Moby Dick, o il Sogno Capovolto

0
226
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoRegia Martina RACCANELLI et Gabriel DURIF

Con Thibault CHAUMEIL (Clarinetto),  Gabriel DURIF (Fisarmonica / Chitarra elettrica), Sylvestre NONIQUE-DESVERGNES (Tromba e macchine), Martina Raccanelli (gioco d’attore)

Testo Jean-Marie CLAIRAMBAULT

Creazione Luci Jérôme DUMAS

Traduzione e adattamento Maddalena Caliumi

Scenografia Jérôme MARQUET

Costumi Elisabeth DEBOISSY

Una produzione di Lost In Traditions. In co-produzione con Des Lendemains Qui Chantent e Fontemaggiore.

 

Debutta in Italia lo spettacolo Moby Dick, o il Sogno Capovolto, spettacolo per tutti a partire dagli 8 anni della compagnia italo-francese Lost in Traditions. Lo spettacolo sarà rappresentato dal 22 al 24 aprile nella doppia versione italiana e francese nei teatri di Fontemaggiore (Subasio di Spello e Brecht di Perugia), che lo ospiterà all’interno della rassegna regionale di teatro ragazzi “L’Umbria ha un teatro verde”.

Moby Dick nasce da un progetto europeo che prevedeva appunto la collaborazione di Francia e Italia e che ha dato vita ad una produzione della compagnia Lost in Traditions (al cui interno opera l’attrice italiana Martina Raccanelli) con la coproduzione di Fontemaggiore Teatro Stabile di Innovazione (Perugia) e Des Lendemains qui chantent (Tulle,Francia).

Con questo spettacolo il collettivo Lost in Traditions continua la sua ricerca sulle implicazioni  artistiche tra musica e teatro in direzione del giovane pubblico. Il centro di questo racconto epico è il progetto di vendetta del capitano Achab. Moby Dick, la grande balena bianca ha divorato una gamba al capitano che, ossessionato dal desiderio di ucciderla, trascina la sua nave e i suoi uomini in un’impossibile caccia. Lo scontro finale porta alla distruzione la nave e porta alla morte tutto l’equipaggio. Muoiono tutti, tutti tranne il giovane narratore della storia e la balena bianca. 

Artisti, ragazzi, musicisti, attori, viaggiatori: ecco i veri matti di questa storia dedicataa tutti coloro che riescono ad immaginare il mare pur vivendo a terra, un intero bastimento nel buio di un teatro, le stelle solo guardando il soffitto, un porto di mare ascoltando della musica, una grande balena bianca, grande e preziosa come i propri sogni. 

Quattro giovani in scena parlano ad altri giovani nella speranza di condividere la grande occasione di incontrarsi attraverso il teatro, la musica e l’immaginazione.

 

FONTEMAGGIORE TEATRO STABILE DI INNOVAZIONE
Strada delle Fratte 3a-7 – 06132 – PG
Tel. 075 5289555 – 075 5287487 (fax)
info@fontemaggiore.it
www.fontemaggiore.it

 

 

LEAVE A REPLY