivo in Italia lo scorso anno, sono una vera bomba che non permette di stare fermi nemmeno un minuto. Incredibili.
Thank You
Una bomba sonora, scoppiettante, che non riesci a trattenere in mano, che ti scappa da tutte le parti. Si battono i piedi, entrambi e non per il freddo, si battono le mani ai tempi strani, si seguono le melodie sghembe e si fa festa. Da Baltimora, negli Stati Uniti, arrivano questi evoluti figli di El Guapo e Battles, di Talibam! e Paul Newman. Due chitarre, basso e tastiere che vanno dietro alla batteria che fila. E fonde. 

BIGLIETTI

Intero: 7

 

Venerdì 2 dicembre 2011  

Ore 22.30

La Claque

IL PARTENZISTA

Di Lorenzo Capello

il partenzista di lorenzo capello? è un disco che ascoltato in cuffia in una stazione ferroviaria una domenica pomeriggio di novembre potrebbe salvarvi la giornata.
o almeno, potrebbe convincervi che c’è di peggio, il che è già un ottimo risultato la base è jazz, suona di trombone, sassofoni, pianoforte, contrabbasso e batteria e di qualche strumento giocattolo e di improvvisazione con e senza rete, con e senza rette e di una voce più rassicurante dell’altoparlante con l’uomo automatico che ci parla dentro l’altezza è variabile, sale dalle traversine con odore di catrame che non se ne trovano più alla linea gialla, alla panchina vuota, fino ai fili dell’alt-attenzione la diagonale parte dalla musica per cartoni animati noir di derivazione atlantidea, per passare al circo con pagliacci equilibristi e popcorn troppo cari, all’orologio che è sempre avanti o indietro, all’umanità varia che viaggia in scompartimenti stagni, al distributore automatico di zucchero filato, al momento in cui finalmente apri la porta del vagone e speri che dal finestrino ci sia una bella vista su prati irlandesi o almeno su un disco di tom waits questa è l’anteprima ufficiale del partenzista per etichetta orangehomerecords suoneranno i musicisti del disco con i quali il nostro si è trovato magnificamente, da qualsiasi punto di vista: antonio gallucci ai sassofoni, francesco di giulio al trombone, lorenzo paesani al piano, dino cerruti al contrabbasso, se stesso alla batteria.

BIGLIETTI

Intero: 7

LEAVE A REPLY