Principals of New York City Ballet

0
211
Condividi TeatriOnline sui Social Network

con Tyler Angle, Ashley Bouder, Joaquin DeLuz, Megan Fairchild, Gonzalo Garcia, Megan Lecrone, Amar Ramasar, Ana Sophia Scheller, Andrew Veyette

produzione DANIELE CIPRIANI ENTERTAINMENT

 

In 5 palcoscenici dei  maggiori festival Italiani andranno in scena i  Principals del New York City Ballet, le Stelle della più famosa compagnia americana in Italia, organizzato e prodotto da Daniele Cipriani Entertainement.

Se volessimo contare le compagnie di danza “storiche” la cui fama ha raggiunto la leggenda, in cima alla lista ci sarebbe il New York City Ballet, a pari merito solo con poche altre.

Tra le fila del New York City Ballet, si sono contati, nei suoi 62 anni di vita, danzatori leggendari. Ancora oggi la fama della Compagnia è data dalla altissima qualità artistica dei suoi esponenti, impeccabili per tecnica. I Principals del NYCB in particolare sono virtuosi e raffinati interpreti.

Queste cinque serate intendono dare al pubblico italiano la possibilità di vedere alcuni nomi di spicco della Compagnia Principals in vista come Ashley Bouder, Gonzalo Garcia, Joaquin De Luz, Megan Fairchild, Andrew Veyette, Amar Ramasar, Megan Lecrone, Tyler Angle e la neo principal del NYCB, l’argentina Ana Sophia Scheller, considerata dalla stampa americana l’erede delle storiche ballerine di Mister B (George Balanchine).

I Principals del NYCB interpreteranno una serie di coreografie, vere e proprie pietre miliari della loro storia artistica, composte soprattutto da alcuni dei migliori lavori del suo fondatore, il genio George Balanchine. Ancora oggi il repertorio del New York City Ballet annovera alcune delle sue opere come fra i capolavori di tutti i tempi.

I Principals presentaranno inoltre per la prima volta in Italia BARBER VIOLIN CONCERTO di Peter Martins, l’attuale direttore artistico della compagnia che ha ulteriormente arricchito il loro repertorio con alcuni balletti indimenticabili.

Il merito dei Principals del New York City Ballet e anche quello di continuare la tradizione dei classici, portando in scena anche i passi a due dal Don Chisciotte e Fiamme di  Parigi.

 

  • 11-08-2012

“GEORGE BALANCHINE GALA”

OPERA ESTATE – Festival Veneto Pala Bassano – Bassano del Grappa

INFO + 39 0424.524214 – + 39 0424.217811 www.operaestate.it

APOLLON MUSAGÈTE coreografia di George Balanchine musica di Igor Stravinsky

Tschaikovsky Pas de Deux coreografia di George Balanchine musica di Peter Ilyitch Tschaikovsky

DIAMONDS (pas de deux) DA jewels coreografia di George Balanchine musica di Pyotr Ilyich Tchaikovsky

AGON coreografia di George Balanchine musica di Igor Stravinsky

STARS AND STRIPES coreografia di George Balanchine musica di Joan Philip Sousa

WHO CARES? coreografia di George Balanchine musica di George Gershwin

 

  • 12-08-2012

FESTIVAL DEL VITTORIALE “TENER-A-MENTE”

Teatro del Vittoriale – Gardone Riviera

www.anfiteatrodelvittoriale.it INFO +39 0365 20072 mobile +39 393 5545627

 

  • 13-08-2012

FESTIVAL PUCCINI, Torre del Lago

INFO  (+39) 0584 359322 www.puccinifestival.it

 

  • 14-08-2012

Taormina – Teatro Antico – Bellini Festival

Info 0942 628730 – 095 7225340  www.taoarte.it – www.ctbox.it

 

 

APOLLON MUSAGÈTE coreografia di George Balanchine musica di Igor Stravinsky

FIAMME DI PARIGI (pas de deux)  coreografia di Vasily Vainonen musica di Boris Asafiev

TARANTELLA coreografia di George Balanchine musica di Louis Moreau Gottschalk

BARBER VIOLIN CONCERTO coreografia di Peter Martins musica di Samuel Barber

DON CHISCIOTTE (pas de deux) coreografia di Marius Petipa musica di Ludwig Minkus

WHO CARES? coreografia di George Balanchine musica di George Gershwin

 

  • 18-08-2012

“GEORGE BALANCHINE GALA”

RAVELLO FESTIVAL – Villa Rufolo, Ravello  INFO  + 39 089 858422 www.ravellofestival.com

APOLLON MUSAGÈTE coreografia di George Balanchine musica di Igor Stravinsky

BARBER VIOLIN CONCERTO coreografia di Peter Martins musica di Samuel Barber

AGON coreografia di George Balanchine musica di Igor Stravinsky

DIAMONDS (pas de deux) DA jewelscoreografia di George Balanchine musica di Pyotr Ilyich Tchaikovsky

RUBBIES (pas de deux) DA jewels coreografia di George Balanchine musica di Igor Stravinsky

WHO CARES? coreografia di George Balanchine musica di George Gershwin

 

Daniele Cipriani, curatore di numerosi Gala di danza e balletto nazionali e internazionali fra i quali: “Taormina Arte”, “Mittelfest”, “Ravello Festival” e all’estero come al “Teatro Cervantes di Malaga” e al “Teatro Nazionale di Addis Abeba”, è anche direttore artistico del prestigioso “Premio Positano per la danza dal 2011 ed ideatore e curatore per il Positano Myth Festival dello spettacolo Apollineo e Dionisiaco tenutosi sull’isola di Li Galli, che ha offerto al pubblico, per la prima volta nella storia, uno spettacolo di danza sull’isola appartenuta a L.Massine e R.Nureyev.

