Teatro C (Livorno): programmazione dal 6 al 9 novembre

0
170
Condividi TeatriOnline sui Social Network

TeatroC Sound presenta

Martedì 6 novembre ore 22:00 Teatro C

TRIO TRE

INGRESSO GRATUITO

Una nuova serata all’insegna del jazz e della musica d’autore al Teatro C. Martedì 6 novembre, alle ore 22:00, è la volta del Trio3 guidato dal grande batterista Carlo Cavallini.

Nato a Livorno nel 1956, Cavallini ha dedicato tutta la sua vita alla musica jazz con passione e determinazione. Grande storia la sua. Nel 1977 fonda il Collettivo Musica Jazz assieme al pianista Mauro Grossi. All’inizio degli anni ’80 partecipa a Drum Battle con Tullio De Piscopo e studia jazz a New York con Sam Ulano e il maestro Henry Adler, colui che insegnò a suonare la batteria al grande Buddy Ritch.

Dopo aver preso parte al progetto Hammer, storico gruppo jazz rock nato nel 1976 e riunitosi proprio di recente, il batterista livornese parte per un lungo tour nell’ex Germania dell’est con il famoso pianista livornese Andrea Pellegrini, già noto al pubblico del Teatro C per il JazzLab da lui diretto.

Nel 2009 fonda il Carlo Cavallini Trio per il Bolgheri Jazz, uno più importanti festival jazz in Italia, mentre proprio nel corso di quest’anno fonda il Trio3 composto da Enrico Monzani al pianoforte, Claudio Giovacchini al basso elettrico e, ovviamente, Carlo Cavallini alla batteria.

Il gruppo nasce dall’incontro di tre amici, tre musicisti legati da un profondo amore per la musica, ognuno avvicinatosi al jazz attraverso percorsi personali assai differenti. Obiettivo del trio, sviluppare la formazione classica del jazz (il trio formato da pianoforte, basso e batteria) ed evolverne l’approccio alla composizione, conferendo un ruolo di notevole importanza all’improvvisazione creativa concepita come un linguaggio indipendente in continua evoluzione.

Trio3 prende spunto dai più celebri trio dell’attualità jazzistica mondiale, ed in particolare da quello di Keith Jarrett e Chick Corea, sviluppandone gli stilemi e cercando di aggiungere qualcosa di personale. Il loro genere spazia dal jazz più classico, al blues fino al latin jazz.

Trio3 si è gia’ esibito in due concerti nella storica P.zza S.Michele a Pisa, poi in Fortezza vecchia a Livorno, ed un splendido concerto al Bolgheri jazz 2012.

Carlo Cavallini e il suo Trio3 si esibiranno martedì 6 novembre al Teatro C alle ore 22:00. Musica jazz per tutti i gusti. Dentro e fuori gli schemi. Le regole del jazz e la loro sovversione. Un concerto imperdibile. Già a partire dalle 20:30, l’immancabile Aperitivo SaryD offrirà ottimi stuzzichini macrobiotici da accompagnare a un buon bicchiere di vino.

MERCOLEDI’ 7 NOVEMBRE dalle ore 18:30 alle ore 20:00

DANZàLT SEMINARIO DI DANZA

Da oggi si aprono le iscrizioni per Danzàlt, il seminario di danza del Teatro C condotto dalla psicologa e psicoterapeuta Valentina Longhi.

Danzàlt nasce dalla pratica della psicoterapia Gestalt e della danza. È un lavoro pensato per chiunque voglia approfondire la consapevolezza di sé partendo dal proprio corpo in relazione con lo spazio, il tempo e con gli altri. Se osserviamo il corpo come forma apparente dell’anima, ci accorgiamo quanto esso cresca e viva in relazione continua con il mondo; il gesto, lo sguardo e il movimento esprimono le nostre intenzioni ancor prima che siano pensate.  

La danza in questo lavoro è una metafora del personale modo di ognuno di muoversi nel mondo, un modo per entrare in contatto con il corpo vissuto, esplorandone confini, limiti e potenzialità; dove la creatività dell’arte può aprire infinite possibilità di realizzazione personale.

Valentina Longhi lavora come consulente e supervisore, per varie associazioni del privato sociale che si occupano del disagio delle persone. Laureata in psicologia presso l’Università “La Sapienza” di Roma con indirizzo Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione, ha intrapreso un percorso di ricerca eformazione in Gestalt Counselling e successivamente in Psicoterapia della Gestalt, conseguendo il diploma di specializzazione in Psicoterapia presso l’Istituto Gestalt Firenze con il quale collabora dal 2007. Dal 2001 svolge l’attività di Psicologa e di Psicoterapeuta in setting individuale e di gruppo.

