C’è del buono in Stenterello

0
206
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Ora che il festival teatrale di successo Il Mese Mediceo si è concluso definitivamente, si iniziava già a sentire la mancanza delle storie fiorentine alle quali Alessandro Riccio ci aveva abituati. E così, per non soffrire troppo il distacco, il regista e attore di Tedavi’98 porta in scena al Teatro di Cestello (dal 14 al 18 e dal 21 al 25 novembre) proprio una storia della tradizione fiorentina: Stenterello.

Ma se fosse la semplice storia della maschera nostrana non sarebbe un testo di Riccio, e quindi lo spettacolo racconterà come Luigi del Buono inventò la figura di Stenterello che, per più di un secolo, divenne celebre in tutti i teatri d’Italia.

Una divertentissima commedia ambientata nella Firenze di fine ‘700 quando la scalcinata compagnia di Luigi Del Buono, reduce da una serie di fiaschi, inizia a sfaldarsi. Sarà proprio la disperazione unita al genio che spingerà Del Buono a inventarsi un personaggio buffo e popolare.

Ma Stenterello diventerà più popolare e richiesto del suo stesso ideatore costringendo Del Buono ad una lotta all’ultimo sangue proprio con la sua stessa creatura.

Chiacchierone, pauroso ed impulsivo, ma anche saggio, ingegnoso e pronto a schierarsi dalla parte del più debole, Stenterello è il personaggio che incarna il tipico popolano fiorentino di bassa estrazione, oppresso da avversità ed ingiustizie, ma che ha in sé sempre la forza di ridere e scherzare.

In scena con Riccio un cast di attori di alto livello sempre più presenti sulla scena fiorentina: Silvia Paoli, Silvia Frasson, Alessio Nieddu, Daniele Bonaiuti, Nicanor Cancellerieri.

Trattenersi dal ridere sarà impossibile.

 

FOTO (scaricabili): https://www.dropbox.com/sh/nxicvxjpqu6bk9t/3U0w201enH

 

PREZZI Intero 14, ridotto 12 euro

 

TEATRO DI CESTELLO

Piazza di Cestello n°4, 50124 Firenze
Tel: 055-294609


LEAVE A REPLY