Inaugurazione 68° Stagione Sinfonica I Pomeriggi Musicali

0
183
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Giovedì 25 ottobre ore 21

Sabato 27 ottobre ore 17

Generale aperta – giovedì 25 ottobre ore 10

Direttore: Giordano Bellincampi

Pianoforte: Giuseppe Albanese

Orchestra I Pomeriggi Musicali

Čajkovskij, Concerto n. 1, op. 23 per pianoforte e orchestra

Dvořák, Sinfonia n. 9, op. 95 “dal Nuovo Mondo”

La 68° Stagione Sinfonica dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali si apre il prossimo 25 ottobre con due grandi maestri di fine Ottocento: Dvořák e Čajkovskij. Sul podio de I Pomeriggi salirà ilMaestro Giordano Bellincampi, dalla scorsa stagione Direttore Musicale dell’Orchestra, al pianoforte Giuseppe Albanese, giovane interprete ben noto al nostro pubblico. Albanese si cimenterà nel Concerto n. 1 op. 23 per pianoforte e orchestra di Čajkovskij e a seguire l’Orchestra eseguirà la Sinfonia n. 9, “Dal Nuovo Mondo” di Dvořák.

GIORDANO BELLINCAMPI, direttore

Il Direttore Giordano Bellincampi si affaccia alla stagione 2012/2013 con un doppio ruolo di grande prestigio: Generalmusikdirektor (GMD) della Filarmonica di Duisburg, carica assunta nel settembre 2012, e Direttore Musicale dell’ Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, ruolo che ricopre dal gennaio 2012.

Nel settembre 2005 Bellincampi assume la direzione della Danish National Opera con il titolo diGeneral Music Director. Precedentemente è stato Direttore Musicale dell’Orchestra Filarmonica di Copenhagen (2000 – 2006), orchestra con la quale aveva già collaborato nella veste di direttore ospite principale dal 1997 al 2000.

Sempre fra il 1997 ed il 2000 è stato anche Direttore Principale della Athelas Sinfonietta Copenhagen,  ensemble leader nella musica “avant-garde” in Danimarca.

Dopo gli studi in trombone e in direzione d’orchestra con Jorma Panula (prestigioso direttore e ricercato pedagogo) presso la  Royal Danish Music Academy di Copenhagen e dopo aver svolto un’intensa attività musicale come professore d’orchestra, nell’agosto 1994 debutta come direttore d’orchestra, con l’Orchestra Sinfonica di Odense. Seguono una serie di concerti con le più prestigiose orchestre della Danimarca.

Direttore molto amato per la sua capacità nel saper comunicare con i musicisti e per la sua musicalità, dirige regolarmente in Europa, USA e Asia. Nel corso della sua carriera collabora con molte prestigiose orchestre: Toronto Symphony, Royal Stockholm Philharmonic, Toledo Symphony, Scottish National Symphony,  RTE National Symphony Dublin, Bergen Philharmonic, Trondheim Symphony, Lahti Symphony, Prague Philharmonia, Stavanger Symphony, St. Petersburg Symphonie e Guangzhou Symphony, KBS Symphonie Seoul. In Italia dirige l’Orchestra de I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra di Padova ed il Veneto, l’ORT Firenze.

Il suo debutto alla Royal Opera di Copenhagen avviene nella primavera del 2000 con Bohème; da allora  dirige il grande repertorio operistico italiano: Falstaff, il Trovatore, la TraviataMadame Butterfly, Tosca, Bohème, Turandot, La fanciulla del West, Rigoletto, Aida, Cavalleria Rusticana, Pagliacci. Nel 2005 inaugura il nuovo Teatro della Royal Opera Copenhagen con una nuova produzione di Aida; nella stagione 2006/2007 dirige una nuova produzione di Rigoletto alla Danish NationalCopenhagene il Rosenkavalier di Richard Strauss. Nella stessa stagione debutta all’Opera di Cincinatti con Tosca.

Nella stagione 2009/2010  dirige la Royal Flemish Philharmonic, la Slovenian Philharmonic, la RTE National Dublin e una produzione di Cavalleria Rusticana/Pagliacci alla Deutsche Opera am Rhein, tornando poi, nella stagione 2010/2011, per una ripresa di Bohème, a Düsseldorf e Duisburg. Sempre nella stagione 2010/2011  dirige  una nuova produzione di Madama Butterfly alla Royal Opera  Copenhagen e Manon Lescaut alla Danish National Opera. 2011/2012 torna a dirigere alla Deutsche Oper am Rhein (Bohème), alla Royal Flemish e dirige le orchestre sinfoniche di Kristiansand e Sonderjyllands. In Italia dirige I  Pomeriggi Musicali di Milano,  l’Orchestra di Padova ed il Veneto e, in Nuova Zelanda, l’Auckland Philharmonic e la Christuschurch Symphony Orchestra.

GIUSEPPE ALBANESE, pianoforte

vanta un curriculum di studi straordinario: a 17 anni  votazione di 10 e lode e menzione d’onore al diploma di pianoforte al Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro;  a  18 anni votazione di 60/60 alla maturità classica; a 23 anni diploma Master all’Accademia Pianistica di Imola e votazione di 110 e lode alla laurea in Filosofia (con dignità di stampa della tesi dal titolo L’estetica di Liszt nelle “Années de Pèlerinage”); a 25 anni professore universitario a contratto di Metodologia della comunicazione musicale.