Gli incontri del seminario Danzàlt si terranno tutti i mercoledì dalle 18:30 alle 20:00 al Teatro C di Livorno, a partire da mercoledì 7 novembre. Il Teatro C è in via G.M Terreni, 5 (LI).

Per iscriversi e ottenere informazioni telefonare a:Valentina Longhi 329 73 55 104

MERCOLEDI’ 7 NOVEMBRE ore 22:00

TeatroC Cineforum presenta

GRIZZLY MAN

Un documentario di Werner Herzog

Una natura stupida, oscena e sbagliata”. Questa è la conclusione cui si arriva di fronte alla toccante riflessione per immagini del regista tedesco, lacerante docu-dramma che ripercorre le tredici estati (dal 1990 al 2003) trascorse in Alaska dall’americano Timothy Treadwell, attivista/ecologista animato dall’ossessione di proteggere dai bracconieri una comunità di orsi grizzly.
Alternando estratti da quel “film di estasi umana e di cupo tumulto interiore” (come l’ha definito il regista) realizzato da Treadwell stesso, suggestive riprese naturalistiche e interviste realizzate a parenti e amici di Tim dallo stesso Herzog, la pellicola va a costruire una drammatica parabola esistenziale sull’utopico sogno dell’Uomo di poter dominare, seppur benevolmente, una Natura atavicamente spietata e violenta. Riecheggiando quella di tanti travagliati eroi solitari del cinema di Herzog, la storia di Tim si conclude infatti tragicamente con il brutale attacco da parte di un grizzly all’uomo e alla fidanzata Amie Huguenard, quell’estate al suo fianco. Attacco registrato dal microfono della videocamera di Tim, testimone esclusivamente sonora di una tragedia annunciata. E dolorosamente ripercorsa nel film da Herzog che, mettendosi in campo in prima persona, in maniera toccante e discreta fa sua – ma fortunatamente non nostra – questa straziante e privata tragedia sonora.
Il regista tedesco ribadisce così la sua pessimistica visione del mondo della natura, restituendoci allo stesso tempo tutta l’innocenza e la spontaneità di uno spirito umano ingenuo e vitale. Ultimo amico della natura, oltre ogni limite.

INGRESSO 3 EURO

INIZIO PROIEZIONE ore 22:00

GIOVEDI’ 8 NOVEMBRE ore 17:45

TeatroC GUSTO presenta

CORSO PRATICO DI DEGUSTAZIONE DI VINO

a cura di ERNESTO GENTILI, curatore guida vini L’ESPRESSO

Il Teatro C di Livorno dedica un corso di degustazione di vini a tutti gli amanti dell’enologia e a chi desidera conoscere i segreti del vino, anche se privo di conoscenze pratiche o teoriche.

Il corso, condotto da Ernesto Gentili, storico curatore della guida vino L’Espresso, si divide in più incontri di gruppo ogni giovedì alle ore 18:00 presso il foyer del Teatro C, a partire da giovedì 8 novembre. Le iscrizioni sono aperte a tutti.

Dopo le prime collaborazioni con Slow Food Editore per le pubblicazioni Guida al Vino Quotidiano e Guida ai Vini del Mondo, Ernesto Gentili ha iniziato nel 1994 ad occuparsi della Guida Vini d’Italia Gambero Rosso-Slow Food, assumendo dopo pochi anni il ruolo di responsabile della Toscana, e successivamente anche di curatore per due edizioni dell’Almanacco del Berebene.

Dal marzo 2003 è passato al ruolo di curatore, insieme a Fabio Rizzari, della Guida I Vini d’Italia del gruppo editoriale L’Espresso, seguendo le edizioni 2004, 2005, 2006, 2007 e 2008. Membro permanente del Grand Jury Européen, ha al suo attivo anche varie collaborazioni con testate straniere, come la Revue du Vin de France, Decanter e la giapponese Wine Kingdom, oltre che con varie pubblicazioni specializzate italiane.

Il corso pratico di degustazione di vini vi aspetta numerosi da giovedì 8 novembre. Un’occasione imperdibile per scoprire tecniche e segreti della degustazione, così da gustare il vino con maggior consapevolezza.

