L’importanza di chiamarsi Ernesto

0
374
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Commedia in tre atti, rappresentata per la prima volta nel 1895 al St. James’s Theatre di Londra, il giorno di San Valentino. The Importance of Being Earnest narra la storia di Jack Worthing e Algernon Moncrieff, due gentiluomini londinesi che fingono di chiamarsi Ernest per attirare le simpatie delle belle ereditiere Gwendolen, cugina di Algernon, e Cecily, nipote di Jack. L’amata di Jack è però ostacolata dalla madre, la pungente Lady Bracknell, che non sopporta l’idea che la figlia si fidanzi con lui, orfanello ritrovato in una stazione ferroviaria. Algernon invece, innamorato della giovane Cecily, è contrastato proprio da Jack, che essendo zio e tutore della ragazza, vuole proteggerla dalla pericolosa superficialità dell’amico. Tra divertenti equivoci e in un crescendo di colpi di scena, Wilde ha saputo denunciare, con grande ironia e cinismo, tutta la superficiale retorica e le vuote convenzioni sociali dell’Età Vittoriana, elaborando una trama nella quale il duello verbale ha la meglio sulle azioni e conduce a un lieto fine niente affatto scontato.

Lo spettacolo è recitato in due lingue: inglese e italiano, dove gli aforismi di Wilde in lingua originalesi mescolano alle battute dell’autore in italiano, Il cast è composto da attori internazionali ; inglesi, americani e italiani dialogano tra loro in due lingue cosi da darvi l’impressione che sia un’unica lingua!Non perdetevi questa ccasione per vedere uno spettacolo originale nel suo genere e divertente nel mostrare le contraddizioni e i colpi di scena sull’identità di Earnest.

In scena il 20 e 21 aprile alle ore 21 al Teatrino del Circolo Pavese (Bo)

LEAVE A REPLY