Piano&Jazz 2012 “Hommages”

0
195
Condividi TeatriOnline sui Social Network

L’edizione 2012 del festival Piano&Jazz che si svolgerà dal 27 agosto al 2 settembre a Lacco Ameno nell’Isola di Ischia, con concerti a Villa Arbusto,al Negombo, al Castello Aragonese, nell’Albergo della Regina Isabella e a O Spasso-Bar Calise, cambia formula, non solo pianoforte ma “Hommages” a grandi autori, con un ospite internazionale di grande prestigio, come George Benson.

Sarà proprio George Benson, il protagonista di un concerto straordinario, mercoledi 29 agosto al Negombo. Nel corso degli anni George Benson è diventato una leggenda del jazz-pop, vincitore di numerosi Grammy Award, universalmente riconosciuto come uno dei più “grandi” della musica internazionale, con un modo inconfondibile di suonare la chitarra. Quello di Benson è un “sound” misto di jazz classico e moderno, blues, soul, funk & fusion, con oltre 20 album di inediti e un’infinità di raccolte, di progetti e di collaborazioni prestigiose (Miles Davis, Herbie Hancock, Al Jarreau e Quincy Jones, su tutti).

Ad aprire l’edizione 2012 di Piano& Jazz, lunedi 27 agosto, al Castello Aragonese, il duo composto da Giovanni Guidi, al pianoforte e Gianluca Petrella al trombone, che presenteranno una rilettura di brani di Fred Bongusto e Bruno Martino. “The Good Fellas-Gangster of Jazz” saranno protagonisti martedi 28 agosto del Gran Gala Dinner nell’Albergo della Regina Isabella.

Giovedi 30 agosto, a Villa Arbusto, si potrà ascoltare il magico tocco di Danilo Rea al pianoforte con Gino Paoli in “Napoli e i miei grandi successi”. Gino Paoli, uno dei grandi cantautori italiani interpreterà le più belle e classiche canzoni napoletane, ma anche i brani classici del suo repertorio.

Venerdi 31 agosto, a Villa Arbusto, Enrico Rava & PMJL Orchestra inWe love Michael Jackson”. Enrico Rava presenterà il progetto ispirato a Michael Jackson, il re assoluto del pop che con le sue canzoni e la sua arte ha lasciato un segno indelebile nella storia della musica e dello spettacolo.

Sabato 1 settembre,sempre a Villa Arbusto, “Memorie di Adriano”, “Canzoni del Clan di Adriano Celentano” con: Peppe Servillo, voce, Rita Marcotulli, pianoforte, Javier Girotto, sax, Fabrizio Bosso, tromba, Furio Di Castri, contrabbasso e Mattia Barbieri, batteria. Peppe Servillo, considerato tra i migliori interpreti della canzone italiana, guida una “All Star Band” formata dai migliori talenti del jazz nazionale, attraverso un viaggio suggestivo tra le indimenticabili canzoni di Adriano Celentano.

Chiusura di Piano & Jazz, domenica 2 settembre, O Spasso-Bar Calise, con Beatles in Jazz, Danilo Rea al pianoforte con Ares Tavolazzi, contrabbasso e Ellade Bandini, batteria. Il trio presenterà una rilettura del repertorio del mitico gruppo britannico, un concerto che, senza dubbio, sarà suggestivo non solo per i fan dei Beatles e che sicuramente susciterà grande curiosità nel riscoprire canzoni celebri in una nuova rilettura.

Ogni sera dopo i concerti all’Albergo della Regina Isabella i Good Fellas-Gangster of Jazz.

INFO:

Albergo della Regina Isabella

Tel. 081 994322

www.pianoejazz.com

PROGRAMMA

lunedi 27 agosto

Castello Aragonese ore 21,30

GIOVANNI GUIDI, pianoforte e GIANLUCA PETRELLA, trombone suonano Fred Bongusto e Bruno Martino

Martedi 28 agosto ore 21,00

L’Albergo della Regina Isabella

Gran Gala Dinner

THE GOOD FELLAS – GANGSTER OF SWING

Mercoledi 29 agosto ore 21,30

NEGOMBO

GEORGE BENSON

giovedì 30 agosto

Villa Arbusto ore 21,30

GINO PAOLI e DANILO REA

Napoli e i miei grandi successi”

venerdi 31 agosto

Villa Arbusto ore 21,30

ENRICO RAVA & PMJL Orchestra

We love Michael Jackson”

sabato 1 settembre

Villa Arbusto ore 21,30

MEMORIE DI ADRIANO

Canzoni del Clan di Adriano Celentano” con:

Peppe Servillo, voce, Rita Marcotulli, pianoforte, Javier Girotto, sax, Fabrizio Bosso, tromba, Furio Di Castri, contrabbasso e Mattia Barbieri, batteria

domenica 2 settembre

O Spasso-Bar Calise

BEATLES IN JAZZ

Danilo Rea al pianoforte con Ares Tavolazzi, contrabbasso e Ellade Bandini, batteria

LEAVE A REPLY