Orchestra I Pomeriggi Musicali in concerto

0
205
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Direttore: Christopher Warren-Green

Violino: Noah Bendix-Balgley

Orchestra I Pomeriggi Musicali

Schubert, Sinfonia n. 5, D 485

Wieniawski, Concerto n. 2 per violino e orchestra

Schubert, Sinfonia “Incompiuta”, D 759

 

Ultimo concerto per la 68ª stagione sinfonica dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, che propone il Concerto n. 2 per violino e orchestra di Henrik Wieniawski. Brano virtuosistico di complessa esecuzione e scritto dal fondatore della scuola violinistica polacca, il Concerto sarà affidato alla bravura e all’abilità della giovane stella del violino Noah Bendix-Balgley, classe 1984.

L’opera di Wieniawski è incastonata tra due capolavori di Schubert, diretti dal M° Christopher Warren-Green. La Sinfonia n. 5, gioiello scritto per piccola orchestra – è infatti caratterizzata dal più piccolo organico utilizzato nelle sinfonie da Schubert – aprirà la serata dando il benvenuto al pubblico con i suoi echi mozartiani.

Proprio l’atmosfera creata dalla musica di Schubert introduce l’evento collaterale al concerto e realizzato nell’ambito di Expo days2013 per la replica di giovedì 23 alle ore 21:00: A Vienna con Franz Schubert. Prima del concerto, la Fondazione I Pomeriggi Musicali rende omaggio all’Austria e alle sue eccellenze organizzando un happy hour con le specialità della cucina e della pasticceria viennese. La gastronomia viennese e le musiche di Franz Schubert accompagneranno  il pubblico del Dal Verme  nell’Austria del primo Ottocento, tra Classicismo e Romanticismo.
Alle ore 20:00 inizierà l’happy hour (10 € oppure 8 € con il biglietto per il concerto o la tessera Food lovers), mentre alle 21:00 si darà inizio al concerto.

E anche l’arrivederci alla prossima stagione dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali sarà affidato sempre a Schubert e alla sua celeberrima Sinfonia “Incompiuta”, forse il più noto fra i lavori del compositore austriaco insieme alla “Grande”. Dall’impianto tonale inconsueto per una sinfonia classica, essa segna, meglio di altre opere coeve, il passaggio definitivo al sentire musicale romantico e l’abbandono della forma classica.

Un brano rappresentativo, dunque, di una stagione che, pur incentrata sul romanticismo, non ha rinunciato a proporre il classico, il contemporaneo e altresì l’inedito – con ben tre commissioni in prima esecuzione assoluta – che darà al pubblico l’arrivederci al 201372014 per la 69ª stagione sinfonica.

 

CHRISTOPHER WARREN-GREEN, direttore

Direttore musicale della Charlotte Symphony Orchestra e della London Chamber Orchestra, in questa stagione Warren-Green è tornado alla Royal Philharmonic Orchestra e ha diretto la premiere mondiale del Concerto per violino di Frank Corcoran con la RTÉ National Symphony Orchestra di Dublino. È tornado altresì a dirigere la St. Louis Symphony e, successivamente all’acclamato al debutto con la Detroit Symphony Orchestra nel dicembre 2011, è stato subito richiamato sempre per questa stagione. Altri importanti appuntamenti della stagione 2012/2013 includono il debutto italiano con l’Orchestra I Pomeriggi Musicali e le apparizioni sul podio dell’Orchestre National de Belgique, che comprendono il concerto presso il Palais des Beaux Arts, e un concerto trasmesso in tv presso il Royal Palace in onore della famiglia reale Belga. La scorsa stagione ha debuttato con la Milwaukee Symphony Orchestra e la Zürcher Kammerorchester, inoltre, è tornado a dirigere la Sapporo Symphony, l’Armenia Philharmonic Orchestra e la London Philharmonic Orchestra. In Nord America Warren-Green ha diretto la Washington’s National Symphony Orchestra, la Philadelphia Orchestra e la Minnesota Orchestra e ha diretto a le orchestra sinfoniche di Houston, Seattle e Vancouver. Recentemente è anche salito sul podio della Royal Scottish National, della Royal Liverpool Philharmonic Orchestra e della Iceland Symphony Orchestra, così come dell’Orquestra Metropolitana di Lisbona e della BBC Concert Orchestra. Warren-Green è spesso ospite di importanti festival come il Three choirs festival e il Boston Summer arts weekend festival. Altre partecipazioni a festival includono: il Berlin international festival con la London Chamber Orchestra, l’International music festival Chopin and his Europe con la Sinfonia Varsovia e Maria João Pires, il Menton festival e l’Enescu festival con la Chamber Orchestra della Radio nazionale di Romania Romanian. Green collabora frequentemente con la Chapelle Musicale Reine Elizabeth di Bruxelles. Warren-Green è stato più volte personalmente invitato dalla famiglia reale inglese come direttore in molte occasioni: nell’aprile 2011, Warren-Green ha diretto la London Chamber Orchestra durante il matrimonio del Principe William nell’Abazia di Westminster, per le celebrazioni dell’ottantesimo compleanno della Regina presso il Kew Palace e per il concerto in onore del sessantesimo compleanno del Principe di Galles. Altri precedent impegni orchestrali annoverano l’essere stato direttore principale della Camerata Resident Orchestra di Megaron, Atene, direttore principale della Nordiska Kammar Orkestern e direttore principale della Jönköpings Sinfonietta.

