Festival Internazionale Valentiniano: Alessio Nebiolo e Quintetto Prestige

0
296
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Proseguono ad Orvieto gli appuntamenti della XXVII edizione del Festival Internazionale Valentiniano.
Il programma della rassegna di musica sinfonica e cameristica organizzata dal M° Carlo Frajese, che si protrarrà fino al 7 ottobre prossimo, prosegue sabato 15 settembre alle ore 18.30 al Ridotto del Teatro Mancinelli con il concerto del chitarrista ALESSIO NEBIOLO. In programma OMAGGIO A NICOLO’ PAGANINI e OMAGGIO ALLA MUSICA SPAGNOLA.

Domenica 16 settembre alle ore 18.30 il Ridotto del Mancinelli ospiterà poi il QUINTETTO PRESTIGE (Federico Giarbella, flauto – Alessandro Camilli, oboe – Luigi Picatto, clarinetto – Ugo Favaro, corno – Orazio Lodin, fagotto), che suonerà su musiche di Haydn, Rossini, Briccialdi, Mozart, Berio, Piazzolla, Verdi.
Ingresso euro 10.
Per informazioni e prenotazioni:
Biglietteria del Teatro Mancinelli Tel. 0763.340493

ALESSIO NEBIOLO

Nato ad Alessandria il 12 Dicembre 1976, inizia gli studi musicali giovanissimo, sotto la guida del M° Gianpiero Biello ad Asti. Si diploma con la menzione di lode presso il Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria, con il M° Guido Margaria. Nel 2003, consegue il Diploma di Virtuosité con la menzione di lode ed è selezionato per terminare la sua formazione con il Diploma di Solista con Orchestra, presso il “Conservatoire de Lausanne”, sotto la guida del M° Dagoberto Linhares, diploma che ottiene nel 2005 con il massimo dei voti, la menzione di lode e il 1° premio del concorso “Max Jost”, attribuito al miglior solista dell’anno, fra tutti gli strumentisti. Ha partecipato a numerosi concorsi, conseguendo dieci premi internazionali tra i quali: 1° Premio Concorso Internazionale Giovani Concertisti di Roma, 1° Premio Concours Internatinal de Chamonix, 1° Premio Concorso ‘Verdi Note’ di Roma, 1° Premio Città di Varenna (A.gi.mus.), 2° Premio (1° non assegnato) al Concorso Internazionale S.Salmaso di Viareggio. E’ stato selezionato tra i migliori diplomati del 1999 in tutti i Conservatori italiani e fra tutti gli strumenti, tenendo un recital presso il Teatro delle Terme di Castrocaro. Dal suo debutto all’età di 14 anni con un Recital a Palazzo Ottolenghi ad Asti, Alessio Nebiolo si avvia verso una carriera internazionale come solista, che gli vale riconoscimenti in Europa, Asia e America. E’ stato applaudito in numerose sale da concerto in Italia, invitato da importanti Festival ed enti promotori quali il ‘Festival Internazionale di Siracusa’, gli ‘Incontri Musicali della Biblioteca di Via Senato’ (Milano), il “Rossini Opera Festival” di Pesaro, il “Festival Galuppi” di Venezia, la “Gioventu’ Musicale”, “Musica Europa” di Firenze, “Verbania Musica Festival”, “Camogli Festival”, “Festival Chitarristico internazionale di Brescia”, “Festival Internazionale Nei Suoni Dei Luoghi” etc. In Francia, si è esibito a Parigi, Versailles, Chevreuse, per la ‘Fondation de Coubertin’, nonché a Arles per il trofeo internazionale della musica (T.I.M.), Cannes, St.Etienne e Annecy, in occasione del Festival Internazionale del Cinema , in diverse città della Normandia, per il ‘Festival de l’Orne’, in tournée con l’ “Orchestre Symphonique du Mont Blanc”, “Festival du Cingle”. In Portogallo, si è esibito a Vila Real, Figueira da Foz e alle isole Azzorre. In Svizzera, la sua attività artistica è particolarmente intensa: è stato invitato a tenere recitals dal Conservatorio di Losanna (“Salle Paderewski”), Grand Thêatre di Ginevra, Conservatorio di Ginevra, Auditore E Ansermet (Ginevra), recital trasmesso in diretta nazionale, Semper Aula Zurigo, Thêatre de l’Opera di Losanna, richiesto da prestigiose stagioni musicali quali ‘Festival de Lucerne’, ‘Sommets Musicaux de Gstaad’, ‘Musik an der ETH’ (Zurigo), ‘Concerts de Lancy’(Ginevra), “Sommets du Classic” (Crans Montana), Festival International de Guitare de Lausanne, etc. In Germania, ha suonato a Monaco, Augsburg, Wolfsburg, Amburgo, Kiel e Speyer. E’ stato invitato a tenere un concerto presso l’auditorio nazionale del Principato di Andorra. In Svezia, si è esibito presso l’Istituto Italiano di Cultura a Stoccolma, per l’esecuzione in prima mondiale di un brano a lui dedicato. Nel 2007 si esibisce in un tour in India, Indonesia e Sri Lanka suonando nelle piu’ prestigiose sale dei due Paesi tra cui “Erasmus Huis” di Jakarta, “Kala Academy” di Goa, “Habitat Center” New Delhi, Calcutta’s School of Music. Ha effettuato una tournée di concerti in Romania con l’orchestra ‘Philarmonie Marea Neagra’ per l’esecuzione del ‘Concierto de Aranjuez’ di Joaquin Rodrigo. Collabora stabilmente con l’ “Orchestre de la Suisse Romande”. Come solista, ha inoltre collaborato con le orchestre “Sinfonietta de Lausanne”, ,“Orchestre de Ribeaupierre” (Losanna) , “Nova Amadeus Chamber Orchestra” ( Roma) “Orchestre Symphonique du Mont Blanc” (Haute Savoie), Camerata del MEC (Uruguay), Philarmonica di Cochabamba (Bolivia). Nel 2007 realizza un tour degli Stati Uniti d’America, invitato da varie università ed in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura, esibendosi in varie città quali Philadelphia, Baltimore, Dayton e Ann Arbor. Nel 2009 effettua una tournée in Francia interpretando il Romancero Gitano di Mario Castelnuovo Tedesco con il coro dell’Orchestre Symphonique du Mont-Blanc. Nello stesso anno, realizza un tour come solista e come interprete del in America del Sud, tenendo concerti e masterclass in Uruguay, Paraguay e Bolivia, come solista e come interprete del ‘Concierto de Aranjuez’ di Joaquin Rodrigo. Nel 2010, si esibisce in Palestina ed Israele tenendo concerti e masterclass in collaborazione con la fondazione “Les Instruments de la Paix” ed il Conservatoire de Musique de Genève. Ha registrato per Rai3, Radio3, la televisione nazionale francese TF1, per la televisione nazionale svizzera TSR1 e Léman Bleu, nonché per la Televisione Nazionale Andorrana e la radio nazionale svizzera Espace2, Televisione Nazionale Boliviana. Ha tenuto concerti in duo, trio, quartetto e ottetto di chitarre, collaborando parallelamente con diversi quartetti d’archi italiani e svizzeri tra i quali il “Quartetto Rieckof”, formato dalle prime parti dell’Orchestre de la Suisse Romande. Dal 2001, suona con il “Lausanne Guitar Trio” e dal 2003 in duo con il fisarmonicista italiano Nadio Marenco. Ha registrato quattro CD come solista, tra cui “Live at Lucerne Festival”, pubblicato dal “Festival de Lucerne” e diffuso dalla radio nazionale svizzera Espace2, oltre che a due CD in duo con il fisarmonicista M° Nadio Marenco e con il “Lausanne Guitar Trio”. E’ responsabile della classe di chitarra presso il Conservatorio di Ginevra, in Svizzera e tiene masterclass in Europa, Sud America ed Asia.

