Pietra Montecorvino, Gennaro Cosmo Parlato e Maria Nazionale: un atteso tridente per il week end al Trianon

0
198
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Il Trianon cala un bel tris di campioni della scena musicale partenopea per il prossimo week end.

Per la megarassegna del teatro pubblico, Trianon music live, venerdì 30, alle 21, è protagonista Pietra Montecorvino; sabato 31 marzo, sempre alle 21, Gennaro Cosmo Parlato; domenica 1° aprile, stavolta alle 18, per evitare la concomitanza con la partita di calcio del Napoli, Maria Nazionale.

Il biglietto per ogni serata costa 15 euro, ridotto a 10 per il loggione. In alternativa è ancora possibile sottoscrivere un pratico abbonamento: 5 spettacoli a scelta a 50 euro, oppure 3 titoli a 30 euro.

Vendita dei biglietti online sul sito del Trianon www.teatrotrianon.org. Informazioni telefoniche allo 081-225 82 85. Approfondimenti informativi su radio Marte, media partner ufficiale del teatro (www.radiomarte.it).

Pietra Montecorvino (venerdì 30 marzo). Il suo spettacolo, intitolato Malamusik, da lei stessa ideato e diretto, mette in scena un percorso musicale che attraversa Napoli con una lettura dichiaratamente folle e originale. In scena una scenografia minimale intimista: un tavolino, una sedia e uno specchio, che accompagnano l’artista in un viaggio attraverso la canzone napoletana classica, moderna, etnica, con episodi di musica neomelodica scritta «dai figli dei figli dei figli dei poeti di contrabbando». Contrappunto alla musica alcune brevi letture di pensieri, scritti dalla stessa Pietra, e suggestive immagini proiettate. Gli arrangiamenti musicali e la direzione musicale sono di Eugenio Bennato. Allo spettacolo, prodotto da AreaLive, partecipano Attilio Pastore e Massimiliano Colonna, nonché i musicisti Erasmo Petringa (violoncello, oud, chitarra battente) e Daniele Brenca (contrabbasso).

Pietra Montecorvino esordisce al cinema, prima come protagonista accanto a Renzo Arbore e Roberto Benigni nel film F.F.S.S., nel quale interpreta la famosa canzone Sud, inno dello spirito e del carattere meridionale (1983), poi, due anni dopo, nella pellicola La ciorta di Feliciello di Mario Franco. Successivamente, dopo tante collaborazioni con importanti artisti della scena teatrale e musicale napoletana, arriva nel 2009 al lancio di Italiana, un volo musicale nel repertorio dei maggiori cantautori del recente passato. Con la sua partecipazione al film Passione di John Turturro riceve i premi del festival del Cinema di Salerno e il Capri-Hollywood. Altro riconoscimento, nello scorso mese di dicembre, il premio Carosone alla carriera.

Gennaro Cosmo Parlato (sabato 31 marzo).

Con questo concerto, prodotto da Open air, il cantante e paroliere napoletano quarantenne ripropone una ventina di classici della canzone napoletana: da Maruzzella, con la quale ha partecipato al film di John Turturro Passione, a Tu si’ na cosa grande, da Core ‘ngrato a Canzone appassiunata.

Cantante e paroliere, debutta in teatro nel 2000, come protagonista dello spettacolo Eventi nuovi. Intanto inizia l’attività di autore di canzoni, scrivendo per Donatella Rettore, Fiordaliso e Aida Cooper. Nel 2004 collabora con Platinette e porta in scena lo spettacolo Che cosa c’è di strano: cover di canzoni italiane degli anni Ottanta con arrangiamenti molto originali e personali, che strizzano l’occhio ai tanghi argentini e ai balli caraibici. Il primo singolo è una rilettura caraibica di Maledetta primavera di Loretta Goggi. Sempre nel 2005 scrive Fragile per Mina, giudicata una delle più belle canzoni degli ultimi anni. Dopo una lunga partecipazione fissa al programma Markette di Piero Chiambretti su La7, inizia una nuova fase del suo percorso artistico: dal “coverista” con abiti e make up teatrale al cantautore. Soubrette, uscito a fine aprile 2009, è il primo disco di canzoni inedite.

Maria Nazionale (domenica 1° aprile). Il concerto, intitolato Tour 2012 e prodotto da Eventi e eventi, riprende il percorso artistico della cantante, proponendo i vecchi brani che l’hanno resa nota al grande pubblico, come Però te penzo, C’è lei, Ragione e sentimento, fino a quelli più recenti che sottolineano il cambiamento artistico rivolto sempre più al mondo musicale etno-pop, scritti da autori come Carlo Faiello, Enzo Gragnaniello, Pasquale Ziccardi e Tullio De Piscopo. Un’ampia parentesi è dedicata ai classici della canzone napoletana che da sempre l’hanno accompagnato nella sua formazione artistica, con omaggi a grandi autori come Modugno, Carosone e E.A. Mario. Con lei sul palco il chitarrista Michele Montefusco, il pianista Giuseppe Cantarella, il bassista Francesco Sigillo, il batterista Carmine De Rosa e il percussionista Robertinho Bastos.

Pur evocando le più antiche tradizioni stilistiche di canto, la voce di Maria Nazionale vive la contemporaneità con una fusione espressiva che ne fa un’interprete unica e inimitabile. Tra le tappe importanti della sua carriera la partecipazione nel 2010 al festival di Sanremo insieme a Nino D’Angelo e quella cinematografica al film Gomorra, che le è valsa la nomination al David di Donatello come migliore attrice, nonché l’intervento come special guest nello spettacolo Vola Vola Vola con il cantautore romano Francesco De Gregori. Attualmente è impegnata nella realizzazione del suo nuovo lavoro discografico.
Trianon – il teatro della canzone napoletana ®
(Trianon Viviani spa)

Paolo Animato
ufficio stampa
&comunicazione

piazza Vincenzo Calenda, 9
I-80139 Napoli

teatrotrianon.org

www.facebook.com/teatrotrianon

email animato@teatrotrianon.org
tel.   +39 081-225 82 85, int. 19
fax   +39 081 28 90 84

LEAVE A REPLY