Teatro Trastevere (Roma): ecco la nuova stagione!

0
210
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Al suo terzo anno di attività il Teatro, alle spalle di S. Francesco a Ripa, lancia la nuova stagione presentando un cartellone dalle diverse sfaccettature

Il Teatro Trastevere, nel cuore della città, nasce nell’inverno del 2009 per volere di un gruppo di soci e amici, con l’intento di creare e fornire una “casa” a tutti coloro che amano l’arte e che necessitano di uno spazio aperto, ricco che accolga le diverse iniziative culturali.

Al suo terzo anno di attività il Teatro Trastevere lancia la nuova stagione 2012/2013 presentando al pubblico romano un cartellone dalle diverse sfaccettature.

Una stagione ricca e intensa, che quest’anno punta a dar spazio alle giovani compagnie del territorio rivolgendo l’attenzione prevalentemente alla drammaturgia contemporanea e all’esaltazione delle passioni umane, indagate, analizzate e messe in scena talvolta con comicità e leggerezza altre volte viaggiando su un filone più drammatico.

Giovani compagnie promettenti di tutto il territorio, che nel Teatro Trastevere hanno trovato una casa, un palcoscenico che le accoglie pronto a lanciare e far conoscere i loro lavori: infatti vi sarà chi presenterà delle proprie opere, chi delle riscritture, chi le proprie messe in scene di grandi autori contemporanei e grandi classici.

Uno spazio di quasi 100 posti con un’anima unica e indipendente che intende proporre al pubblico romano una selezione di spettacoli di sicuro interesse che sapranno coinvolgere, ammaliare, ridere e riflettere.

Cultura e natura, dentro e fuori, limite e illimitatezza, arte e vita, reale e surreale, ordine e disordine.

Ancora una volta il Teatro Trastevere sceglie maschere e storie che, ben rispecchiando la nostra contemporaneità, parlano di irrisolte e irrisolvibili passioni umane, che muovono i destini.

Sul limen di un mondo indeterminato, dove tutto può succedere, dove l’ordine prestabilito può, a volte deve, essere sovvertito da un tragico disordine. Dal Dioniso delle Baccanti, ad Ecuba, madre offesa e vendicatrice; dall’arte solo apparentemente surreale e surrealista di Frida a quella eternante che ruba il volto, ma non l’anima, al Tempo che passa; fino all’estremo sacrificio di chi, seguendo sé stesso, la sua vocazione e natura, sfida la Legge di un padre, di una scuola, di un sistema, determinando il Suo di destino. Come Mirandolina che, abile manipolatrice amorosa, sceglie, inganna, incrina le certezze e l’ordine dell’uomo borghese. E da sfondo, le quotidiane peripezie di chi quest’ordine lo vorrebbe: un lavoro, una famiglia, un amore… a volte una memoria, che riunisca i pezzi di una vita dove non c’è più niente di fermo, dove tutto si agita in frenesia.

Un cartellone ricco e stimolante. Per un teatro e un messaggio che non rimangano sulle tavole polverose al calar del sipario, ma, oggi più che mai, sappiano dare forma a nuovi pensieri e vere emozioni da portare via con sé.

Il Direttore Artistico

Teatro Trastevere

Via Jacopa de’ Sottesoli 3, Roma

info@teatrotrastevere.it

www.teatrotrastevere.it

DAL 9 OTTOBRE AL 14 OTTOBRE 2012

FEGATO

scritto e diretto da Angelo Sorino

Si sa che nell’antichità, gli uomini usavano interrogare i disegni presenti sul fegato degli animali per conoscere il loro futuro. Ma, che cosa sarebbe accaduto se invece essi avessero potuto comunicare direttamente con questo magnifico organo?Stefano, trascorre i suoi giorni in uno stato di calma apparente, senza scossoni, senza nulla che turbi le sue abitudini fino a quando, un giorno, non si rende conto di poter parlare con il proprio fegato…

Da quel momento, una escalation di avvenimenti e comicità condurrà lo spettatore nell’ inconscio dei personaggi che si mostrerà per quello che è:a volte banale, a volte profondo, divertente, triste e soprattutto ironico, buffo e sorprendente, un po’ come la vita… gli umani si muoveranno a sincrono con i loro stessi organi inseguendo desideri e chimere. Il fegato, portatore sano di saggezza, la rilascerà piano, distillandola e instillandola in Stefano; il cuore cercherà di spingerlo oltre i suoi limiti.