QUINTETTO PRESTIGE

Viene costituito nel 1999 da membri dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino:
Federico Giarbella, flauto, Alessandro Camilli, oboe, Luigi Picatto, clarinetto, Ugo Favaro, corno, Orazio Lodin, fagotto. Nasce per la volontà dei suoi componenti di unire le proprie molteplici esperienze maturate nelle collaborazioni con orchestre come quella del Teatro alla Scala, il Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra Sinfonica di Santa Cecilia, Orchestra Sinfonica di Catania, la Mahler Chamber Orchestra, L’orchestra Sinfonica di Cannes, i Solisti Veneti, L’orchestra RAI; con artisti di fama mondiale come Ballista, la soprano Edita Gruberova, il quartetto rumeno VOCES e con repertori musicali che vanno dal barocco alla musica contemporanea.
Formatosi in occasione della nascita delle rassegne del Regio Itinerante, importante sistema artistico di divulgazione promosso dal Teatro Regio e dalla Regione Piemonte, il gruppo ha ormai al suo attivo innumerevoli concerti.
E’ nella filosofia di programmazione del Quintetto che si delinea un grande interesse per il variegato mondo musicale, con percorsi che esulano dal puro repertorio classico per quintetto a fiati.
In particolar modo, negli ultimi anni, ha prestato attenzione alla divulgazione del grande repertorio sinfonico – operistico e cameristico nelle trascrizioni per questo organico, sia originali del periodo, che di trascrittori moderni. Infatti inserisce all’interno dei propri programmi brani che spaziano dalle ouverture d’opera di Rossini, ai balletti di Tchaikovsky, alle musiche da films, intercalando il tutto con composizioni originali per quintetto a fiati e offrendo così una tavolozza di colori e sensazioni quanto mai gradita.
Il costante consenso di pubblico e critica ha portato i Prestige ad esibirsi nel 2002 a Vancouver quale rappresentanti del Piemonte nello scambio interculturale tra Italia e Canada in occasione dell’anticipo delle manifestazioni per i Giochi Olimpici Invernali del 2006.

LEAVE A REPLY