 

GEORGE BALANCHINE Il 22 gennaio 1904 nasce a San Pietroburgo Georgij Meltovič Balančivadze (George Balanchine), uno fra i piu grandi coreografi della storia della danza. All’età di nove anni inizia a studiare danza presso la Scuola Imperiale di San Pietroburgo. Durante la Rivoluzione Russa, nel 1917, la Scuola Imperiale chiude ed il giovanissimo futuro coreografo si ritrova totalmente abbandonato a se stesso stante che la sua famiglia si e trasferita nel frattempo nel Caucaso. Nel frattempo, subito dopo il diploma, Balanchine sposa Tamara Geva, un’allieva ballerina incontrata durante una classe di danza. La sua grande passione per la composizione coreografica lo incoraggia a formare una piccola compagnia di giovani che si esibisce nei momenti liberi mentre il Teatro Marijnskij gli affida la coreografia della processione nell’opera Le Coq d’Or di Rimsky Korsakov. Nel 1924, con l’aiuto di Vladimir Dimitriev, Balanchine, insieme a Tamara Geva, Nicholas Efimov ed Alexandra Danilova, fonda la compagnia dei Danzatori dello Stato Sovietico che ottiene di esibirsi in Germania. Una volta fuori dalla Russia, la piccola compagnia decide di non rientrare e di recarsi a Londra e successivamente a Parigi. Qui avviene l’incontro con Diaghilev che rimane impressionato dalla creatività di Balanchine ed assume nella compagnia dei Ballets Russes i quattro danzatori. Al giovane coreografo cambia il suo difficile nome georgiano nel definitivo George Balanchine e gli affida il compito di coreografare i balletti per l’Opera di Monte Carlo. Nel 1926 avviene il divorzio con Geva e, da quel momento, Alexandra Danilova diviene la sua compagna ufficiale. Le sue prime coreografie per i Ballets Russes, Apollo nel 1928 ed Il Figliol Prodigo nel 1929 ottengono un successo strepitoso. Alla morte di Diaghilev, avvenuta nel 1929, la compagnia si ritrova senza una guida e senza lavoro ma Balanchine riesce ugualmente a proseguire nella sua brillante carriera ottenendo ingaggi quale coreografo a Londra, Copenaghen e Parigi nonche creando lavori per la nuova compagnia di Monte Carlo, sponsorizzata dal Teatro Reale di Monaco. Nel 1933, il coreografo lascia i Ballets Russes e fonda la compagnia Les Ballets. La nuova compagnia non ha grandi possibilità di emergere e sopravvive stentatamente finche Lincoln Kirstein, un giovane e ricco americano, ed il suo amico Edward M.M. Warburg invitano Balanchine e Vladimir Dimitriev negli Stati Uniti per aprire una scuola di ballo ad Hartford nel Connecticut. Nel 1934 viene fondata la Scuola dell’American Ballet (SAB) a New York e qui Balanchine compone il suo primo balletto astratto per gli studenti della scuola: Serenade su musica di Ciaikovskij. Pochi mesi dopo il gruppo dei quattro fonda una piccola compagnia che viene chiamata American Ballet che, nel 1935, diviene la compagnia ufficiale del Teatro Metropolitan. Per evitare che i danzatori rimangano disoccupati durante i periodi estivi, Balanchine crea una compagnia alternativa: Ballet Caravan, che nel 1941 si fonde con l’American Ballet. Nel frattempo, nel 1938, si sposa con Vera Fokina per la quale compone nuove coreografie. Nel 1946 all’American Ballet succede The Ballet Society che ottiene enorme successo e viene invitata a divenire la compagnia permanente del New York City Center con il nome di New York City Ballet. La prima rappresentazione della nuova compagnia avviene nell’ottobre 1948 presso il City Center dove vengono messi in scena i lavori di Balanchine: Symphony in C, Orpheus e Concerto Barocco. Negli anni che seguono Balanchine, che nel 1946 sposa Maria Tallchieff e nel 1952 Tanaquil LeClerq, compone alcune delle sue piu grandi coreografie molte delle quali dedicate alle sue due compagne di vita, ma l’apice della fama lo raggiunge con il balletto Lo Schiaccianoci che dal 1954 ad oggi e il più rappresentato ed amato dei suoi lavori. Dopo il divorzio dalla LeClerq, Balanchine rimane colpito dalla giovanissima danzatrice Suzanne Farrell ed anche per lei compone grandi balletti quali Don Chisciotte (1965), la riedizione di Diamonds in Jewels (1967), Mozartiana (1981). Nel 1983, viene ricoverato in ospedale per un male misterioso che lo porta alla morte nel mese di aprile.

Per Balanchine e la forma che determina il contenuto e non, dunque, il contenuto che condiziona la forma. Immensa e la sua importanza nella storia della danza non solo in quanto rinnovatore ma anche quale valorizzatore delle qualità del danzatore e la sua opera, oltre che ad arricchire il repertorio del balletto mondiale con oltre 460 coreografie, ha contribuito alla crescita di coreografi validi e culturalmente preparati. Egli stesso chiarisce nei suoi scritti cosa intende per balletto: Il balletto non si compone unicamente di danza: e una combinazione di danza e di musica. Al contrario, la danza e un completamento della musica, un’interpretazione data attraverso la coreografia di ciò che il coreografo ascolta e prova.

 

 

 

PRINCIPALS  OF NEW YORK CITY BALLET

Le Stelle della più famosa compagnia americana in Italia

11/8 Bassano del Grappa 12/8 Torre del Lago

13/8 Gardone Riviera 14/8 Taormina 18/8 Ravello

 

LEAVE A REPLY