IL 18 OTTOBRE 2012

DILETTANTI ALL’OPERA PRESENTA

LA BOTTEGA DELL’ARTIGIANO

Scritto e diretto da Ilaria Pennazza

Qualcuno più di duemila anni fa ebbe il coraggio di sfidare la società dell’epoca senza avere nulla in cambio. La sua sposa aveva accettato un destino, quasi più grande di lei e lui l’assecondò, imparando da lei ad amare Dio incondizionatamente. Nella sua famiglia tutto era amore: il lavoro, il legno che piallava, l’acqua che gli veniva donata, il pane sulla tavola ed ogni cosa aveva un’anima. Ora invece tutto ci appare temporaneo, nulla necessita di cura, né cose, né persone, si usa e si getta. Riuscirà il muto silenzio dell’artigiano ad insegnarci ad amare?

DAL 19 OTTOBRE AL 21 OTTOBRE 2012

DILETTANTI ALL’OPERA PRESENTA

MISERIA E NOBILTA’

di Eduardo Scarpetta

regia di Pietro Giammatteo e Maurizio D’Alatri

Due famiglie squattrinate convivono in uno squallido appartamento per dividere le spese. In realtà, non avendo denaro, le uniche cose che riescono a condividere sono la miseria e la fame. Finché, un bel giorno, viene fatta loro una proposta che non possono rifiutare… Cosa saranno disposti a fare pur di riempirsi lo stomaco? Un classico del teatro, oggi più attuale che mai.

DAL 26 OTTOBRE AL 28 OTTOBRE 2012

QUARTA PARETE GRUPPO TEATRO G. NIEMEN e ASSOCIAZIONE CULTURALE TEATRALE ALTA TENSIONE PRESENTANO

IL PRIGIONIERO DELLA SECONDA STRADA

di Neil Simon

regia di Mimma Salvadego

In una torrida estate newyorkese, il cinquantenne Mel Edison, dopo 25 anni di lusingata carriera, viene licenziato.

Mel cerca invano un nuovo lavoro ma….”quando cerchi aiuto sono tutti fuori a pranzo già alle dieci del mattino”.

Sostenuto dall’affetto di Edna, sua moglie che gli resta amorevolmente accanto anche nei momenti di più forte

instabilità, Mel riesce a credere e sperare ancora in un domani migliore!

DAL 31 OTTOBRE AL 4 NOVEMBRE 2012

I MENTE GATTI PRESENTA

LE BUGIE HANNO LE VESCHE CORTE

regia di Massimiliano Gallo

Una moglie, un marito e un amante si barcamenano goffamente fra supposti tradimenti, malanni improvvisi e personaggi importuni che si trasformano in una serie di macchiette psicotiche e irresistibili, facendosi beffe degli stereotipi della società attuale.

DAL 6 NOVEMBRE AL 18 NOVEMBRE 2012

TEATRO PANTEGANO PRESENTA

LE BACCANTI

di Euripide

regia di Erika Manni

Dioniso, “il più terribile e il più dolce tra gli dei”, figlio di Zeus e di Semele e nipote di Cadmo, arriva a Tebe dalla Lidia, assumendo sembianze umane. Vuole affermare la propria origine divina, imporsi come dio nella città dove un fulmine ha incenerito sua madre. La sua vendetta inizia con lo spingere tutte le donne di Tebe a trasferirsi sul monte Citerone, per celebrare i suoi riti. Al nuovo culto si adegua il vecchio re Cadmo: vi si oppone, invece, con feroce caparbietà Penteo, il giovane sovrano…Con l´arrivo di Dioniso, tutta la città di Tebe è invasa da  un travolgente  stato di estasi, di perdita della coscienza, di follia mistica. Le donne di Tebe sono possedute dal dio e perdono la propria identità: nessun corpo resta simile a se sotto l’effetto dell´estasi dionisiaca. La trasformazione è inevitabile.

DAL 20 NOVEMBRE AL 25 NOVEMBRE 2012

RESET “INDIZI DI MEMORIA”

Scritto e diretto da Andrea Teodori

Un uomo e una donna si risvegliano, privi di memoria, in una casa totalmente distrutta. Lentamente gli indizi presenti, rendono il puzzle sempre più chiaro, lasciando però ancora una domanda: Chi li ha ridotti così?

