Giasscritto, concerto della formazione jazz dell’Opera

0
243
Condividi TeatriOnline sui Social Network

E’ Giasscritto il concerto ospitato al Teatro Manzoni domenica 1 aprile, alle ore 11, con il Jazz Group dell’Opera di Roma. La formazione jazz del Teatro dell’Opera, nata nel 2009 da un’idea di Claudio Cimpanelli, professore dell’Orchestra dell’Opera, si esibirà in un ampio repertorio che spazia dalla tradizione jazz storica con Duke Ellington (Satin doll, In a sentimental mood), Miles Davis (So what), a brani originali scritti appositamente per il gruppo da Claudio Cimpanelli (Minotauro love, Mare nostrum, Linea balcanica: omaggio a Béla Bartók). La formazione propone al pubblico anche una rivisitazione della tradizione sinfonica di Johannes Brahms (Allegretto swing dalla Sinfonia n. 3 in fa maggiore) e di quella operistica italiana con elaborazioni di temi famosi da La Tosca di Giacomo Puccini (Fantasia latino americana su Tosca e Vissi d’arte, vissi d’amore), e da Aida di Giuseppe Verdi (Fantasia su Aida) e il brano Amneris in the sky: suggestioni verdiane, di Claudio Cimpanelli.

Il gruppo nel 2009 riunisce alcuni elementi dell’Orchestra del Teatro dell’Opera che decidono di trasformare la passione per la musica jazz in un progetto artistico originale: un modo di suonare secondo i canoni della tradizione classica jazz, mediante assoli scritti e non improvvisati, con grande attenzione verso l’intonazione e un fraseggio pulito, e il richiamo costante alla cultura musicale italiana. Il nome del gruppo, Gias-scritto, è un rimando chiaro all’italianizzazione del termine Jazz, e all’uso della partitura scritta e non improvvisata.

Gli strumenti utilizzati sono quelli dell’orchestra classica e della tradizione jazzistica: flauto, violino, clarinetto basso, fagotto, controfagotto, pianoforte, sassofono, contrabbasso e batteria. La formazione è concepita come una sorta di laboratorio che cambia a seconda degli arrangiamenti. Nel concerto al Teatro Manzoni si esibiranno, Marta Rossi (flauto in do/sol), Angelo De Angelis (clarinetto), Ermete Quondampaolo (clarinetto basso e corno di bassetto), Simone Salza (sax contralto e soprano), Eliseo Smordoni (fagotto), Fabio Morbidelli (fagotto e controfagotto), Piero Canuti (clarinetto piccolo), Alessio Bernardi (corno), Claudio Cimpanelli (tromba/flicorno), Marco Piazzai (trombone), Germano Neri (pianoforte), Maurizio Luciani (contrabbasso), Mario Distaso (batteria). Gli arrangiamenti e le elaborazioni sono a cura di Claudio Cimpanelli.

Info: www.operaroma.it

 

LEAVE A REPLY