La Mandragola di Niccolò Machiavelli

0
217
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Produzione Compagnia Arca Azzurra, Firenze

Regia Ugo Chiti

con Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci e Lorenzo CarmagniniGiulia RupiPaolo Ciotti

 

Ci sono appuntamenti che si possono rimandare a lungo, che si può per anni far finta di non dover onorare, ma arriva prima o poi il momento che quell’incontro diventa irrinunciabile e ti si presenta con l’urgenza che merita, come una necessità, un passo irrimandabile.
Così è stato per la Compagnia Arca Azzurra di Firenze e lo sarà per il pubblico che accorrerà sabato 8 alle 20:30 e domenica 9 dicembre alle 18:00 presso il Teatro Remigio Paone di Formia per un incontro imperdibile con la “Mandragola” di Niccolò Machiavelli all’interno della stagione “Senza Sipario” del Teatro Bertolt Brecht di Formia.

L’Arca Azzurra dopo essere arrivata alla boa dei venticinque anni di attività, dopo aver in qualche modo sfiorato il grande classico cinquecentesco, con la messinscena dell’altro grande testo del segretario fiorentino, quella “Clizia” che scrisse proprio a due passi dalla loro Firenze, durante il suo esilio a Santa Andrea in Percussina, e che è stato portato sulle scene nel 1999, eccola finalmente dinanzi a quella che da più parti viene definita la “Commedia perfetta”, vero e proprio prototipo di tutta la letteratura teatrale italiana cinque e seicentesca.
La beffa che porta Callimaco nel letto della bella Lucrezia, approfittando della dabbenaggine dell’anziano marito di lei Messer Nicia, con l’aiuto del mezzano Ligurio, e del cinismo di fra Timoteo, era da moltissimi anni nei piani della compagnia e del suo drammaturgo Ugo Chiti, in quella che dall’inizio del loro sodalizio è una delle caratteristiche portanti della scelta delle opere da inserire in repertorio.

Lo spettacolo vanta la regia del drammaturgo Ugo Chiti: attore – collaboratore di Pieralli, parte attiva della compagnia “Teatro in piazza”, fondatore del centro FLOG per la documentazione e la tradizione popolare, collaboratore del Teatro dell’Affratellamento di Firenze, costumista e scenografo con Alessandro Benvenuti nel film “Ad ovest di Paperino”, segnalato al prestigioso Premio Pirandello perso per un solo punto di distacco fino alla grande esperienza con l’Arca Azzurra e come sceneggiatore cinematografico.

Uno spettacolo imperdibile che vedrà protagonisti attori non solo di esperienza ma di grande livello artistico per un’opera che non aspetta che di essere incontrata.

 

Teatro Remigio Paone

Via Sarinola, Formia

Spettacolo in abbonamento – ingresso singolo 10 euro

 

Sabato 8 dicembre ore 20:30

Domenica 9 dicembre ore 18:00

LEAVE A REPLY