Presentata al pubblico la prossima stagione del Teatro Nuovo di Napoli

0
225
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Pepe Russo
Foto di Pepe Russo

Il Teatro Nuovo di Napoli presenta una stagione ricca di sorprese e grandi titoli. Si parte con Enzo Moscato che per il 28 settembre, anniversario delle Quattro giornate di Napoli, porta in scena Napoli ’43. Repliche dal 1° al 13 ottobre con un cast d’eccezione: Antonio Casagrande, Benedetto Casillo, Cristina Donadio e lo stesso Moscato. Dal 29 ottobre al 3 novembre un omaggio a Eduardo con Natale in casa Cupiello adattato e interpretato unicamente da Fausto Russo Alesi per la produzione Fondazione Piccolo Teatro di Milano.

Un imperdibile monologo su Hitler, A.H. di Antonio Latella, parte di una trilogia sulla menzogna con Francesco Manetti sarà di scena dal 14 al 17 novembre.

Sarà la volta poi di Medea di Pierpaolo Sepe con Maria Paiato dal 22 novembre al 1 dicembre. Dal 3 all’8 dicembre tornerà il successo di Ferito a morte, tratto dall’opera di Raffaele La Capria, con Mariano Rigillo e la regia di Claudio Di Palma.

Dal 10 al 15 dicembre ci sarà in scena Toto’ e Vice’, diretto e interpretato da Enzo Vetrano e Stefano Randisi, spettacolo di Franco Scaldati, attore e drammaturgo palermitano venuto a mancare da poco.

Torna nel periodo natalizio, dal 19 dicembre al 6 gennaio 2014, dopo il successo dello scorso anno Jucature di Pau Mirò, prodotto da Teatri Uniti, con Renato Carpeniteri, Tony Laudadio, Giovanni Ludeno ed Enrico Ianniello, anche regista.

Dal 14 al 19 gennaio la scena sarà di Filippo Nigro, Fabrizia Sacchi, e Paolo Briguglia, diretti da Fabrizio Arcuri, per Pretty, un motivo per essere carini di Neil LaBute.

Presentato già al Napoli Teatro Festival, torna nella stagione della sala di via Montecalvario Sik Sik l’artefice magico, per la regia di Pierpaolo Sepe dal 21 gennaio al 2 febbraio, seguito da Marco Paolini con Itis Galileo (dal 18 al 23 febbraio).

A febbraio dal 6 al 9, Cronaca di una crisi annunciata di Tiziano Turci.

Marco Baliani e Stefano Accorsi saranno in scena con Giocando con l’Orlando (25 febbraio – 2 marzo) mentre Moni Ovadia ripropone il suo Cabaret Yiddish dall’11 al 16 marzo.
Conclude la stagione Identità, di Marco Baliani (dal 27 al 30 marzo).

Due le soluzioni di abbonamento, dal 4 spettacoli e da 10 spettacoli.

Info: www.teatronuovonapoli.it

LEAVE A REPLY