In ricordo di Carlos Kleiber

0
215
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoNuovo allestimento con la regia di Pier Luigi Pizzi

Protagonista Remo Girone con Anita Bartolucci

 

E’ dedicato a uno dei più grandi direttori d’orchestra di tutti i tempi il secondo spettacolo ospitato nella Palestra Orientale per il Festival di Caracalla 2013, la piéce Carlos Kleiber, il titano insicuro firmata a quattro mani da un giornalista che ha sempre seguito con amore il mondo della musica classica quale è Valerio Cappelli del “Corriere della Sera” e da un critico cinematografico direttore del Festival di Taormina Mario Sesti in scena il 16 e 18 luglio alle ore 21.30 – in coproduzione con Spoleto56 Festival dei 2Mondi. Un omaggio alla figura complessa e tormentata del direttore tedesco, scomparso nel 2004 e circondato da un’aura leggendaria: schivo, misterioso, perfezionista ha cercato per tutta la sua vita di sfuggire alla popolarità. Lo spettacolo – che vede in scena protagonisti Remo Girone e Anita Bartolucci, con la regia di Pier Luigi Pizzi – attraverso la forma di una conversazione immaginaria accompagnata da musica e proiezioni video di immagini rare, intende dar voce al mito facendo luce su alcuni aspetti della sua personalità, il rapporto difficile con il padre Erich direttore d’orchestra anch’egli, la sensibilità e fragilità, il talento unico nel comunicare con le orchestre.

Lunedì 15 luglio, alle ore 13, alla vigilia della “prima” a Caracalla, al Teatro dell’Opera si terrà un incontro aperto al pubblico per la presentazione di Carlos Kleiber, il titano insicuro. Il giornalista Valerio Cappelli – anche in veste di autore della piéce – racconterà il percorso creativo che ha portato alla messa in scena dello spettacolo insieme al coautore Mario Sesti, al regista Pier Luigi Pizzi e ai due protagonisti Remo Girone e Anita Bartolucci. Con loro il Direttore artistico dell’Opera di Roma Alessio Vlad.

Carlos Kleiber, il titano insicuro va in scena nella Palestra Orientale alle Terme di Caracalla martedì 16 e giovedì 18 luglio, alle 21.30.

 

 

 

LEAVE A REPLY