La Portinaia

0
406
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Con Donatella Pompadour, Veronika Logan, Livia Cascarano

Regia di Maddalena de Panfilis

Da un’idea di Luisanna Tuti

Giovedì 8 marzo 2012 all’Auditorio del Massimo zona Eur debutterà “La Portinaia”, commedia teatrale e musicale, nella quale le canzoni e i dialoghi racconteranno insieme l’atmosfera della storia e il succedersi degli eventi senza soluzione di continuità, con un ritmo brillante che si farà via via più incalzante fino alla soluzione finale. In scena Donatella Pompadour (La portinaia Marina), Veronika Logan (Signora Anna), Livia Cascarano (Livia, figlia della signora Anna), Tania Angelosanto (Lyena), Fatimata Dembele (Fatimata), Carmen Tejedera (Gemma).

“La Portinaia” nasce da un’idea di Luisanna Tuti che, passando ogni giorno davanti la sua portineria, vedeva raccolte intorno all’imponente Portiera Gina una serie di colf di etnie diverse: colombiana, ucraina, filippina e nigeriana. Tutte le mattine si ripeteva il rito del caffè: a turno ognuna di loro portava un thermos, il cui contenuto fumante veniva diviso equamente e si imbastivano discorsi sui problemi del mondo intero. Ognuna parlava dei problemi del proprio paese, dei governi, dei prezzi, delle scuole, dei figli, dei problemi legati al permesso di soggiorno e molto altro. Silenziosa e risolutiva dominava Gina che tacitamente pensava su come intervenire per risolvere i problemi di tutti.

In Gina, generosa e disponibile, abbiamo voluto identificare la nostra Roma. Criticata, piena di difetti, ma anche tanto amata da coloro che imparano a conoscerla. Roma, così accogliente e tollerante verso tutti; così calda, solare, unica che, con la sua magia incanta e seduce anche i turisti più esigenti. Roma, crocevia di razze e religioni, che fin da epoche remote ha saputo affrontare e mediare le responsabilità derivanti da popoli così diversi, avviandoli ad una integrazione, spesso difficile, con l’Europa tutta.

Questo progetto è stato realizzato e voluto con il sostegno del Consigliere Francesco Smedile di Roma Capitale.

Le scenografie sono di Francesco Montanaro, le musiche del Maestro Alessandro Mancuso e i costumi di Antonella Balsamo.

Si tratta di un’ unica serata ideata in occasione dell’8 marzo, “ Festa della donna”, per festeggiare le donne e la città di Roma.

Il pubblico potrà accedere gratuitamente solo su prenotazione telefonica.

Auditorio del Massimo

Via Massimiliano Massimo 1, 00144 Roma

Per info e prenotazioni Tel. +39 06.45553476

10,30/13,30 – 14,00/18,00

LEAVE A REPLY