Il Flauto Magico, ovvero sconfiggere i mostri

0
398
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoProseguono i Progetti Formativi 2013 del Teatro Comunale di Vicenza: il secondo appuntamento del 2013, dopo Danzare per Educare, è con Opera Domani che mette in scena venerdì 15 febbraio in doppio appuntamento alle ore 9.00 e alle ore 11.00, Il Flauto Magico, ovvero sconfiggere i mostri di Wolfgang Amadeus Mozart, regia di Stefano Simone Pintor, scene di Gregorio Zurla, costumi di Stefania Barreca con l’Orchestra 1813 e i cantanti As.li.Co.

Opera Domani è un progetto artistico-didattico che si articola in una serie di appuntamenti dedicati a insegnanti e alunni, che ha come obiettivo quello di sollecitare l’interesse e la curiosità dei bambini e dei ragazzi nei confronti dell’opera.

Il progetto, nato nel 1997 e riconosciuto dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), coinvolge ogni anno circa 100.000 ragazzi e 4.000 insegnanti in tutta Italia; è inoltre inserito nelle attività del R.E.S.E.O. (Réseau Européen des Services Educatifs des maisons d’Opéra), un circuito europeo che riunisce i progetti educativi dei teatri d’opera d’Europa e che fa tappa a Vicenza per il quarto anno consecutivo.

Il progettointende avvicinare in modo consapevole gli alunni della scuola dell’obbligo al linguaggio dell’opera lirica: un grande patrimonio della cultura italiana ed europea, dal quale i giovani rischiano altrimenti di restare esclusi.

I giovani, i giovanissimi e il mondo della scuola in generale, occupano uno spazio rilevante nella mission della Fondazione che da sempre è impegnata nella formazione del pubblicodel futuro, attraverso la promozione e la realizzazione di importanti progetti formativi dedicati in particolare alle scuole dell’infanzia, di primo e secondo grado.

Il Flauto Magico, ovvero sconfiggere i mostri di Wolfgang Amadeus Mozart, in scena venerdì 15 febbraio in doppia replica, è una fiaba per bambini, racconto ricco di personaggi, storia illuminista e razionale, ma anche storia di morte e rinascita, di magia e realtà. L’opera diventa così un prisma che racchiude significati infiniti e suggerisce letture differenti, a seconda di come e chi lo guarda. Perfetto per diventare l’oggetto di studio, di conoscenza e di apprendimento per bambini e ragazzi tra i 6 e i 13 anni, che con Tamino, attraverseranno un anno di prove iniziatiche, in un percorso di crescita musicale ed umana. Per imparare e ricordare, per scoprire e comunicare, per riconoscere e trasmettere, per diventare adulti e restar bambini.

Il progetto è sostenuto e realizzato dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza in collaborazione con l’As.li.Co. (Associazione Lirica Concertistica Italiana); propone un nuovo modo di avvicinare e far conoscere l’opera lirica alle giovani generazioni, offrendo loro reali occasioni di incontro, approfondimento e sperimentazione attraverso l’esperienza diretta, con la guida di esperti conoscitori del genere musicale. L’iniziativa coinvolge in modo attivo anche gli insegnanti, sensibilizzandoli all’importanza di un’educazione al teatro musicale e fornendo loro adeguati strumenti per operare in classe.

L’opera Il Flauto Magico, ovvero sconfiggere i mostri viene messa in scena con la partecipazione degli alunni delle classi coinvolte nel progetto (scuole primarie e secondarie di primo grado di Vicenza e provincia); dopo tre incontri preparatori condotti da esperti dedicati alla didattica musicale, ai cori e alla drammatizzazione, alcuni alunni diventano i co-protagonisti dell’originale produzione e potranno essere applauditi durante lo spettacolo finale di venerdì mattina.

Lo spettacolo, come sempre nelle rassegne mattutine, è dedicato alle scuole ma aperto a tutti. I biglietti – prezzo unico – costano 5 euro; sono in vendita anche il giorno dello spettacolo, alla biglietteria del Teatro, aperta dalle ore 8.00. Per le due repliche sono disponibili ancora pochi biglietti.

 

 

LEAVE A REPLY