laVerdi per inaugurare il Bicentenario verdiano

1
271
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Con il doppio concerto de laVerdi a Milano e Busseto si inaugurano ufficialmente le celebrazioni per il Bicentenario verdiano.

L’appuntamento è per domenica 27 gennaio (anniversario della morte del compositore), con il Quartetto de laVerdi – composto dalle prime parti dell’Orchestra Sinfonica, con Luca Santaniello e Lycia Viganò (violini), Gabriele Mugnai (viola), Tobia Scarpolini (violoncello) – che concede il bis, eseguendo il Quartetto in Mi minore – naturalmente di Giuseppe Verdi –  sia a Milano sia a Busseto, rispettivamente città d’adozione e di nascita del compositore.

A Milano, i solisti de laVerdi renderanno omaggio al grande musicista nella Sala Puccini  del Grand Hotel et de Milan di via Manzoni 29 (ore 12.00, ingresso con prenotazione obbligatoria, tel. 02.723141, fino a esaurimento disponibilità degli spazi) ), dove Verdi ha risieduto e dove ha trascorso gli ultimi attimi della sua vita straordinaria.  Così, questo scrigno esclusivo d’arte e di bellezza che quest’anno festeggia 150 anni di vita, testimone vivente della storia non solo musicale, conosciuto in ogni angolo del mondo, si aprirà alla visita dei cittadini grazie alla disponibilità dei titolari, che intendono condividere con i milanesi un’occasione unica e speciale per stare insieme.

 

Daniela Bertazzoni, titolare del Grand Hotel et de Milan, commenta:

 “La collaborazione tra il Grand Hotel e laVerdi è solo all’inizio e siamo felici possa proseguire per tutto il 2013, certi di poter diffondere ai milanesi, e non solo, i valori legati a una figura straordinaria quale quella di Giuseppe Verdi, diventata fondamentale per il patrimonio artistico e culturale della nostra città e della nostra nazione e per l’immagine dell’Italia nel mondo”.

 Terminato il concerto milanese, ci si sposta a Busseto (Parma), nella prestigiosa ed esclusiva cornice del Teatro Giuseppe Verdi.

Qui, a partire dalle ore 20.30, il Quartetto de laVerdi intonerà nuovamente le note del Quartetto, quindi il Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi, diretto da Erina Gambarini, completerà la serata con arie tratte dalle opere senza tempo del genio verdiano.

Tra la prima e la seconda parte, ci sarà spazio per l’ interludio pianistico con Luigi Ripamonti.

Questo secondo evento della giornata (il programma in coda al comunicato), completamente dedicato alla figura e alla musica di Giuseppe Verdi, è organizzato dal Comune di Busseto, in collaborazione con la Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi. (Biglietto euro 15.00; info: Ufficio Turistico di Busseto, tel. 0524.92487, www.comune.busseto.pr.it).

“Con il concerto del 27 gennaio si aprono a Busseto le celebrazioni per il bicentenario di Giuseppe Verdi – afferma Maria Giovanna Gambazza, sindaco di Busseto -. E’ dunque motivo di orgoglio e prestigio per noi collaborare proprio in questa speciale occasione con laVerdi di Milano, con la quale è in corso ormai da tempo un rapporto continuo e continuativo, che vedrà in futuro nuove iniziative congiunte, all’insegna della valorizzazione del nome e dell’opera di Verdi: prima fra tutte l’esecuzione della Messa da Requiem, la prossima estate, con la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica e del Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi. L’attività del Comune di Busseto è inoltre sempre più orientata verso la valorizzazione a tutto tondo dei luoghi verdiani, con l’obiettivo di innescare un circolo virtuoso anche di natura turistica. Citerò ad esempio importanti e significativi interventi strutturali che questa amministrazione sta attivando, come prevede la legge nazionale sul bicentenario verdiano, a cominciare dalla ristrutturazione della casa natale del grande musicista, cui si accompagna il recupero con fondi ministeriali della secentesca Villa Pallavicino e delle annesse scuderie, destinate a ospitare sia l’Accademia di Alta Vocalità Verdiana sia il Museo del Melodramma ‘Renata Tebaldi’. Quest’ultimo, costituito ex novo, diventerà la prima sede museale permanente in Italia dedicata al Belcanto e potrà contare come direttore artistico su una figura di alto profilo quale il Prof. Giovanni Gavazzeni”.

Dal canto suo, Luigi Corbani, direttore generale de laVerdi ha sottolineato “l’ottimo e proficuo rapporto di collaborazione tra laVerdi e il Comune di Busseto, che a partire dal concerto del 27 gennaio si svilupperà a 360° gradi, all’insegna del condiviso obiettivo di diffondere e affermare i valori legati alla figura e all’opera di Verdi, non solo musicali ma anche culturali in senso esteso. Così, se da una parte non potranno mancare altre importanti e significative occasioni musicali, come l’esecuzione del Requiem verdiano prevista per la prossima estate a Busseto, dall’altra stiamo impostando – in collaborazione con il Comune di Milano e con il Comune di Busseto – iniziative di valenza permanente, come, ad esempio, il progetto di un museo interamente dedicato a Verdi, alla sua opera e al suo tempo, con sede a Milano, città d’adozione del grande compositore”.

 

 

Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi

Ufficio Stampa

Massimo Colombo

Tel.  +39 02.83389.329 – +39.393.5285464

massimo.colombo@laverdi.org www.laverdi.org

 

Bicentenario Verdiano a Busseto

Ufficio Stampa

Elena Formica

Tel. 333.9097677, press@elenaformica.it

 

 

PROGRAMMA

Prima parte

QUARTETTO DE laVERDI

Luca Santaniello, Lycia Viganò, Gabriele Mugnai, Mario Shirai Grigolato

Giuseppe Verdi  Quartetto in Mi minore

 

Seconda parte

CORO SINFONICO DI MILANO GIUSEPPE VERDI

Maestro del CoroErina Gambarini

Pianoforte Luigi Ripamonti

Giuseppe Verdi I Lombardi, Oh Signore dal tetto natio

Giuseppe Verdi Nabucco,Gli arredi festivi

Giuseppe Verdi La forza del destino, La Vergine degli Angeli

Interludio pianistico

Franz Listz Grande parafrasi da concerto su Ernani di Verdi

Giuseppe Verdi Ernani, Si ridesti il Leon di Castiglia

Giuseppe Verdi La Traviata, Zingarelle

Giuseppe Verdi Macbeth, Patria oppressa

Giuseppe Verdi Il Trovatore, Chi del Gitano

1 COMMENT

LEAVE A REPLY