Alieni di Gaddo Bagnoli

0
433
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Margherita Busacca

testo e regia Gaddo Bagnoli

con Angelo Bosio, Ermelina Akalli, Claudia Franceschetti, Igor Loddo, Andrea Magnelli Laura Rinaldi

direzione organizzativa Francesca Audisio, Clara Galbini

produzione Associazione Culturale Scimmie Nude

 

Dopo la Trilogia d’Indagine sull’uomo e sulla sua intimità, che ha impegnato la compagnia per quattro anni, le Scimmie Nude affrontano per la prima volta il problema del rapporto tra gli individui, tra il singolo e gli altri. Cosa succede all’uomo, quando si mette in relazione con gli altri? Quali sono le sue reazioni? Come struttura la sua vita? Il progetto di ricerca Alieni tenta di indagare questo conflitto, esplorando la capacità dell’uomo di adattarsi (o meno) a quello che la società gli impone. Questa indagine viene condotta con gli strumenti tipici della direzione artistica Scimmie Nude, che da anni, attraverso il proprio studio teatrale, analizza l’Uomo per studiarne il comportamento, la sua reattività animale e i rapporti reciproci con l’ambiente esterno.

La forma di azione scenica che si sviluppa in questa direzione è “crudele”. Questa azione scenica è un’azione perversa, contro la coerenza del “discorso” naturalistico. L’ambizione è quella di demandare al corpo quello che si vorrebbe dire con le parole: rinfondare fisicamente la società.

Spesso quando camminiamo per strada, o viaggiamo in treno o in metropolitana, quando siamo in un luogo pubblico affollato, si manifesta in noi un senso di alterità rispetto alle altre persone, come se fossimo circondati da estranei, da alieni. I sei personaggi senza nome di questo spettacolo, avvinti e sperduti in un coro metropolitano, cominciano da qui, da questa sensazione di distacco individuale dagli altri. Il nostro essere sociale e il nostro essere individuale sono due realtà ben distinte ma interconnesse. I nostri personaggi si cercano, si inseguono, ma ad un tempo si evitano nell’indifferenza e nella crudeltà più assolute. Essi si stringono in cori d’insieme e poi si abbandonano all’isolamento e alla solitudine.

L’animale uomo è geneticamente progettato per non vivere da solo: non potremmo nascere, crescere, sviluppare emozioni e intelletto, al di fuori di un contesto sociale. Siamo allo stesso tempo indipendenti e condizionati dagli altri. I nostri personaggi, anime del mondo, si mostrano nei momenti della vita: amore, amicizia, politica, solidarietà, confronti e scelte. Il rapporto con gli altri nutre e sviluppa in tutti i sensi il nostro percorso sulla terra e determina in parte la nostra personalità.

Le coscienze dei nostri personaggi, quella individuale e quella sociale, spesso si scontrano.

Non c’è scampo da questo nostro moderno conflitto personale: se abitiamo in una piccola comunità rurale abbiamo molta umanità e poca libertà individuale povera di stimoli, se abitiamo in una metropoli affollata abbiamo molta libertà individuale piena di stimoli e poca umanità. Per paura del contatto con gli altri, così ingombrante e compromettente, oggettivizziamo i rapporti sociali e per proteggerci dall’ invasione (a noi aliena) degli altri ce ne allontaniamo e scaviamo una trincea che non può che dare inizio ad una guerra personale con il mondo, o peggio ad una forma di indifferenza che porta alla solitudine e all’isolamento.

La compagnia Scimmie Nude nasce nel 2003 da un’idea di Gaddo Bagnoli che decide di sviluppare un nuovo percorso artistico grazie all’ incontro artistico ed umano con un gruppo di giovani attori professionisti, e l’esperta in comunicazione culturale Francesca Audisio.

Obiettivo comune è la sperimentazione di nuove metodologie teatrali che spaziano dallo studio della biomeccanica classica alle più moderne tecniche di ricerca attorica: segmentazione ed astrazione del gesto e della parola, lavoro sulla voce attraverso l’utilizzo dei più recenti codici di ricerca (Phonè), nonché nuovi approcci creativi nella relazione tra attore e regista; tutto questo con l’obiettivo di sviluppare linguaggi teatrali alternativi.
Le Scimmie Nude, compagnia con vocazione internazionale, opera a Milano e dintorni attraverso lo 
Spazio Scimmie Nude,laboratorio in costante aggiornamento e fucina di molti artisti italiani. La ricerca artistica impegna la compagnia (per un teatro fuori dalle rotte commerciali) in spettacoli, letture ed altre varie forme spettacolari.

Dal 2008, la ricerca artistica della compagnia Scimmie Nude si è precisata e profilata in modo più incisivo. Questo momento ha coinciso con l’avvio di una trilogia di spettacoli coprodotti con Federica Maria Bianchi:
Pauraedesiderio, Macchine, sinfonietta per corpi e voci, Perversioni e  I Cenci di Antonin Artaud.

 

informazioni

Prenotel 0234532140 lunedì ore 10 > 18 e martedì> venerdì ore 10 > 20

Ritiro biglietti Uffici via Principe Eugenio 22. Lunedì > venerdì ore 11 > 13;

Botteghino del teatro , via Mac Mahon 16 , nei giorni di spettacolo , un’ora prima dell’inizio;

il sabato ore 11 > 13 e 17 > 22. Domenica, un’ora prima dello spettacolo.

Abbonamento Outoffcard Intero 72 Euro 6 spettacoli a scelta (tranne gli spettacoli fuori abbonamento) – Under 25 54 Euro; over 60 42 Euro

Prevendita:

Intero: 18,00 Euro – costo prevendita e prenotazione 1,50/1,00 Euro

Riduzione: 12,00 Euro under 25 ; 9,00 Euro under 60

Convenzione con il Comune di Milano

Orari spettacoli: da martedì a sabato ore 20.45; domenica ore 16.00

trasporti pubblici: tram 12-14 bus 78 Accesso disabili con aiuto

Teatro Out Off 20155 Milano via Mac Mahon 16

Uffici via Principe Eugenio 22 telefono 02.34532140

Fax 02.34532105 info@teatrooutoff.it; www.teatrooutoff.it

LEAVE A REPLY