L’associazione Avviso Pubblico realizza il primo portale italiano sul teatro civile

0
224
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Inserendo il proprio spettacolo su www.teatrocivilenetwork.it lo si fa conoscere agli
operatori culturali pubblici e privati, attivando una rete di opportunità e scambi culturali.
Ha già aderito Emilia Romagna Teatro Fondazione.

 

 

 

Promuovere la cultura della cittadinanza responsabile chiamando a raccolta tutti
coloro che in Italia producono spettacoli d’impegno civile per valorizzare al meglio
questo genere teatrale come strumento per affermare i valori della giustizia, della
legalità e della solidarietà. E’ questo l’obiettivo di Teatro Civile Network, un progetto
articolato e complesso voluto da Avviso Pubblico, l’associazione che dal 1996 mette insieme
comuni, province e regioni impegnate nella formazione civile contro le mafie. L’idea è quella di
favorire il raccordo tra l’offerta teatrale e i potenziali fruitori, vale a dire gli operatori
culturali degli Enti locali, della Scuola e del Terzo Settore.
Punto di partenza del progetto è la raccolta di segnalazioni sul sito
www.teatrocivilenetwork.it per dar vita a un catalogo del teatro civile italiano. E’ un
servizio che a tutt’oggi manca nel panorama culturale nazionale e del cui bisogno Avviso
Pubblico cerca di farsi interprete nella convinzione che il teatro civile in questi anni ha svolto
un’opera fondamentale e meritoria per far conoscere la Storia, anche recente, del nostro Paese.
Avviso Pubblico invita dunque le produzioni e le compagnie teatrali a partecipare al progetto
Teatro Civile Network inserendo nel catalogo i loro spettacoli che rientrano in una delle seguenti
categorie: mafie, memoria civile, educazione civica, storia recente, Costituzione,
vittime e stragi, la realtà delle donne, lavoro e diritti.
A ogni pièce inserita nel catalogo viene dedicata un’apposita pagina web con le
informazioni fornite dalle stesse produzioni e compagnie. Tanto più queste valorizzeranno il loro
spettacolo inserendo indicazioni dettagliate, recensioni, foto e video-clip, maggiori possibilità
avranno di essere contattati da chi potrebbe essere interessato a programmarlo. Il form per
segnalare gli spettacoli si trova online sul sito www.teatrocivilenetwork.it
accompagnato da un’apposita guida che spiega come compilarlo per ottenere la massima visibilità
nel catalogo.
Il sito è online da inizio giugno e in queste prime settimane hanno già aderito numerose
compagnie. E’ partner del progetto Emilia Romagna Teatro Fondazione che ha segnalato alcuni
suoi spettacoli prodotti anche in collaborazione con altri soggetti.
Dopo l’estate il catalogo del Teatro Civile Network sarà presentato con una iniziativa
istituzionale al fine di attivare una rete di opportunità e scambi culturali che nell’intento
di Avviso Pubblico possono favorire l’accesso al Teatro di nuovi pubblici e la divulgazione di una
cultura etica e morale per il bene del nostro Paese. Non soltanto agli associati ad Avviso Pubblico,
ma tutti gli operatori culturali degli Enti locali, della Scuola, del Terzo Settore che intendono
promuovere la cultura e la formazione civile, la memoria, la legalità e l’antimafia potranno trovare
all’interno del catalogo lo spettacolo che più risponde alle loro esigenze, contattando direttamente
le compagnie per programmarlo.
Si segnala infine che il sito ospita una speciale sezione scuola perché negli ultimi anni sono in
costante aumento presso gli Istituti superiori le esperienze teatrali sui temi civici con
laboratori a cura di compagnie teatrali. In questa sezione c’è la possibilità di segnalarle,
dando così vita ad un apposito catalogo finalizzato a promuovere scambi tra gruppi teatrali
studenteschi e a creare un nuovo circuito per gli allestimenti scolastici.

