L’armonia delle sfere: Bach/Brahms (I)

0
224
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Primo appuntamento per la nuova edizione per Il canto delle muse, la rassegna di lezioni-concerto curata da Emanuele Ferrari, che, con un nuovo approccio alla musica in grado di unire la magia di un concerto all’emozione di una visita guidata aperta a tutti, fa scoprire gli aspetti nascosti fra le pagine delle più suggestive partiture classiche e contemporanee.

I brani dei grandi compositori sono suonati ed esplorati, nota dopo nota, come se fossero castelli incantati di cui svelare la bellezza e i misteri. Emergono i lati più insospettati della musica classica come l’umorismo, le contraddizioni e i colpi di scena: pezzi lontani nel tempo si rivelano attuali e vicini alla nostra sensibilità. Il percorso è arricchito da poesie, letture e immagini che aiutano il pubblico a capire meglio la ricchezza del brano, confrontandolo con altre espressioni artistiche della sua epoca. Ogni incontro sarà un’occasione unica per ascoltare, emozionarsi, divertirsi e pensare.

L’ARMONIA DELLE SFERE: BACH/BRAHMS (I)

Il primo appuntamento della rassegna è dedicato alla Ciaccona per violino solo di Bach: un’avventura emotiva e spirituale, un viaggio guidato da un’intelligenza musicale divina e onnisciente. Brahms trascrive per pianoforte questo capolavoro e, con un gesto di estrema umiltà, anziché aggiungevi note per adeguarlo alle più ampie possibilità della tastiera, toglie una mano, affidando l’esecuzione alla sola mano sinistra del pianista.

Brahms: trascrizione, per sola mano sinistra, della Ciaccona per violino di Bach (I)

 

 

EMANUELE FERRARI

Emanuele Ferrari è ricercatore di Musicologia e Storia della musica presso la facoltà di Scienze della formazione dell’Università di Milano-Bicocca, dove insegna Musica e Didattica della musica. Si è brillantemente diplomato in pianoforte al Conservatorio di Verona sotto la guida di Renato Grossi e si è perfezionato con Zadra, Fiorentino, Canino, Lonquich, Masi e Poli, affiancando all’attività concertistica gli studi di composizione e la laurea in filosofia. Ha pubblicato le monografie La maschera e il labirinto. Saggio su “Papillons” op. 2 di Schumann (Milano, Cuem 2002), Estetica del linguaggio musicale (Milano, Cuem 2003) e numerosi saggi di musicologia, estetica e critica musicale. Ha tenuto concerti, lezioni-concerto, conferenze e relazioni a convegni per la Società del Quartetto al conservatorio di Milano e al Teatro Dal Verme di Milano (come solista e con l’orchestra de I Pomeriggi Musicali); per il festival Le corde dell’anima di Cremona, per il festival Tocatì al conservatorio di Verona, al Teatro Filarmonico di Rovereto, nei conservatori di Roma e di Palermo, per l’Istituto Liszt di Bologna e per molte altre associazioni in Italia, Germania, Francia, Spagna, Svizzera, Cipro, Brasile e Colombia. È stato ospite di Radio 24, Radio Classica, Radio Svizzera Italiana e ha collaborato con il canale satellitare Sky Classica. È membro promotore dell’Accademia del silenzio, nata nel 2011, ed è relatore e pianista nel progetto Agorà 2012 dell’editore Giuseppe Laterza. “Brillante pianista e musicologo” (Luigi di Fronzo, “La Repubblica”); “Acuto, perentorio… Musicista incantevole. Pensa alla grande e chiede di pensare con lui ” (Lorenzo Arruga, “Il giornale del Quartetto”).

Biglietti: € 10,00 (+ prevendita)

Abbonamento a quattro incontri € 20,00 (+ prevendita)

Ufficio Stampa Teatro Dal Verme

Alessio Ramerino

Tel. 02/87.905.251 e 349/60.69.027

E-mail a.ramerino@ipomeriggi.it

______________________________________________________________________________________

Teatro Dal Verme

Via San Giovanni sul Muro, 2 – 20121 Milano

Tel. 02.87.905

www.ipomeriggi.it

www.ipomeriggi.it/facebook

LEAVE A REPLY