Il Festival di Caracalla 2013 apre le porte alla letteratura

0
172
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Le novità del Festival di Caracalla 2013, non si fermano solo ad un arricchimento nel cartellone, dalla prosa ai concerti sinfonici, accanto ai più tradizionali spettacoli d’opera e di balletto. Da quest’anno Caracalla allarga i propri confini naturali della musica e dello spettacolo verso il mondo della letteratura – una strada alla ricerca di nuove idee in ambiti paralleli alla musica – con una rassegna di percorsi letterari nel raccolto spazio della Palestra Orientale.

Si apre giovedì 4 luglio, alle 19.00, per la presentazione della recentissima pubblicazione (maggio 2013) di Marisa Ranieri Panetta, Vesuvius, storie di vita quotidiana nell’antica Pompei edita da Salani. L’autrice, incontrerà il pubblico nel suggestiva Palestra per raccontare il suo libro con l’aiuto di alcune letture di Simona Marchini.

Si ritornerà a parlare di letteratura tra le mura delle antiche Terme Romane, venerdì 12 luglio, alle ore 19.00, con Valerio Massimo Manfredi che presenterà il romanzo, Il mio nome è nessuno, edito da Mondadori: insieme all’autore, gli attori Massimo Ghini e Isabella Adriani.

Il terzo e ultimo incontro con la letteratura a Caracalla, mercoledì 17 luglio, alle 19.00, sempre nella Palestra Orientale, vedrà la saggista esperta del mondo classico Eva Cantarella, protagonista di una serata dal titolo “Sulpicia e le altre”, dedicata alle donne nel mondo greco-romano, accompagnata dalle letture dell’attrice Galatea Ranzi.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti.

 

 

LEAVE A REPLY