Brontë: i nostri più antichi segreti

0
193
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Brontë: i nostri più antichi segreti” è il titolo di un progetto teatrale ideato per riportare alla luce e al pubblico le poesie delle sorelle Brontë, protagoniste indiscusse della letteratura britannica di epoca vittoriana. Poesie poco conosciute al pubblico italiano, in particolare i componimenti scritti dalla più piccola delle tre sorelle, Anne Brontë, spesso rimasta nell’ombra del successo ottenuto dalle sorelle maggiori e dai loro più celebri romanzi. La scelta di portare in scena le poesie e non degli estratti dai loro più celebri romanzi, deriva, semplicemente, dalla forte intimità, dalla profonda emotività e soprattutto da un’ indimenticabile trasparenza che si riesce a percepire dalla lettura dei loro componenti poetici. Le sorelle sono state protagoniste di un’ epoca storica fatta di grandi ricchezze ma allo stesso tempo di grandi contraddizioni sociali e coloniali, che hanno condotto le scrittrici a scrivere poesie, in cui si uniscono sentimenti di vario genere, dall’amore alla solitudine, dalle passioni alla vita, una poesia diversa da quella scritta e prodotta oggi. Le poesie scelte per lo spettacolo sono originali, semplici ma soprattutto contengono temi vicinissimi oggi, ai giovani, in particolare quelle della sorella più piccola Anne. Lo spettacolo vuole anche mettere in risalto, la conoscenza, o meglio far conoscere al pubblico appassionato e non di letteratura inglese vittoriana, un lato inedito e poco conosciuto delle sorelle, per la prima volta lontano dagli stereotipi e dai loro più celebri romanzi. Questa volta è la poesia, e con l’interpretazione di due attrici a far riscoprire i segreti di tre sorelle che hanno, e che continuano ad emozionare il mondo. Un progetto che per la primissima volta porta in Italia, un’ unione del tutto speciale, non solo tra poesia e teatro, ma anche tra storia e realtà, uno spettacolo che proietterà il pubblico nel passato grazie anche ad un importante intervento accademico e alla professionalità dell’intero cast e del regista. Uno spettacolo colmo di sorprese e di emozioni , di musica e di teatro che proietterà il pubblico in un viaggio in cui si rispolvereranno i più antichi segreti.

La prof.ssa Tania Zulli docente di Lingua, Cultura e Istituzioni dei paesi di lingua inglese presso la facoltà di Scienze Politiche dell’ateneo Roma Tre, proporrà un approccio accademico allo spettacolo, donando al pubblico presente, attraverso un intervento, una visione storica ma anche letteraria del periodo vittoriano e della vita delle tre sorelle protagoniste dello show, svelando ancora una volta attraverso la sua profonda passione verso la letteratura prodotta dalle sorelle, i loro più antichi segreti, molti non ancora svelati dalla critica al pubblico.

Al termine dello spettacolo verrà proiettato il film “Cime Tempestose”.

Titolo: Brontë: i nostri più antichi segreti

Regia: Paolo Mellucci.

Musiche del maestro: Francesco Paniccia

Interpreti: Sarah Mataloni e Lavinia Lalle.

Con la collaborazione della prof.ssa Tania Zulli

Ideato da: Giuseppe Giulio

Lo spettacolo si svolgerà al Centro Giovanile Giovanni Paolo II (GP2) il 10 novembre, in Vicolo del Grottino 3b, Roma, tel. 06 68301346, info@GPDUE.IT

 

 

 

 

LEAVE A REPLY