I Canti Orfici di Dino Campana raccontati da Roberto Melchiorre

0
246
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Nuovo appuntamento con i “Classici all’ora del tè”. La fortunata rassegna del Teatro Immediato di via Gobetti diretto da Edoardo Oliva, ritorna, infatti, sabato 28 gennaio alle 21,30 e domenica 29 alle 17,30. Questa volta tocca a Dino Campana, uno dei personaggi più originali e affascinanti della letteratura italiana del secolo scorso. Come è nella tradizione di queste particolarissime “letture teatrali”, Roberto Melchiorre, autore dei testi dello spettacolo, racconterà la tormentata esistenza di questo sfortunato poeta (la difficile infanzia, il rapporto conflittuale con la madre, la pazzia, la violenta passione per Sibilla Aleramo, l’attività letteraria, le continue fughe…), mentre Ezio Budini e Tiziana Di Tonno (nella parte di Sibilla Aleramo) reciteranno alcune delle parti più significative dei Canti Orfici, il capolavoro del poeta toscano. “Si tratta – dice Melchiorre – di un’opera che non ha eguali nella nostra letteratura. Non a caso un altro grande poeta, Mario Luzi, ha definito i Canti il massimo tentativo italiano di creare un “sublime” moderno, una sorta di grande metafora della onnipresenza umile della vita. Il frutto, quindi, non di una mente poetica allucinata e folle, bensì il risultato di una complessa e raffinata esperienza culturale. Campana, infatti, ama la grande tradizione musicale romantica, ma anche Wagner, adora De Chirico e i cubisti, ma anche Giotto e Masaccio, la tradizione poetica francese, ma anche Dante, Ariosto e Tasso. Insomma, un poeta tutto da leggere e rileggere”. La regia è firmata da Ezio Budini, l’allestimento scenico è di Francesco Vitelli. Per informazioni e prenotazioni tel. 0854222808-3336530249.

LEAVE A REPLY