Numerosi i premi ottenuti: spiccano, in particolar modo, il Premio Venezia (assegnato nel 1997 all’unanimità  da una giuria presieduta dal Mº Roman Vlad al miglior e più giovane tra i diplomati dei conservatori d’Italia), e, soprattutto, il primo premio, nel 2003,  al  Vendome Prize  (presidente di Giuria: Sir Jeffrey Tate) con finali a Londra e Lisbona: un evento definito da “Le Figaro” il concorso attualmente più prestigioso del mondo.

È stato già invitato per recital e concerti con orchestre da autorevolissime ribalte internazionali quali, tra gli altri, il Metropolitan Museum, la Rockefeller University  e la Steinway Hall di New York; l’Auditorium Amijai di Buenos Aires; la Konzerthaus di Berlino; la Laeisz Halle di Amburgo; la Philharmonie di Essen;  il Mozarteum di Salisburgo; St.Martin in-the-fields e la Steinway Hall di Londra; la Salle Cortot di Parigi; la Filharmonia Narodowa di Varsavia; la Filarmonica Slovena  di Lubiana; la Gulbenkian di Lisbona; il Cenart di Mexico City; il Teatro della Musica Araba de  Il Cairo.

Negli ultimi tempi  il Mº Albanese si è distinto per essere stato l’unico pianista della sua generazione a essere invitato a suonare  in ben dieci primari enti lirici: il Petruzzelli di Bari, il Comunale di Bologna, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, il Carlo Felice di Genova, il Teatro San Carlo di Napoli, il Massimo di Palermo, il Teatro dell’Opera di Roma, il Verdi di Trieste, la Fenice di Venezia, l’Arena di Verona.

Collabora con direttori di livello internazionale del calibro di Christian Arming, James Conlon, Lawrence Foster, Will Humburg, Dmitri Jurowski, Julian Kovatchev, Alain Lombard,  Othmar Maga, Matthieu Mantanus, Anton Nanut, Tomas Netopil, George Pehlivanian, Hubert Soudant, Pinchas Steinberg, Michel Tabachnik, Jeffrey Tate, Jurai Valcuha, Jonathan Webb, Andriy Yurkevych, ecc.

Tra gli impegni più recenti con orchestra si segnalano: il Concerto in do di Nino Rota all’Auditorium Parco della Musica di Roma (nella stagione dell’Orchestra Sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, con differita radiofonica su Radio3 e televisiva su RAI3), al Teatro di San Carlo di Napoli e al Politeama Garibaldi di Palermo; il Concerto n.1 di Liszt all’Auditorium Toscanini di Torino (nella stagione dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, con diretta radiofonica su Radio3 e differita televisiva su RAI3); la Rapsodia su tema di Paganini di Rachmaninov al Teatro degli Arcimboldi di Milano; il Concerto n.5 di Prokof’ev e il Concerto n.1 di Čajkovskijal Teatro Dal Verme di Milano; il Concerto n. 2 di Rachmaninov al Teatro Real di Madrid.

Di particolare rilievo gli inviti per un recital monografico su Franz Liszt da parte del Festival MITO – SettembreMusica e del Winter Arts Square Festival di Yuri Temirkanov a San Pietroburgo.

Tra le sue ultime incisioni, singolare successo ha riscosso il CD monografico con musiche di Debussy pubblicato a gennaio 2012 per il mensile “Amadeus” in occasione dell’anniversario dei 150 anni della nascita del compositore francese.

www.giuseppealbanese.com 

ABBONAMENTI A 23 CONCERTI

Interi

Primo Settore (Platea, da fila 1 a 30) € 276,00 + prev.

Secondo Settore (Platea, da fila 31 a 40) € 218,50 + prev.

Balconata € 172,50 + prev.

Ridotti (Giovani under 26; Anziani over 60; Cral; Ass.

Culturali, Biblioteche; Gruppi; Scuole e Università)

Primo Settore (Platea, da fila 1 a 30) € 207,00 + prev.

Secondo Settore (Platea, da fila 31 a 40) € 161,00 + prev.

Balconata € 126,50 + prev.

Campagna nuovi abbonamenti

Da Martedì 12 Giugno 2012 a Domenica 21 Ottobre 2012

sarà possibile sottoscrivere nuoviabbonamenti.

BIGLIETTI

Interi

Primo Settore (Platea, dalla fila 1 alla 30) € 19,00

Secondo Settore (Platea, dalla fila 31 alla 40) € 13,50

Balconata € 10,50

Ridotti (Giovani under 26; Anziani over 60; Cral; Ass.

Culturali, Biblioteche; Gruppi; Scuole e Università)

Primo Settore (Platea, dalla fila 1 alla fila 30) € 15,00

Secondo Settore (Platea, dalla fila 31 alla fila 40) € 11,50

Balconata € 8,50

BIGLIETTI per le prove generali aperte

Interi: €. 10,00 + prevendita

Ridotti: (Giovani under 26; Anziani over 60; Cral; Ass.Culturali Biblioteche; Gruppi; Scuole e Università) €. 8,00 + prevendita

Biglietteria TicketOne

TeatroDal Verme

Via San Giovanni Sul Muro, 2 – 20121 Milano

Tel. 02 87.905.201

dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00

www.ipomeriggi.it

www.ipomeriggi.it/facebook

www.ipomeriggi.it/youtube

 

Biglietteria on-line: www.ticketone.it

 

 

LEAVE A REPLY