Zubin Mehta al Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze

0
220
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Direttore Zubin Mehta
Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino

 

 

 

 

Heitor Villa-Lobos
Bachiana Brasileira n. 9
per solo coro

Alberto Ginastera
Variaciones Concertantes op. 23

Antonín Dvořák
Sinfonia n. 9 in mi minore op. 95 Dal nuovo mondo

 

Dei quattro viaggi verso le Americhe attribuiti ad Amerigo Vespucci (Firenze 1454 – Siviglia 1512), solo due sono considerati certi. Il primo (maggio 1499-giugno 1500) lo portò a scoprire le foci del Rio dell’Amazzoni e le coste del Brasile fino al capo di S. Agostino; il secondo e più importante (13 maggio 1501-22 luglio 1502), la baia di Rio de Janeiro, il Rio de La Plata e parte delle coste della Patagonia: inoltre, egli fu tra i primi a ritenere di aver scoperto un “nuovo mondo” e non le coste orientali dell’Asia, come ancora si pensava. E fu un dotto, Martin Waldseemüller, a proporre nel 1507 di chiamare America, ab Americo inventore, dallo scopritore Amerigo, le nuove terre. Firenze ed il suo Festival non potevano dunque non celebrare la memoria di Vespucci e Zubin Mehta ha scelto un programma che ben si addice ad onorarne le scoperte, con la Bachiana Brasileira n. 9 per solo coro del brasiliano Heitor Villa-Lobos, le Variaciones Concertantes dell’argentino Alberto Ginastera e la celeberrima Sinfonia Dal nuovo mondo di Dvořák, il primo e più geniale omaggio della cultura europea alla musica nordamericana. Un concerto che è il preludio alla grande tournée in Sud America che Mehta e l’Orchestra del Maggio terranno nell’agosto 2012, proprio nell’ambito delle Celebrazioni Vespucciane.

LEAVE A REPLY