Per info e costi, chiamare i seguenti numeri: 329 3160718

La serata prosegue con Apertivo SaryD, aperitivo macrobiotico da accompagnare a un buon bicchiere di vino o a una qualsiasi bevuta a scelta. Il Teatro C offre un nuovo appuntamento serale a base di musica e raffinate degustazioni allestito nel foyer del teatro.

VENERDI 9 NOVEMBRE ore 20:00

TeatroC Party presenta

SILVANIA NASCIBA’ QUARTET

INGRESSO 7 EURO

Dopo il discreto successo della festa dedicata all’arte e alla cultura del Senegal, venerdì 9 novembre il Teatro C propone una serata interamente dedicata alla musica e ai ritmi provenienti dal Brasile.

Si parte alle ore 20:00 con l’Aperitivo brasiliano SaryD, mentre alle 21:30 salgono sul palco la bravissima cantante brasiliana Silvania Nascibà accompagnata dai suoi tre musicisti Daniele Gorgone al piano, Nino Pellegrini al contrabbasso e Andrea Colli alla batteria. Insieme formano i Silvania Nascibà Quartet. Musica afro-brasiliana che si mescola ai ritmi del jazz, frutto di una contaminazione continua che ripercorre i grandi successi del Samba e della musica Axè del celebre Carnevale di Bahia.

Silvania Nascibà nasce a Salvador de Bahia, città appartenente alla regione nord orientale del Brasile e capitale del paese fino al 1763. Terra d’origine di grandi compositori contemporanei brasiliani come il più famoso Caetano Veloso, Gilberti Gil, Maria Bethania e altri ancora, Salvador è una città culturalmente molto viva, ricca di biblioteche e teatri conosciuti in tutto il mondo. Da molti è considerata come la terra della spiritualità e della tradizione, ma anche dei sincretismi e misture di usanze e culture diverse, dai credo religiosi, alla cucina fino alla musica. E’ a Bahia che la “negritudine” ovvero l’orgoglio per l’appartenenza alle radici africane (Salvador è infatti composta da una maggioranza etnica africana) dialoga pacificamente con usi e costumi brasiliani, ma anche di matrice più occidentale, generando così preziosi intrecci culturali. Silvania Nascibà ne è l’esempio vivente. Da anni in Italia, ha studiato violino, lirica e canto etnico, interessandosi in particolare al jazz e al gospel ed è proprio grazie a questa fede nell’unione di differenti linguaggi musicali che Silvania ha sviluppato col tempo interpretazioni sempre più originali, raggiungendo uno stile personale davvero straordinario.

Ha collaborato con importanti artisti come Anderson Souza, percussionista con Gilberto Gil ed Hermeto Pescoal, Cesar Garabini e Fuzica de Mangueira. Silvania ha inoltre partecipato a numerosi festival del genere (Etnofestival, Mig. Fest, storie di musiche migranti). Il suo repertorio va dai grandi classici del samba (Tristeza pé no chao o Lucidez), a opere meno conosciute della cultura brasiliana, fino alle note nostalgiche del “choro”, composizioni caratterizzate oltre che dall’interpretazione anche da parti narrate e recitate

Credo sia importante –dice- che le persone riescano ad avvicinare anche il significato del testo di questa musica. Da qui è nata la mia idea di introdurre le canzoni con la traduzione in italiano” (S.N)

Un percorso dunque che Silvania Nascibà percorre ogni sera sui palchi di tutta Italia a fianco dei suoi musicisti non casualmente di impostazione jazz, giacché la negritudine, le contaminazioni e la tradizione tipici di Silvania sono elementi fondamentali anche per la musica jazz.

Venerdì 9 novembre: una serata all’insegna della cultura brasiliana al Teatro C di Livorno. Si parte alle 20:00 con l’Aperitivo SaryD con piatti tipici della cucina verdeoro. A seguire una divertente esibizione di Capoeira per poi proseguire alle 21:30 con la musica di Silvania Nascibà Quartet, per far conoscere e rivivere la cultura della propria terra di origine. Un adrenalinico dj set Samba organizzato per l’occasione chiuderà la serata dedicata a musica e danza.

Informazioni e prenotazioni

TeatroC, via G.M Terreni, 5 Livorno

tel. 0586 400391

www.teatroc..net

Ufficio Stampa TeatroC

Filippo Infante

E-mail: ufficiostampa@theatralia.net

Phone:+39 3339052254

Skype: Filippo Infante

LEAVE A REPLY