Bud Spencer Blues Explosion, Majakovich e Muro del canto all’Etruria Ecofestival

0
235
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Saranno gli artisti tra più amati dagli ascoltatori di Radio Rock,sabato 18 agosto, i protagonisti della Radio Rock Night all’Etruria Ecofestival: Majakovich, Muro del canto e Bud Spencer Blues Explosion.

  • Majakovich  “il duo a volte trio” non ama le definizioni, tranne quelle senza senso come “Majakovich è campione mondiale 2007 di tiro alla fune”. Ascoltarli è il miglior modo per godere della loro scoperta.
  • Tra il popolo rock e il Muro del canto è stato come un colpo di fulmine: uno stile intenso e fortemente evocativo, caratterizzato da musica e racconti che con cinismo, disincanto e irriverenza raccontano Roma in un folk-rock che fa piangere, sorridere e ballare.
  • I Bud Spencer Blues Explosion, power duo chitarra e batteria, con attitudine al grunge combinato al più viscerale dei blues danno vita a un suono decisamente anni Settanta che dalle frequenze di Radio Rock si è amplificato attraverso i social network per diventare un riconosciuto fiore all’occhiello del rock italiano indipendente.

Una serata targata Radio Rock che si preannuncia imperdibile e all’insegna della musica di qualità, fuori dalle logiche imperanti nel mercato –  per raccogliere, contaminare e sostenere le nuove tendenze del panorama nazionale, proprio come intende fare l’Etruria Eco Festival attraverso l’arte e l’ecosostenibilità.

Sta riscuotendo grande successo e partecipazione la media-partnership tra Radio Rock e l’Etruria Eco Festival in corso al Parco della Legnara di Cerveteri fino al 19 Agosto.

Dalla postazione di Radio Rock, riconoscibile per vivacità tra i più di quaranta eco-stand del Festival, questa settimana Emilio Pappagallo è affiancato da Matteo Catizone nelle quotidiane trasmissioni in diretta: dalle 18.00 fino all’inizio dei concerti, ai microfoni di Radio Rock si alternano i cantanti, gli attori e tutti protagonisti dell’evento dell’estate caerite.

Incursioni, giochi, regali, area ospitalità e interviste caratterizzano la presenza di Radio Rock al Festival, insieme alla discoteca a cura di Andrea il Drago che questa settimana sarà in consolle giovedì 16 dopo il concerto di Caparezza, Venerdì 17 dopo lo spettacolo di Maurizio Battista e Sabato 18 per concludere la Radio Rock Night.

I Bud Spencer Blues Explosion si formano a Roma nel gennaio 2007 e dopo due mesi esce il loro primo EP autoprodotto Happy. La gavetta inizia dai locali della capitale e si espande subito al resto d’Italia grazie anche a un ottimo seguito sul web attraverso i canali di myspace e you tube.

Finalisti all’Heineken Jammin Contest 2007, si esibiscono sul grande palco dell’Heineken Jammin Festival di Mestre, vincendo il primo premio come miglior band che prevede la partecipazione all’Open’er festival in Polonia.Il 2008 inizia con le registrazioni del primo disco prodotto dalla Yorpikus Sound, Bud Spencer Blues Explosion, che viene prima distribuito on line e poi distribuito da Audioglobe nei negozi a partire dal luglio 2009. Rispetto a quella per il Web, questa versione dell’album contiene anche le due tracce live del Concerto del Primo Maggio.

L’attività live si fa sempre più intensa con un tour nell’inverno 2008 di oltre 40 date in tutta Italia fino ad arrivare al Primo Maggio 2009 che vede l’esibizione dei BSBE sul palco di piazza San Giovanni per lo storico “Concertone”, grazie al concorso “Primo Maggio tutto l’anno”, in occasione del quale si aggiudicano anche il premio S.I.A.E, “in virtù della grande energia sprigionata sul palco unita all’originalità e freschezza della proposta artistica”.

Appena scesi dal palco del Primo Maggio i BSBE volano negli Stati Uniti per il primo tour oltreoceano con date a New York e Seattle, raccontato giorno per giorno con parole e immagini dalle pagine del “diario americano” pubblicato sul sito di Repubblica XL.

Al ritorno in Italia i BSBE vengono intervistati dai maggiori magazine musicali e sono ospiti di alcuni dei più importanti programmi radiofonici tra cui B-Side (Radio Dee-jay), Stereonotte (Radio Rai Uno) e Patchanka (Popolare Network), che incuriositi dalla carica live del duo, decidono di fare uno strappo alla regola e trasformare le interviste di rito in veri e propri mini concerti radiofonici.

