Jane Birkin sings Serge Gainsbourg – Via Japan

0
194
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoVenti anni dopo la morte del grande Serge e quaranta dopo L’Histoire de Melody Nelson, il primo concept album di Serge Gainsbourg riconosciuto come uno dei massimi capolavori della musica leggera, Jane Birkin sua musa, torna ancora una volta ad interpretare i brani del suo grande amante/maestro. Dopo il pop, l’arabesque e le indimenticabili versioni classiche, l’artista decide di spostarsi verso sapori più orientali, con motivazioni decisamente lodevoli, dedicandosi al Giappone e proponendo il progetto Via Japan, dedicato alle vittime dello tsunami che ha colpito il paese nel marzo 2011.

A seguito del terribile disastro giapponese, infatti, la cantante ha deciso di rimettersi in gioco nel migliore dei modi, con un concerto a Tokyo, assemblando un cast impressionante di musicisti giapponesi per raccogliere fondi per Médecins sans frontiéres. Subito dopo la data, all’artista è stato proposto di riproporre il concerto, Jane ha accettato di buon grado, ma ad una sola condizione: suonare con gli stessi musicisti.

Quattro dei migliori musicisti nipponici accompagnano Jane Birkin in questo favoloso nuovo percorso. Pianoforte, violino, tromba e batteria seguiranno le melodie della “nuova ragione per tornare a cantare” di questa strepitosa artista.
 

 

Ufficio Stampa Teatro Dal Verme

Alessio Ramerino  

Tel. 02/87.905.251 e 349/60.69.027

E-mail a.ramerino@ipomeriggi.it

 

Ufficio Stampa Ponderosa Music & Art

Sara Mehrjoei

Tel. 02/48.19.41.28

E-mail: sara@ponderosa.it

 

 

Biglietti: da € 25,00 a € 35,00 (+ prevendita)

 

 

Biglietteria del Teatro Dal Verme

via San Giovanni sul Muro 2 – Milano

Dal martedì al sabato ore 10.00 – 20.00

Domenica ore 10.00 – 13.00

02/87.905.201

Biglietteria online: Ticketone.it

 

Ufficio gruppi Teatro Dal Verme

02/64.11.42.213

E-mail: gruppi@ipomeriggi.it

 

Per informazioni:

Teatro Dal Verme – Via San Giovanni Sul Muro, 2 Milano

www.ipomeriggi.it

tel. 02/87.905

LEAVE A REPLY