Reset”, è uno spettacolo che parla dell’amore. Un amore che spesso ,per tornare ad essere tale , ha bisogno di dimenticare il passato ,per poter avere un futuro.

I protagonisti si risvegliano in una casa totalmente distrutta. Non sanno chi sono, chi li ha ridotti così e soprattutto non sanno se possono fidarsi l’uno dell’altro. Lentamente attraverso la scoperta di oggetti, foto, diari, ricostruiscono la loro vita, guardandosi con nuovi occhi.

Ma chi ha ridotto così la casa?

DAL 29 NOVEMBRE AL 2 DICEMBRE 2012

UNA RONDINE DAL MESSICO ”FRIDA KHALO”

Scritto e diretto da Priscilla Giuliacci

Maria Grazia Adamo interpreta quella che è stata ed è ancora una grande eroina messicana. Lo fa in un monologo intimo e forte. Stretta al pubblico “Frida” si racconta, si lascia vedere. Come il dolore che c’è nei suoi quadri, messo in mostra da qualche parte nel mondo, un dolore che si lascia osservare e sentire, ma con semplicità, senza voler essere, a tutti i costi compreso. Frida Kahlo non cercava un linguaggio che piacesse al pubblico, non cercava nulla in particolare, se non di esprimere, per sé stessa, tutto ciò che aveva dentro. La vita e la sofferenza l’hanno nutrita, ingozzata a tal punto da far strabordare il vaso dell’anima. La sua simbologia non è fatta di sole e di luce; sangue, scheletri, chiodi, frecce, pilastri che si spezzano… vita e morte si mescolano incessantemente, eppure ella ci trasmette tutta la gioia, la forza, il colore, la spiritualità, la devozione per la natura, la vita e l’amore. La rondine di cui si racconta in questo spettacolo è senz’altro il mito, ma ancor più la Donna che ha camminato nelle pieghe più aride della terra, dimostrando ancora una volta che l’Arte si nutre soprattutto di quotidianità e di esperienza

DAL 4 DICEMBRE AL 9 DICEMBRE 2012 e DAL 22 GENNAIO AL 27 GENNAIO 2013

MANEGGIARE CON CURA

Di Luisa Maneri

Regia di Patrick Rossi Gastaldi

Nel tardo pomeriggio del 27 dicembre 1988 Chiara affronta il primo incontro con un’ insolita terapia psicoanalitica. Laura viene abbandonata dall’uomo della sua vita e Umberto insiste nel credere che non ci si debba fare troppe domande..Nel corso degli anni, in un susseguirsi di errori, sogni, e promesse inseguiranno un “loro” modo per essere felici.

Una commedia che con toni brillanti ed ironici affronta gli eventi anche drammatici che, spesso imprevisti e talvolta voluti, ci si trova ad affrontare nel corso della vita.

DAL 13 DICEMBRE AL 16 DICEMBRE 2012

ATTORI IN VOLO PRESENTA

NATALE IN CASA NOSTRA

Scritto e diretto da Fabio De Angelis

Ambientata nei giorni nostri, “Natale in Casa Nostra” si propone di aprire una finestra all’interno di una eccentrica famiglia romana, proprio nel giorno del Santo Natale. Ospiti inattesi, personaggi che fingono di essere quello che non sono, perché vittime di una società “dell’apparire”, giocano tra bugie e inganni, dando vita ad un concatenarsi di situazioni ambigue, proponendo innumerevoli “exercises de style” e suggerendo divertenti regressioni. Ne scaturisce un’opera imprevedibile, stimolante, strutturata da un apparato fittissimo di gags ed equivoci. Non è un semplice divertissement, una prepotente comicità pervade l’azione, ma in modo acuto e intelligente. La trama, ricca e intrigante, trasmette valori di vita, evidenzia contrapposizioni culturali e religiose, introduce al vissuto familiare e lascia lo spettatore attento tra un colpo di scena e una risata, in un avvicendarsi di personaggi che interagiscono con lo sfondo di un partecipe “Albero di Natale”.

