Orsanmichele in musica: Giuseppe Andaloro

0
153
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Pianista tra gli più apprezzati della sua generazione, vincitore di importanti riconoscimenti tra cui il Premio Busoni 2005, Giuseppe Andaloro torna sulle scene fiorentine, venerdì 6 luglio, nell’ambito della rassegna Orsanmichele in Musica organizzata dal Polo Museale Fiorentino in collaborazione con l’Orchestra da Camera Fiorentina.

Cinque secoli in musica ripercorsi attraverso pagine di Girolamo Frescobaldi (Partita sopra l’aria di Follia), la Ciaccona di Bach nella trascrizione di Ferruccio Busoni, tre Preludi di Sergej Rachmaninov dall’Op. 32, Venezia e Napoli di Liszt e le variazioni di Arcadi Volodos su Ruslan e Ludmila da Glinka. Il concerto è ad ingresso gratuito. Informazioni tel. 055.783374

Ideata dal Direttore del Museo di Orsanmichele, l’architetto Antonio Godoli con la direzione artistica di Giuseppe Lanzetta, Orsanmichele in Musica riprende martedì 18 settembre: sul palco il Quintetto dell’Orchestra da Camera Fiorentina, con la partecipazione straordinaria di Mario Stefano Pietrodarchi alla fisarmonica e al bandoneon. Musiche di Scarpone, Molinelli, Conocchiella, Blatti e Piazzolla.

——————— . ———————

GIUSEPPE ANDALORO – pianista, tra gli esponenti più apprezzati della sua generazione, vincitore del Premio Busoni 2005 (quinta medaglia d’oro italiana dal 1949), nasce a Palermo nel 1982. Si distingue sin dall’età di 8 anni quale vincitore assoluto di svariati concorsi italiani, fra cui gli internazionali pianistici di Stresa, Pausylipon di Napoli e Durante di Frattamaggiore. Si diploma giovanissimo con lode e Menzione d’Onore al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. A 18 anni vince in Portogallo il 1° Premio al Concurso Internacional de Piano da Cidade do Porto, a 19 in Giappone il 1° Premio al Sendai International Piano Competition e in Italia – il 1° Premio, sia al Concorso Nazionale Premio Venezia che al Concorso Internazionale Premio Alfredo Casella di Napoli, a 20 anni vince in Inghilterra il 1° Premio al prestigiosissimo London World Piano Competition e successivamente il Grand Prix International de Piano a Rabat (Andrzej Jasinski, presidente della giuria), a 23 ottiene il 1° Premio e tutti i Premi Speciali (come in tutti gli altri concorsi già citati) al celeberrimo Concorso Internazionale Ferruccio Busoni di Bolzano (Maria Tipo, presidente della giuria) che lo consacra sui palcoscenici del concertismo pianistico mondiale, e – nel 2011, a coronamento di una folgorante e singolare carriera giovanile, ottiene il 1° Premio al Hong Kong International Piano Competition (Vladimir Ashkenazy, presidente della giuria).

