Il Lago dei Cigni

0
234
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoDanza protagonista venerdì 22 marzo (ore 21) al Teatro delle Arti di Lastra a Signa (FI) con il celebre “Il Lago dei Cigni” musicato da Tchaikovsky e riletto sotto la luce della danza contemporanea, attraverso le coreografie di Loris Petrillo per i danzatori della Compagnia Opus Ballet diretta da Rosanna Brocanello. Un’operazione di attualizzazione e riscoperta del nucleo originale dell’opera che porta in scena Maria Vittoria Feltre, Giada Morandin, Manuel Paolini, Martina Platania, Jennifer Lavinia Rosati, Adrien Ursulet, Gabriele Vernich, Luca Zanni.

L’idea di base è quella di rivoluzionare il modo di leggere il Classico attraverso il Contemporaneo, partendo dal mito sotteso all’Opera stessa per ritrovarne le radici e i legami con l’uomo, oggi: il Contemporaneo attraverso il mito diventa favola, che si trasforma in Racconto Danzato. Da questo è partito il coreografo Loris Petrillo con i danzatori della Compagnia Opus Ballet lavorando all’interpretazione di una danza concreta e fisica, dove ciò che spinge l’azione è il movimento istintivo e puro.

Nell’opera originale, oggetto negli anni di molteplici e diverse riletture tese quasi sempre a privilegiare il balletto, predomina in realtà una forte partitura drammaturgica in cui l’elemento testuale si declina nel movimento danzato. Questo lo stimolo interpretativo della nuova produzione della Compagnia Opus Ballet: Loris Petrillo, da sempre impegnato nei suoi lavori in un continuo sviluppo dialogico tra partitura danzata e partitura testuale, anche in questa nuova produzione affronta l’opera di repertorio ridandole nuova vita attraverso una forte attenzione al testo, grazie anche alla collaborazione del drammaturgo Massimiliano Burini, riconsegnandola alla contemporaneità servendosi di una danza fortemente improntata alla fisicità. Una fisicità quasi istintuale e animalesca, che restituisca al cigno la sua natura senza mai tradirne la straordinaria eleganza.

Un’operazione assolutamente nuova che mira a svelare il visibile dell’opera, ormai nascosto dalle sue infinite interpretazioni e letture, alla ricerca del concetto dietro il racconto, in un continuo cambio di prospettiva attraverso gli sguardi della danza e della drammaturgia. “Un ritorno alle origini” che si avvale dello strumento Contemporaneo per riscoprirne l’originaria Classicità.

Dalle ore 20 Cenainteatro a cura di Marilena Fanfani: buffet e drink a sei euro. Il foyer del teatro ospita la mostra fotografica “Voci al femminile” di Alessandro Botticelli: immagini di Ada Montellanico, Aynur, Clara Murtas, Dagmar Krause, Dobet Gnahore’, Esperanza Spalding, Lura, Mafalda Arnauth, Omara Portuondo, Teresa De Sio, Urna, Paula Morelembaum, Caterina Bueno, Rachel Ferrer.

www.tparte.it

Biglietti: 14 euro intero; 12 euro (over 65, soci Coop, soci Cral, clienti BCC Signa);

10 euro under 21 – orari biglietteria: martedì 11-13 | mercoledì 17-20 | sabato 17-20 | domenica 17-20

Prevendite on line: www.boxol.it e nei punti vendita del circuito Boxoffice

Info

Teatro delle Arti, viale Matteotti 5/8 – Lastra a Signa (FI)

tel. e fax 055 8720058 teatrodellearti.lastraasigna.fi@gmail.comwww.tparte.it

Ufficio stampa: Marco Mannucci, mannucci@dada.it – cell 3477985172

LEAVE A REPLY