“Miniature” concerto per violoncello e pianoforte con Bernardino Penazzi e Sabrina De Carlo

0
567
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Il Teatro Arciliuto continua ad incantare il suo pubblico offrendo una programmazione ricca e variegata; un luogo magico che accoglie i suoi ospiti trasportandoli in un atmosfera ammaliante, seducendoli con i suoi colori, la sua musica e i suoi spettacoli…

Domenica 11 Dicembre Il Teatro offre una serata davvero speciale, dedicata alla musica classica, con un concerto per violoncello e pianoforte eseguito magistralmente da Bernardino Penazzi e Sabrina De Carlo.

Con il concerto “Miniature” il duo presenterà un viaggio tra le note di grandi maestri tra cui Ravel, Schostakovich, Bach, Mendelssoh… tra i vari brani spiccano i tre pezzi di Webern e la Sonata di Debussy, punta di diamante del repertorio per violoncello e pianoforte.

Bernardino Penazzi al violoncello e Sabrina De Carlo al pianoforte attraverso queste “Miniature” proporranno attimi di sospensione nell’universo musicale e brani di grande intimità.

Un concerto intenso, ammaliante attraverso una musica in grado di creare suggestioni, far sentire profumi, vedere colori, avvertire atmosfere.


“MINIATURE”

Concerto per violoncello e pianoforte

Bernardino Penazzi  e  Sabrina De Carlo

 

M. Ravel “Vocalise en forme de Habanera” (189)

Z. Kodaly  Sonatina (1957)

D. Schostakovich “Springtime Waltz”

A. Webern 3 pezzi op.11 (1914)

J .S. Bach Andante, dalla prima sonata in Sol Magg

E.Granados “Orientale”

C. Debussy Sonata per Violoncello e pianoforte (1915)Prologo, Serenata, Finale

G.Faurè “Sicilienne”

F. Mendelssohn Bartoldy “Lied ohne worte”

 

Teatro Arciliuto, piazza Montevecchio 5, Roma

Domenica 11 dicembre – ore 19,00

Aperitivo e Concerto – euro 15,00

 

Bernardino Penazzi

diplomato in violoncello con Maria Leali presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, perfezionandosi contemporaneamente alla Scuola di Musica di Fiesole. Successivamente ha studiato quartetto d’archi con Franco Rossi e strumento solista con Moud Tortellier a Nizza e con Anatoli Nikitin, primo violoncello della Filarmonica di San Pietroburgo. È attivo sia nella libera improvvisazione jazzistica che nella musica classica e contemporanea. Ha fondato il Quartetto “Schiavoni-Penazzi-Studer-Orselli” per il progetto If there are any heavens, ispirato alle liriche di E.E. Cummings ed il Quartetto d’archi “Harmos”

Ha suonato con A. Braxton, R. Fassi, E. Fioravanti, L. Jenkins, E. Rava, G. Schiaffini, R. Ottaviano, G. Mazzon, M. Schiano, M. Coen, D. Studer, J. Russel, R. Turner, P. Favre, T. Oxley, in numerosi festival internazionali.

Nel 2007 ha conseguito la Laurea di secondo livello in Musica da Camera, con il M° Marco Lenzi presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma col massimo dei voti e la lode. Dal 1987 è membro stabile dell’Orchestra Sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di

 

Sabrina De Carlo

Diplomata in Pianoforte presso il Conservatorio Francesco Morlacchi di Perugia e in Musica da Camera al Conservatorio Santa Cecilia di Roma, si è perfezionata all’Accademia Chigiana con Michele Campanella, dove ha ottenuto il Diploma d’onore. Negli USA ha conseguito un Master’s Degree in Piano Performance alla Longy School of Music di Cambridge (Massachusetts) e un Artist Diploma alla Brandeis University di Waltham (Massachusetts).

Si è esibita come solista e musicista da camera in Italia, Stati Uniti d’America, Austria e Croazia. Il suo amore per la musica da camera l’ha condotta a collaborare con artisti di fama internazionale, tra cui Jalle Feest (violino), Elizabeth Keusch (soprano), Daniel Petrovitsch e David Russel (violoncello), Andrea Coen (fortepiano) e con il Providence String Quartet.

LEAVE A REPLY