Risorgimento Pop – Memorie e amnesie conferite ad una gamba

0
276
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoVenerdì 25 gennaio, alle ore 21.00, andrà in scena sul palco del Cineteatro Odeon di Molfetta (Via Baccarini 104), lo spettacolo Risorgimento Pop – Memorie e amnesie conferite ad una gamba.

Lo spettacolo si inserisce all’interno della rassegna di drammaturgia contemporanea Storie da me – Autori in scena, organizzata dall’Associazione Culturale Malalingua di Molfetta.

Risorgimento Pop è ideato e scritto da Marco Andreoli e Daniele Timpano. Quest’ultimo ne è anche l’interprete, assieme a Valerio Malorni. Lo spettacolo propone una riflessione sull’Italia che non c’è, sull’Italia che non sorge, che se è risorta, è rimorta. Daniele Timpano e Valerio Malorni, unici attori in scena, si propongono al pubblico come testimoni di un Paese scomparso e di una vita spirata: sono immortali cadaveri, risorti e poi rimorti, col compito di mettere in scena il Risorgimento Pop, di rievocare “i quattro padri della patria, Mazzini, Garibaldi, Cavour, Vittorio Emanuele, e sul suo antipapà, Pio IX”. Risorgimento Pop è una divagazione teatrale che solleva domande sulla storia. Ad esempio: che cos’è, oggi, l’Italia? Con tutte le sue recrudescenze, con lo splendore millantato, con le mafierie del quotidiano, che cosa è rimasto oggi dell’Italia risorgimentale?

Daniele Timpano è autore, attore e regista di teatro. Come attore ha collaborato con diverse compagnie della scena indipendente romana, tra le quali OlivieriRavelli_Teatro e LABit. Fondatore del gruppo ‘amnesiA vivacE’, ha scritto e interpretato numerosi spettacoli teatrali. È stato tra i fondatori e redattori della rivista on line Amnesiavivace.it. È stato tra gli organizzatori della rassegna romana Ubu Settete – fiera di alterità teatrali.

Marco Andreoli. Diplomatosi presso l’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, nel 1999 fonda la compagnia “Circo Bordeaux”. Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati nelle riviste “Storie”, “In-Edito”, “Blue”, “Daemon” e “Segnalibro”. Attualmente collabora con la cattedra di Drammaturgia Digitale (La Sapienza) alla realizzazione di una serie di progetti riguardanti i sistemi di archiviazione dell’evento teatrale. Giornalista pubblicista, collabora con la rivista di cultura teatrale “Hystrio”. È stato tra i fondatori e redattori del periodico Ubu Settetee tra gli ideatori e organizzatori della Rassegna romana Ubu Settete – fiera di alterità teatrali.

Valerio Malorni. Attore, danzatore, autore di testi. Diplomato alla scuola di Informazione Teatrale di Mario Scaccia, prende parte a numerosi workshop e seminari di teatro e di danza. Ha studiato pianoforte, chitarra e basso elettrico. Recita in spettacoli e performances in Italia e all’estero con diverse compagnie. Collabora stabilmente con la compagnia del Teatro delle Apparizioni e conduce una ricerca con produzioni proprie.

 

 

 

Contatti:

L’ Associazione Culturale Malalingua ha sede a Molfetta, in Vico I Catecombe 16.

Informazioni e prenotazioni al numero 347.4663244 o all’indirizzo associazione.malalingua@gmail.com

 

 

LEAVE A REPLY