DAL 18 DICEMBRE AL 23 DICEMBRE 2012

ASSOCIAZIONE CULTURALE TEATRO TRASTEVERE PRESENTA

CARPE DIEM

COGLI L’ATTIMO FUGGENTE

Scritto e diretto da Tommaso Marrone

Libera interpretazione teatrale ispirata ad un film degli anni ’80 che può ormai essere considerato un classico della cinematografia mondiale. Fine anni cinquanta, la vita di una rigida Accademia statunitense sta per essere sconvolta dall’arrivo di un insegnante di materie umanistiche molto particolare. Atmosfere suggestive, divertimento, dramma e riflessione accompagnano lo spettatore in un viaggio attraverso una piccola grande rivoluzione pedagogica che porta un gruppo di giovani allievi a stravolgere completamente le proprie vite. Il trionfo dell’anticonformismo, ma anche la riscoperta di tante passioni nascoste e del gusto verso tutto ciò che è vita, verso tutto ciò che è poesia. Carpe diem. Cogliere l’attimo per vivere in saggezza e profondità.

DAL 25 DICEMBRE 2012 AL 6 GENNAIO 2013

VI DICHIARO MARITO E MOGLIE

di Anna Fraioli

regia di Lazzaro Calcagno

Lei pensa che lui abbia un’altra, lui pensa che lei sia incinta di lui stesso, l’amico di lui è uno che pensa molto e quando non pensa rompe, qualunque cosa! L’amica di lei invece ama uno che non esiste, ma a parte questo è assolutamente sconclusionata. Altri personaggi: un test di gravidanza, una suocera, le figurine Panini degli anni ’60 di Goffi e Pizzaballa, colpi di scena, abbondanti risate e applausi!

DAL 10 GENNAIO AL 13 GENNAIO 2013

SPAZIO TEATRO PRODUZIONE PRESENTA

SEMPRE PROMESSE

TRATTO DA PROMESSE PROMESSE DI NEIL SIMON

regia e adattamento di Pietro Morachioli

Il contabile Chuck Baxter, impiegato in una grossa compagnia di assicurazioni americana, riesce ad accattivarsi le simpatie dei dirigenti della sua azienda prestando loro, per scappatelle extraconiugali, il piccolo appartamento ove vive. Tutto procede felicemente finché Baxter non si innamora di Fran Kubelik, graziosa lift-girl. Presto però egli scopre che questa è l’amante del capo del personale, Jeff D. Sheldrake, il quale, dietro consiglio di un collega, si rivolge proprio a lui per ottenere anch’egli l’uso dell’appartamento alla bisogna amorosa. La riluttanza di Baxter viene vinta grazie ad una promozione piuttosto cospicua. Ma qualcosa va storto e durante un incontro fra Jeff e Fran nell’appartamento di Baxter, quest’ultima apprende che l’amante non ha alcuna intenzione di lasciare la famiglia per sposarla, come le aveva promesso. Amareggiata ed umiliata, la povera Fran decide di suicidarsi proprio in quell’appartamento: buon per lei che Baxter giunga in tempo a salvarla. Quando però l’impiegato comunica a Sheldrake l’accaduto, la telefonata viene intercettata da miss Olson, segretaria ed ex-amante del dirigente, che – per vendetta e gelosia – informa di tutto la moglie di Sheldrake la quale, a sua volta, caccia di casa il marito. L’uomo riprende a questo punto la relazione con Fran e chiede a Baxter la chiave dell’appartamento per trascorrervi la notte del 31 dicembre con la ragazza. Baxter però, presa coscienza dei suoi sentimenti e della necessità di doversi finalmente comportare da “uomo”, rifiuta e si licenzia. Fran apprende la notizia durante la cena di Capodanno e, resasi conto di quel che prova, pianta in asso Sheldrake e raggiunge l’appartamento di Baxter dove i due si dichiarano il loro amore

DAL 16 GENNAIO AL 20 GENNAIO 2013

IO E LE MIE MOGLI

scritto e diretto da Stefano Santini

DAL 31 GENNAIO AL 3 FEBBRAIO 2013

LA LOCANDIERA

di Carlo Goldoni

regia di Laura Ippoliti

La bella locandiera Mirandolina è maestra nel far innamorare gli uomini .La corteggiano senza speranza, il ricco conte di Albafiorita e lo spiantato Marchese di Forlinpopoli, ma non il cavaliere di Ripafratta, che disprezza le donne. Mirandolina, mostrando prima, di stimarlo, per la sua misoginia,poi trattandolo con particolari riguardi, fingendosi turbata al punto di svenire alla notizia che egli lascia la Locanda – Albergo , lo riduce nel giro di un giorno ai suoi piedi, per poi avvilirlo di fronte a tutti smascherando la sua passione al tempo stesso in lui – conclude le sue nozze con Fabrizio, cameriere della locanda .

LEAVE A REPLY