Contemporaneamente esce il primo videoclip ufficiale del pezzo “Hey Boy Hey Girl” cover reinterpretata in chiave chitarra e batteria del celebre brano dei Chemical Brothers. Il video entra in nelle programmazioni dei più importanti network televisivi, arrivando ai primi post della chart di MTV- Brand New.Dall’ ottobre 2009 i BSBE sono impegnati in un tour che li ha visti esibirsi sui palchi dei club più importanti. Nel corso di questi concerti, accolti con grande entusiasmo dal pubblico, il duo propone diversi brani tratti dal loro primo album, alcuni brani nuovi, mentre l’apertura e la chiusura delle esibizioni sono scandite da classici quali “Crossroads” (dal repertorio del leggendario bluesman Robert Johnson) e “Voodo Chile (Slight Reurn), celebre brano di Jimi Hendrix.Il 23 gennaio 2010 i BSBE si esibiscono come “headliner” in una delle serate della rassegna Generazione X al fianco di Alessio Bertallot e del bassista Saturnino.” Se dovessimo definire la nostra musica”, hanno dichiarato recentemente, “potremmo dire che l’eccitazione e l’attitudine del grunge si mischia col blues più viscerale. Il risultato è un suono decisamente anni Settanta”. E’ poi la volta di un nuovo singolo, “Mi sento come se”, e  del relativo video, girato durante l’entusiasmante concerto che si è svolto il 7 novembre 2009 al Circolo degli artisti di Roma. Il video è stato presentato in esclusiva dal sito di Repubblica XL, per poi entrare nella programmazione di Dee Jay Television, e in quelle di altre emittenti televisive.Il primo maggio del 2010 i BSBE tornano sul palco del Concertone in Piazza San Giovanni a Roma e questa volta fanno parte del cast ufficiale della manifestazione. Anche questa partecipazione viene accolta con entusiasmo dal pubblico e dalla critica.

L’estate 2010 è segnata da un numero impressionante di concerti e dalla partecipazione a festival e rassegne di primo piano, come il Miami e Italia Wave.  Tra un concerto e l’altro, sempre nel corso dell’estate 2010 è andato in scena il “secondo incontro ravvicinato” con Alessio Bertallot e Saturnino.

Il “collettivo” B.S.B.E. (acronimo che sta per Bud Spencer Blues Explosion, ovviamente, ma anche per Bertallot Saturnino Blues Explosion) si è  ritrovato infatti alle Officine Meccaniche di Milano per registrare una versione impetuosa e travolgente di “Daft Punk Is Playing At My House”, il classico “per tempi moderni” firmato LCD Soundsystem. Il video che racconta il “making of” del brano è stato diretto e prodotto dalla società “cross mediale” K+ , mentre il brano è stato lanciato sempre sul Web in “free downaloading”. Anche in quell’occasione il basso potente di Saturnino ha dialogato perfettamente con la chitarra di Adriano Viterbini e con la batteria di Cesare Petulicchio, mentre Alessio Bertallot ha cantato con grande energia e sensibilità.A settembre 2010 i quattro BSBE sono partiti per un tour che ha toccato molti club italiani.  Al termine di questa avventura, i Bud Spencer Blues Exlosion sono tornati in studio per registrare “Io sono il terribile”, brano che viene inserito nella compilation dedicata alla serie televisiva “Romanzo criminale”.Il 6 maggio 2011 è stata una giornata particolare nella vicenda dei Bud Spencer Blues Explosion: quel giorno, infatti, ha preso il via un nuovo tour ed è stato pubblicato (Yorpikus Sound – Audioglobe) “A Fuoco Lento Live Ep”, un extended play disponibile in CD, vinile 10’ pollici e in downloading  che ha raccontato il concerto tenuto il 14 marzo al Circolo degli Artisti (Roma). Un’esibizione travolgente durante la quale i Bud Spencer Blues Explosion hanno eseguito una serie di cover tanto coinvolgenti quanto vitali.

Il loro è uno stile sempre più definito: una visone sempre più nitida del blues delle radici che viene inserita in un suono attuale e proteso in avanti. Come hanno già dimostrato nelle stagioni passate, il palco è l’ambiente ideale che permette ai due musicisti di esprimere completamente tutta la loro tecnica, la loro energia e la loro passione.Da maggio a settembre 2011, i Bud Spencer Blues hanno tenuto più di 50 concerti, tutti accolti con entusiasmo da parte del pubblico, sempre più numeroso e coinvolto. Sempre a settembre, Adriano Viterbini è stato proclamato “miglior musicista live dell’anno”, dalla rassegna Keep On 100% Live. Nonostante i tanti impegni live, in quei mesi  hanno preso il via le registrazioni del nuovo album, Do It, la cui pubblicazione (Yorpikus Sound – Audioglobe) viene fissata per il 4 novembre 2011.. Il Muro del Canto è un gruppo folk rock che attraverso la rivisitazione dell’immaginario pasoliniano, descrive una Roma in bianco e nero, raccontando storie di eterni conflitti, questioni d’amore e di coltello, gelosie e vendette.Il Muro del Canto è una voce senza tempo, una voce di popolo, è l’inno alla terra, è il disincanto e la serenata . E’ un canto accorato di lavoro, è la ninnananna antica..Il Muro del Canto è un progetto musicale che commuove, risveglia e infuoca gli animi, che fa piangere, sorridere e danzare.Alla voce e ai testi Daniele Coccia, storico cantante dei Surgery, alle percussioni e alla voce narrante Alessandro Pieravanti. Alla chitarra elettrica Giancarlo Barbati. Ludovico Lamarra e Eric Caldironi, rispettivamente basso e chitarra acustica, entrambi già componenti degli En plein air.A trascinare il tutto con struggente melodia è la fisarmonica di Alessandro Marinelli. Ecco lo straordinario ensemble di musicisti romani che ha dato vita a questo incredibile progetto dalle venature drammatiche e dalle atmosfere surreali.Tra 2010 e 2011 la band propone il proprio repertorio in moltissime esibizioni, instaurando un legame profondo con il pubblico che sempre più numeroso affolla i concerti. Gli spettacoli dal vivo superano la dimensione musicale per finire in quella narrativa e portano lo spettatore nell’immaginario unico creato dalla band. Nel 2011 il “il Muro del Canto” vince il Premio “Stefano Rosso” per il miglior arrangiamento, grazie alla propria versione di “E intanto il sole si nasconde”.