Dichiarazione di Andrea Campinoti, Presidente di Avviso Pubblico
<< Con questa iniziativa Avviso Pubblico intende rafforzare il proprio ruolo nella promozione della
cultura della legalità su due fronti. In primis sostenendo quanti in Italia producono teatro civile che
rappresenta una risorsa fondamentale per la riflessione collettiva. Sappiamo, infatti, quanta fatica
si faccia oggi in Italia su questo fronte, e noi vogliamo non solo sostenere chi lo fa ma anche dire
che per noi la tutela della dignità della persona la si fa indubbiamente garantendo servizi
essenziali, ma anche dando stimoli culturali affinché la nostra coscienza civile aumenti.
Al contempo, attraverso il catalogo che verrà costituito, Avviso Pubblico offrirà un servizio alle
tante realtà locali che grazie al sito del Teatro Civile Network potranno portare nelle loro comunità
spettacoli dal forte impegno civico.>>

Dichiarazione di Paola Parenti, Coordinatrice del Tavolo Cultura di
Avviso Pubblico e responsabile del progetto Teatro Civile Network
<<Ci auguriamo che le produzioni e le compagnie teatrali condividano con entusiasmo questo
progetto fortemente voluto da Avviso Pubblico poiché è facendo rete anche nel campo della
cultura che possono nascere risposte innovative nella lotta alle mafie e alla corruzione.
Avviso Pubblico ritiene che i linguaggi e gli strumenti del mondo della cultura e dell’arte siano
sempre più fondamentali oggi per diffondere i temi della legalità e giustizia, avvicinando nuovi
pubblici e in primis le giovani generazioni. >>
Per informazioni:
Alessandra Mariotti – Referente Teatro Civile Network
Cell. 3479131356 – email info@teatrocivilenetwork.it

Giulia Migneco – Responsabile Ufficio stampa Avviso Pubblico
cell. 335 7305980 – email: stampa@avvisopubblico.it

Avviso Pubblico.
La rete degli enti locali per la formazione civile contro le mafie
(www.avvisopubblico.it)
Avviso Pubblico. Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie, è
un’Associazione nata nel 1996 con l’intento di collegare ed organizzare gli
Amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della
legalità democratica nella politica, nella Pubblica Amministrazione e sui territori da
essi governati.
Attualmente Avviso Pubblico conta più di 200 soci tra Comuni, Province, Regioni.
L’Associazione è presieduta dal dottor Andrea Campinoti, Sindaco di Certaldo (Fi) e la sua sede
operativa si trova a Firenze. L’Associazione in questi anni ha svolto diverse attività tra le quali si
rammentano la collaborazione con Libera per la realizzazione della Giornata della memoria e
dell’impegno e anche con l’Arci per l’organizzazione della Carovana antimafie. Periodicamente,
l’Associazione pubblica appositi Quaderni di documentazione destinati agli amministratori locali e
alle persone impegnate nella lotta alle mafie. Dal 2006, Avviso Pubblico collabora al progetto sulla
cittadinanza e la partecipazione denominato Albachiara, promosso dalla Provincia di Pistoia e dal
Gruppo Abele di Torino. Nel 2007, l’Associazione ha sottoscritto un accordo con SOS Impresa di
Confesercenti al fine di realizzare una serie di iniziative tese a lottare e prevenire il fenomeno
usuraio e del racket. Nel 2010 Avviso Pubblico ha sottoscritto un protocollo d’intesa con il Forum
Italiano della Sicurezza Urbana (FISU).
Avviso Pubblico ha recentemente istituito gruppi di lavoro sui seguenti temi: 1) appalti, racket e
usura; 2) beni confiscati e sostegno alle cooperative; 3) comuni sciolti per mafia; 4) corruzione; 5)
giovani e cultura; 6) sicurezze.
L’Associazione, inoltre ha attivato nuovi progetti denominati: Legami di legalità (si prefigge di
gemellare comuni del Nord-Centro-Sud Italia) Rapporti internazionali (si prefigge di gemellare
comuni italiani e stranieri); Indicatori (si prefigge di redigere una griglia di indicatori che possano
aiutare gli amministratori locali a capire se sul loro territorio vi è una presenza criminale di tipo
mafioso); Comuni per il gioco responsabile (si prefigge di promuovere una regolamentazione di
tipo amministrativo del gioco d’azzardo e dare vita ad attività e campagne di sensibilizzazione);
Urbanistica (si prefigge di ragionare sul tema dell’uso dei suoli)
L’Associazione realizza corsi di formazione per amministratori locali e personale della pubblica
amministrazione.

LEAVE A REPLY