In qualità di solista, Giuseppe Andaloro ha collaborato con numerose orchestre, fra cui la London Philharmonic, la NHK Tokyo Simphony, la Hong Kong Philharmonic, la Singapore Simphony Orchestra, London Metropolitan, Philharmonische Camerata Berlin, London Mozart Players, London Chamber Group, Sinfonica Nacional do Porto, Miskolc Philharmonic, Osaka Philharmonic, Sendai Philharmonic, Czech Philharmonic, Sinfonica del Teatro Massimo di Palermo, Haydn Filarmonica di Trento e Bolzano, Moldava Symphony, Orchestra di Padova e del Veneto, Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, Orchestra da Camera Fiorentina, Virtuosi Italiani, Orchestra di Roma e del Lazio, Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, Sinfonica Abruzzese, Orchestra Filarmonica Marchigiana; con celebri direttori d’orchestra, da Vladimir Ashkenazy a Gianandrea Noseda, Tomasz Bugaj, Alberto Martini, Alan Buribayev, Michael Güttler, Pier Carlo Orizio, Giuseppe Lanzetta, Donato Renzetti, Andrew Parrot, Umeda Toshiaki, Ola Rudner, Alexander Shelley, Daniele Moles, Peter Altrichter, Gyorgy G. Ráth, Günter Neuhold, Daniele Giorgi, Ovidiu Balan, Lu Jia, Gustavo Guersman, Maffeo Scarpis, Lothar Koenigs, Johannes Wildner; con strumentisti illustri: da Giovanni Sollima, a Sarah Chang, Sergej Krylov, Anton Dressler, Gabriele Cassone, Anna Tifu, Tatsuo Nishie (con il quale ha inciso diversi Cd per l’etichetta giapponese Fontec). Il repertorio di Giuseppe Andaloro spazia da Frescobaldi a Ligeti e ai contemporanei e comprende anche una sua recente “Trascrizione per Due Violoncelli e Due Pianoforti de Le Sacre du Printemps di Igor Stravinsky” già presentata (dal 21.02.2011) al Teatro Politema Garibaldi di Palermo e al Teatro Luigi Bon di Udine, con Giovanni Sollima e Monika Leskovar violoncelli e Giuseppe Andaloro e Tijana Andrejic pianoforti. Ha suonato ai festival più rinomati: dal Salzburg al Ruhr Klavier, Due Mondi di Spoleto, George Enescu di Bucarest, Mecklenburg Vorpommern, Young Prague, Pleven, Tuscan Sun Festival, Ravello, Bennigsen Rittergut di Hannover, Bodensee Lindau, Duszniki-Zdrój Chopin, Festival di Brescia e Bergamo, Bregenzer Festspiel, Jiménez di Morelia e di Mexico City, Piano Stars di Liepaja, Sendai Classical, e presso le sale da concerto, i teatri, e gli auditorium tra i più famosi: dalla Großes Saal del Mozarteum di Salisburgo alla Royal Festival Hall, Mansion House e Queen Elizabeth Hall di Londra, Konzerthaus di Berlino, Salle Gaveau, Palais des Arts e Salle Cortot di Parigi, Sumida Triphony Hall, Pablo Casals Hall e Metropolitan Art Museum di Tokyo, Esplanade Auditorium di Singapore, Conservatorio Santa Cecilia, Parco della Musica e Palazzo del Quirinale di Roma, Sala Verdi di Milano, Sala Scarlatti di Napoli, Fazioli Concert Hall di Sacile, Fernández Blanco Museum di Buenos Aires, Klavierhaus di New York, Anfiteatro Simón Bolívar di Città del Messico, Gasteig di Monaco di Baviera, Schloss Elmau In Elmau, Bizantyne Museum di Atene, Walter Hall di Toronto, City Hall di Hong Kong, Bravoce Classic Museum di Pechino, Auditorio Sodre di Montevideo, Harenberg City-Center di Dortmund, Rudolphinum Dvorák Hall di Praga, Kjtara Hall di Sapporo, Phoenix Hall di Osaka, Auditorio do Rivoli di Porto, Philharmonic Hall di Cracovia, Grand Hall di Sendai, Bass Performance Hall di Fort Worth, Auditorium Recanati di Tel Aviv, Sinagoga di Novi Sad e Sala Old Mutual di Pretoria, Oriente Theatre di Santiago del Cile, Mohamed Théâtre di Rabat, Teatro San Martín di Tucumán, Teatro Massimo di Palermo, Sheldonian Theatre di Oxford. Ha tenuto masterclasses in Italia, in Giappone (Tokiwaki Gakuen High School di Sendai) e in America (Fresno University of Music), è stato componente di giuria presso importanti concorsi (Alessandro Casagrande di Terni, Rabat Grand Prix de Piano, Premio Pausilypon di Napoli, Premio Nazionale delle Arti), ed è attivo anche come compositore e come direttore (ha diretto la Sendai Philharmonic Orchestra). E’ stato ospite di varie emittenti Radio in tutto il mondo, da Radio NHK-BS Tokyo a BBC Radio3 Londra, Radio France Musique, Amadeus 103.7 Buenos Aires, Classic FM Radio Allegro Johannesburg, RTSI Lugano, Radiodifusao Portoguesa, Rai Radio3 Italia, German Radio SWR2, Radio Vaticana, WRR Dallas Radio Classica, Hong Kong Radio 4, Singapore Simphony 92.4FM e Fresno Valley Public Radio. Andaloro ha a suo credito diversi CD, realizzati per Naxos, Fontec, Suonare news, Amadeus, Klavier – Festival Ruhr Edition Live 2006, Van Cliburn Edition Live 2005, Edizione Premio Venezia Teatro La Fenice 2001, Sendai International Edition Live 2001, Sonart. Nel 2005 è stato premiato per Meriti Artistici dal Ministero Italiano per i Beni e le Attività Culturali, nel 2006 ha ricevuto il Premio dell’A.Gi.Mus “Migliore Artista dell’Anno” e nel 2009 il Premio Elio Vittorini per la Musica.

Tra i prossimi concerti 2012: in Italia (Sala Verdi di Milano, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Pergolesi di Jesi, Teatro Rossini di Pesaro, Teatro dell’Aquila di Fermo, Teatro Gentile di Fabriano, Teatro La Pergola e Chiesa Orsanmichele di Firenze, Palazzo Minoriti di Catania), in Germania (Schloss Elmau, Galerie Handwerk di Coblenza), in America (Fresno University Concert Hall), in Asia (Hong Kong, Mumbai, Bangkok, Manila, Kuala Lampur e Singapore).

Programma concerto

Frescobaldi Partita sopra l’aria di Follia

Bach/Busoni Chaccone in d minor

Liszt Hungarian Rhapsody No.12

Liszt Venezia e Napoli

I. Gondoliera

II. Canzone

III. Tarantella

Rachmaninov 3 Preludes:

1. Op. 32 No.12 in g sharp minor

2. Op.32 No.5 in g major

3. Op.23 No.7 in c minor

Glinka/Volodos Variations on a theme from Glinka’s

Ruslan and Lyudmila”


Informazioni e prenotazioni

www.orcafi.it – info@orcafi.it – Segreteria Orchestra tel. 055-783374

 

Biglietti

Ingresso gratuito

 

 

Orchestra da Camera Fiorentina

Via E. Poggi, 6 – Firenze – tel. 055-783374

www.orcafi.it – info@ orcafi.it

LEAVE A REPLY