Majakovich è un trio. A volte un duo. majakovich non sa bene l’inglese ma si adopererà per impararlo. majakovich non sa fotografare e non credo voglia impararlo. majakovich tende al partenopeo perchè convinto dell’assoluta potenza della Napulè’essong! Due majakovich su tre sanno cucinare. Un majakovich su tre potrebbe costruirsi la casa da solo. Due majakovich su tre si devono fidare. Un majakovich su tre è irrimediabilmente bello. Tre majakovich su tre sono amanti di donne altrui. majakovich è squisitamente eterosessuale. majakovich è campione mondiale 2007 di tiro alla fune. majakovich è pizza, mafia e mandolino. majakovich è assolutamente majakovich. majakovich viene da esperienze precedenti. Nasce poco oltre la metà esatta del 2006.Nel 2010 registra e esce fuori un disco ” Man Is a Political Animal By Nature “.Disco di sette tracce registrate al “Blocco A studio” da Giulio Ragno Favero. Dal Dicembre 2010 al Dicembre 2011 Majakovich suona un bel pò ovunque nel mondo ed oltre. Nell’ ottobre 2011 Majakovich parte per un viaggio lungo la Route 66 con gli Afterhours. Festeggia un anno dall’uscita del disco suonando all’Alcatraz di Milano di spalla agli Afterhours. Nel marzo 2012 esce in un cd allegato ad XL di Repubblica ” Meet some freaks on route 66 ” sempre insieme agli amici Afterhours. A tutt’oggi comunque, Majakovich è ancora assolutamente Majakovich.

 

INGRESSO GRATUITO

Per maggiori informazioni su EtruriaEcoFestival:

www.etruriaecofestival.it

infoline: 392.6673494

Prevendite biglietti: www.etruriaecofestival.it, circuiti ticketone, greenticket e geticket.

L’Etruria Eco Festival 2012 si terrà, come ogni anno, all’interno del “Parco della Legnara”.

tutte le informazioni per raggiungere EtruriaEcoFestival.

 

PARCO DELLA LEGNARA

Via Suor A.Landenberg snc, Cerveteri (RM) (ingresso principale)

Via A. Ricci snc, Cerveteri (RM) (ingresso secondario)

 

In automobile

Dal Grande Raccordo Anulare di Roma prendere l’Autostrada Roma-Civitavecchia (A12) e proseguire fino all’uscita di Cerveteri-Ladispoli. Una volta usciti dall’autostrada girare all’incrocio verso sinistra. Oppure da Roma prendere la SS1 Aurelia in direzione Grosseto ed uscire allo svincolo per Cerveteri. Entrare a Cerveteri e proseguite sulla Settevene Palo fino al semaforo e da lì seguire le indicazioni “EtruriaEcoFestival”.

In autobus

Autolinee CO.TRA.L. (fermata Cerveteri – P.zza Aldo Moro). Da Roma il capolinea dell’autobus è in zona Circ.ne Cornelia (per arrivare a Circ.ne Cornelia prendere la linea A della Metropolitana – fermata Cornelia. Il parco della Legnara è antistante a Piazza Aldo Moro.

In treno

F.S. Linea Roma-Civitavecchia. Scendere alla stazione di Marina di Cerveteri oppure di Cerveteri-Ladispoli. A questo punto si prende il taxi o l’autobus per Cerveteri. La fermata è a pochi metri dalla stazione. Per informazioni www.trenitalia.it.

In aereo

Dall’aeroporto di Fiumicino prendere il treno-navetta per la stazione ferroviaria di Roma-Termini. Qui prendere il treno che passa per Marina di Cerveteri. Una volta scesi dal treno seguire le indicazioni sovrastanti alla voce “In Treno”.

 

 

LEAVE A REPLY