Servo in scena

0
196
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Per la Stagione 2011/2012 della Fondazione del Teatro Stabile di Torino, martedì 24 gennaio 2012, debutterà, alle ore 19.30, al Teatro Carignano di Torino (piazza Carignano, 6) SERVO DI SCENA di Ronald Harwood, con la traduzione di Masolino d’Amico, la regia di Franco Branciaroli, le scene e i costumi di Margherita Palli e le luci di Gigi Saccomandi.
Servo di scena, prodotto dal CTB Teatro Stabile di Brescia e dal Teatro de Gli Incamminati, è interpretato da Franco Branciaroli  (nel ruolo di Sir Ronald), affiancato da Tommaso Cardarelli – già apprezzato nel ruolo di Clov in Finale di partita di Beckett accanto a Branciaroli – nel ruolo di Norman,  il “servo di scena” .
Accanto ai due protagonisti si muovono tutte le altre figure della compagnia, in un sublime gioco di specchi dove attori recitano il teatro: dalla moglie di Sir  Ronald interpretata da Lisa Galantini (Milady), alla direttrice di scena innamorata segretamente del protagonista Melania Giglio (Madge), agli attori della compagnia, i pochi anziani che la guerra ha lasciato in patria: Daniele Griggio (Geoffrey Thornton) e Giorgio Lanza (Mr.Oxenby), e la giovanissima attrice in carriera interpretata dalla debuttante assoluta Valentina Violo (Irene). Lo spettacolo, sarà replicato al Teatro Carignano fino a domenica 5 febbraio.

Franco Branciaroli dirige e interpreta Servo di scena, uno dei più celebri testi teatrali di Ronald Harwood, che ne curò l’adattamento cinematografico per l’omonimo film di Peter Yates (1983) interpretato da Albert Finney, Orso d’Oro a Berlino. Harwood, commediografo, e sceneggiatore di origine sudafricana, dopo l’esordio come attore comincia a lavorare dietro le quinte come autore: Servo di scena (The Dresser) è il primo successo, che gli apre le porte delle grandi produzioni cinematografiche internazionali, fino all’Oscar del 2003 come sceneggiatore de Il pianista diretto da Roman Polanski. Questa commedia, appassionata celebrazione del teatro e della sua gente, è una perfetta ricostruzione d’epoca che fa da cornice agli ultimi successi di un grande attore, ormai al tramonto.
Servo di scena racconta la storia di un vecchio capocomico, attore shakespeariano un tempo osannato dalle folle e dalla critica. Colpito da malore proprio alla vigilia della prima del Re Lear, l’attore sembra sul punto di dare forfait: sarà il suo servo di scena Norman a spingerlo sul palco, nonostante tutto…
Dopo numerosi esilaranti contrattempi, al termine dello spettacolo, mentre gli altri attori se ne vanno a casa, solo il buon Norman lo assiste.
L’anziano attore, sentendo di essere in punto di morte, gli consegna la propria autobiografia, una specie di testamento spirituale in cui ringrazia tutti i membri della sua compagnia, lodandoli uno per uno, dal primo all’ultimo, tranne – guarda caso – proprio il suo servo di scena.
Omaggio all’Inghilterra e a Shakespeare, questo testo è soprattutto un inno al teatro, alla sua capacità di resistere in tempi difficili, alla sua insostituibilità e Franco Branciaroli, uno degli artisti più importanti e vitali della nostra scena, ne è l’interprete e il regista ideale.

INFO BIGLIETTERIA:

Per informazioni telefono 011/5176246

Biglietti:
Settore A – intero € 34,00
Settore B – intero € 28,00
Recite: martedì e giovedì, ore 19.30; mercoledì, venerdì e sabato ore 20.45; domenica ore 15.30; lunedì riposo.

LEAVE A REPLY