 

NOAH BENDIX-BALGLEY, violino

Nato a Asheville, in North Carolina, nel 1984, Noah Bendix-Balgley ha iniziato a suonare il violino a 4 anni. Ha poi studiato con Anne Crowden e si è poi iscritto alla Crowden school a Berkeley, in California; si è perfezionato con il Meisterklasse diploma per violino nel 2008 presso la Hochschule für musik und theater Munich, dove ha studiato con Christoph Poppen. Nel 2006 ha conseguito, con lode, il Bachelor of music dalla Indiana university Jacobs school of music, in cui ha studiato con Mauricio Fuks. Concertmaster della Pittsburgh Symphony Orchestra, Noah Bendix-Balgley con le sue performance al violino ha emozionato il pubblico di tutto il mondo. Diplomatosi nel 2009 alla Queen Elisabeth Competition di Bruxelles, ha altresì vinto il terzo premio e il premio speciale per la creatività nel 2008 presso la Long-Thibaud international competition a Parigi. Bendix-Balgley ha poi vinto il primo premio alla Vibrarte international music competition a Parigi e gli è stato assegnato il primo premio e il premio special per la migliore interpretazione bachiana alla 14ª Competizione iternazionale Andrea Postacchini di Fermo. Noah Bendix-Balgley ha collaborato come solista con n8umerose orchestre in Europa e negli Stati Uniti: Pittsburgh Symphony Orchestra, Orchestre Philharmonique de Radio France (Théâtre du Châtelet, Parigi), Orchestre National de Belgique (Palais des Beaux-Arts, Bruxelles), the Cincinnati Symphony Orchestra, Orchestre Royal de Chambre de Wallonie (Belgio), Orchestra Filarmonica Marchigiana, Asheville Symphony (USA). Il suo recital di debutto a Pittsburgh nel gennaio 2012 è stato nominato miglior concerto classic del 2012 dalla “Pittsburgh Post-Gazette”. Bendix-Balgley ha suonato in Austria, Germania, Francia, Belgio, Italia, Islanda, Cina, Svizzera, Gran Bretagna, Canada e Stati Uniti. Appassionato e esperto musicista da camera, Bendix-Balgley è stato il primo violino dell’Athlos String Quartet dal 2008 al 2011. Il quartetto, vincitore del premio speciale alla Felix Mendelssohn-Bartholdy Competition di Berlino, ha suonato in tutta Europa e in Nord America. Noah Bendix-Balgley ha suonato con molti grandi artisti: Gidon Kremer, Yuri Bashmet, Gary Hoffman, Lars Vogt, Ralph Kirshbaum e il percussionista Colin Currie. Noah Bendix-Balgley ha partecipato a molti festival: Verbier festival, Sarasota festival, ChamberFest di Cleveland, Chamber music connects the world presso Kronberg, in Germania. Noah Bendix-Balgley suona un violino Lorenzo Ventapane, costruito a Napoli nella prima metà del IXX secolo.

 

Giovedì 23 maggio ore 21.00

Sabato 25 maggio ore 17.00

Generale aperta – giovedì 23 maggio ore 10.00

 

 

BIGLIETTI

Interi

Primo Settore (Platea, dalla fila 1 alla 30): € 19,00 + prevendita

Secondo Settore (Platea, dalla fila 31 alla 40): € 13,50 + prevendita

Balconata: € 10,50 + prevendita

 

Ridotti (Giovani under 26; anziani over 60; cral; ass. culturali, biblioteche; gruppi; scuole e università)Primo Settore (Platea, dalla fila 1 alla fila 30) € 15,00 + prevendita

Secondo Settore (Platea, dalla fila 31 alla fila 40) € 11,50 + prevendita

Balconata € 8,50 + prevendita

 

BIGLIETTI per le prove generali aperte

Interi: € 10,00 + prevendita

Ridotti (Giovani under 26; anziani over 60; cral; ass. culturali, biblioteche; gruppi; scuole e università):

8,00 + prevendita

 

Biglietteria TicketOne – Teatro Dal Verme

Via San Giovanni Sul Muro, 2 – 20121 Milano

Tel. 02 87.905.201

dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00

 

www.ipomeriggi.it

www.ipomeriggi.it/facebook

www.ipomeriggi.it/youtube

Biglietteria on-line: www.ticketone.it

 

LEAVE A REPLY